Juventus-Roma | Conferenza stampa pre-partita di Antonio Conte

Juventus-Roma, Conte: “A Totti ha sempre risposto il campo”

Juventus-Roma, Conte: “A Totti ha sempre risposto il campo”

La conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia di Juventus – Roma del 5 gennaio 2014, valida per la 18/a giornata di Serie A

conte-fiorentina-juventus-conferenza“Totti? Non ci sono delle risposte a chi fa certe affermazioni. Le risposte vanno date sempre sul campo. Il campo rende giustizia sempre, in due anni e mezzo ha reso giustizia alla squadra più forte”. Antonio Conte replica così alle accuse di Francesco Totti, secondo cui la Juventus vincerebbe sempre con l’aiutino: dopo la replica di Bonucci e Chiellini di ieri, oggi una battuta al capitano della Roma l’ha riservata anche il tecnico bianconero in conferenza stampa.

Con non le manda a dire a certa stampa, che alla vigilia dei big match cerca più la polemica, che tutto il resto:

“Saranno in campo due squadre che vorranno vincere. Le parole le porterà via il vento, poi ci saranno i fatti. Si vedrà chi ha più voglia di vincere e chi avrà adottato la tattica migliore. Le chiacchiere stanno a zero. Anche se sembra che la polemica sembra più importante della partita in Italia”, continua l’allenatore dei campioni d’Italia.

Quanto alla formazione, Conte ammette di avere ancora tre dubbi, che verranno fugati nelle prossime ore, probabilmente già dopo la rifinitura di questo pomeriggio.

“Ho tre pensieri in testa e situazioni da valutare – dice – : Pirlo, Barzagli e lo stesso Carlos. Le valuteremo insieme e poi prenderò le mie decisioni. Ma sono sereno, ho un gruppo di ragazzi straordinari”.

Al cospetto dell’allenatore due volte campione d’Italia, c’è un Rudi Garcia da molti considerato uno dei tecnici più preparati d’Europa:

“Di Garcia mi ha stupito il fatto di essersi subito integrato nella mentalità di Roma. Mi ha dato l’impressione di una persona che aveva bene in testa quello che doveva fare anche se la Roma veniva da una Coppa Italia persa e aveva giocatori contestati. Il punto forte loro è la convinzione che hanno, quando sei imbattuto da 15 partite, come noi il primo anno, niente è impossibile. Noi avevamo davanti il Milan, l’Inter del triplete, il Napoli. Oggi la Roma ha davanti la Juve e noi dovremo essere bravi a mantenere la prima posizione. Sapendo dietro ci sono squadre che non vedono l’ora di superarci”, afferma ancora Antonio Conte.

In caso di vittoria, la Juve si porterebbe a +8 sui giallorossi, campionato finito?

“E’ una partita da tre punti, come col Napoli o con l’Inter e il Sassuolo. Se vinciamo – argomenta il tecnico bianconero – poi dobbiamo essere bravi a vincere a Cagliari. Otto punti sono una distanza importante, però potrebbe anche diventare un’illusione se perdiamo concentrazione e determinazione. Eravamo a -5 e in poche partite ne abbiamo recuperati dieci. E come lo abbiamo fatto noi, lo possono fare anche altre squadre”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi