Juventus, punto e a capo | JMania

Juventus, punto e a capo

Juventus, punto e a capo

(Di Gaver) Punto e a capo… In molti ieri sera avevano accarezzato l’idea del tanto agognato “double”, ma il calcio probabilmente appassiona per il semplice motivo che non è programmabile ne prevedibile, almeno fino a quando il triplice fischio finale non sancisce il termine della contesa. E così è stato anche ieri sera… Da una …

(Di Gaver) Punto e a capo… In molti ieri sera avevano accarezzato l’idea del tanto agognato “double”, ma il calcio probabilmente appassiona per il semplice motivo che non è programmabile ne prevedibile, almeno fino a quando il triplice fischio finale non sancisce il termine della contesa.
E così è stato anche ieri sera… Da una parte un Napoli molto più affamato e concentrato (termini cari al Mister Conte), dall’altra invece una Juve presumibilmente scarica, stanca, forse anche un tantino appagata della stagione super appena conclusa, che ha mostrato netti segni di ripresa solo dopo lo 0-1.
Ma il termine di ogni stagione serve anche a fare il punto sulla stessa, a capire fin dove è stato giusto spingersi e dove invece sarebbe stato opportuno fare diversamente; ma, in tutta sincerità, trovare una sbavatura a questa stagione bianconera è davvero un’impresa.
Certo, in molti potrebbero criticare la serata appena vissuta con la finale persa ma vedete, in questi anni, mi sto anche accorgendo della grande sportività che ci “affligge”, perché fermo restando il grande merito del Napoli, De Laurentis avrebbe fatto fuoco e fiamme per un rigore NON DATO come quello su Marchisio e sullo 0-0!
Ma fa nulla, la vinceremo l’anno prossimo, e ad agosto ci prenderemo la Supercoppa. Solo che vorrei anche rivolgere un invito a chi mastica calcio&juve nei media… Ogni tanto un “ghigno” forte, una presa di posizione non è reato, viste anche le numerose partecipazioni alle varie cordate antijuventine.
Ma è proprio questo che vi deve rallegrare, perché se siamo tornati antipatici il motivo è solo uno: è perché siamo tornati vincenti e agonisticamente cattivi! La Juve non è da operazione “smile” come non lo sono il Real Madrid, il Manchester United, il Bayern… o anche(mi costa dirlo) il Milan. Chi vince, chi domina e detta legge, non può essere simpatico. Ed a noi sta bene questa cordiale antipatia altrui!
Ieri abbiamo avuto la riprova di un cambiamento, di una mezza nazione a tifar contro, aumentando la consapevolezza di una ritrovata “verve” vincente per il futuro più immediato. Probabilmente non farà parte di quel futuro il Capitano, che ieri sera sognava insieme a noi tutti un epilogo da sogno ma, lo ripeto, il bello del calcio è anche la sua imprevedibilità e Alessandro lo sa benissimo.
Quante volte ci ha sorpresi? All’ultimo secondo di quel Juve-Fiorentina da leggenda, in una finale di Intercontinentale che sembrava ingessata, o dal suo angolino di area da dove partivano parabole uniche che ogni portiere avrebbe tranquillamente evitato.
Ieri sera è stato il più realista, incitando chi entrava, perché lui sa che il calcio è magia, ma è anche imprevedibile e ieri sera contava vincere più che l’epilogo da sogno! Ma l’epilogo del suo amore per la Juve non è ufficialmente scritto da nessuna parte, da calciatore o in altra vesta che sia. Del Piero è la Juve, oggi e sempre!
Punto e a capo ragazzi! Se non altro per quanti ieri aspettavano questa sconfitta, non avendo altro da seguire o inseguire, han semplicemente riversato altrove le proprie frustrazioni sportive. Non vi basta questo per farvi sentire i numeri 1? Di questo si tratta, di una squadra nuovamente sul tetto calcistico italiano, che attende ora una oculata campagna di rafforzamento per sferrare l’attacco ad un’europa spesso ingrata.
Davvero complimenti vivissimi alla società, al tecnico, alla squadra; niente e nessuno, la scorsa estate, aveva fatto presagire quanto poi accaduto, e mentre altri ora sognano rinascite e programmano squadre da Playstation, noi abbiamo la consapevolezza che con 4-5 innesti di livello rischieremmo di essere anche tra i primi in Europa.

Buon lavoro

24 commenti

  1. Darrell Abbott

    Bravo Pippo,condivido e sottoscrivo.Ma ad alcuni il tuo concetto è sconosciuto,sarebbe meglio ricorrere a dei disegni la prossima volta.Un saluto.SEMPRE E SOLO FORZA JUVE!

  2. ma che di tifosi sono quelli che attaccano conte?questi puristi snob che si lamentano di krasic in tribuna?che hanno fatto gli allenatori e non capiscono che bisogna gestire almeno 25 giocatori con i giusti equilibri?e questo mentre è iniziato un nuovo attacco mediatico alla società che vuole colpire una parte fondamentale del progetto come l’allenatore.lo sapete che vi dico,riprendetevi ferrara o del neri o zaccheroni o ranieri o magari capello che se non gli spendi 150 milioni nemmeno inizia un campionato.magari anche cobolli gigli,blanc e secco.e che ritorni l’operazione smile.

  3. Darrel….ho detto che ti capisco e confermo. La mia non era una critica verso i giocatori, assolutamente no, ma verso Conte, che ha meriti enormi, ma continua a non piacermi, e la società’. Quando allenavo, e ho fatto 19 promozioni tra primi e secondi posti in 24 anni di allenatore di prima squadra, gli altri ho allenato giovanili, se decidevo,per un motivo o per l’altro di far giocare i non titolari, o meglio qualche seconda linea, accadeva quasi sempre la stessa cosa, il rendimento si abbassava, tra i titolari, per il motivo che il mister dimostra di dare minore importanza a quella partita, sopratutto se il mister e’ uno che gioca sempre per vincere. Una finale e’ una finale, non si può’ snobbare, per nessun motivo. Se il mister rinuncia a Vucinic, che in campionato faceva giocare anche con le stampelle il risultato e’ che scendi in campo deconcentrato. L’inconscio si chiama cosi’ anche perché non lo controlli. Poi se trovi una squadra motivata che ti mette alle corde, vai fuori partita, e così e’ stato, con Conte che cambia sempre a metà’ del secondo tempo, come se tutte le partite fossero uguali. In quanto a Krazic non volevo dire che doveva schierarlo, quanto trattarlo da umano….o Elia, schierato solo perché non scattasse lo svincolo automatico per scarso impiego. Cordialita’.

  4. piagnucolosi come gli intertristi, ma smettetela, un grande campionato VINTO, giocando bene quasi sempre e benissimo parecchie volte e qualcuno critica Conte ed i ragazzi che hanno dato l’anima…ma finitela isterici Intertristi camuffati…succede che si possa perdere, succede che un allenatore metta in campo Storari a discapito di Buffon e Del Piero al posto di Vucinic (perchè era Del Piero il non titolare, erano gli uomini che avevano portato la Juve in finale, anche contro la Roma ed il Milan si era giocato con formazioni non titolari in campionato, si chiama rispetto e gratitudine, si è perso pace io sto ancora godendo per un campionato cazzuto, strameritato e in culo alle maglie a strisce verticali fasulle!!!!!!

  5. …personalmente,mai pensato al double,sconfitta si, ma a me non pesa piu’ di tanto…eravamo ancora in via Cernaia sul pulman…
    …e li capisco…!
    giusto far giocare quelli che Conte aveva pensato che fossero i titolari della coppa.
    chi attacca Conte,è letteralmente fuori strada…
    quando la Juve ha voluto giocare,ha dimostrato al napoli chi era la piu’ forte…(3 a 3)-(3 a 0) !

  6. @ Tony: noi vediamo solo ciò che ci è concesso “vedere” (scusa il gioco di parole), tutto ciò che succede all’interno delle mura dello spogliatoio lo conoscono solo i diretti interessati.
    Nulla sappiamo di eventuali screzi, litigi o capricci dell’una o dell’altra parte, andrei cauto quindi sulla definizione “trattare come pezze da piedi” alcuni calciatori, anche in virtù del fatto che percepiscono stipendi non proprio da pezze da piedi…
    Su Krasic mi permetto di dire che non è adatto agli schemi di Conte in quanto ama le praterie e le ripartenze, ed inoltre non mi sembra un fenomeno nel possesso palla.
    Sarà ottimo per una squadra che gioca di rimessa (vedere la prima parte della Juve delneriana).
    La gestione della squadra quest’anno (a mio parere) è stata ottima e i risultati sono sotto gli occhi di tutti, chiunque arrivi alla Juve è avvisato, non siamo ne a milanello e nemmeno ad Appiano gentile, chi rema in direrzione contraria prepari le valige.
    FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS
    Karl

  7. Darrell Abbott

    Mino,io ho molti meno anni di te,e pur non avendo esperienze da allenatore,qualcosina di calcio penso di capirla.Ora,capisco la delusione per non aver vinto la coppa,ma a mio modesto parere,Mr.Conte,ha voluto dare(giustamente,secondo me)un riconoscimento ad altri giocatori,che pur non essendo stati schierati in pianta stabile durante la stagione,hanno contribuito a rendere questa squadra ciò che abbiamo ammirato per 42(SI SI,Q U A R A N T A D U E)partite,dando spettacolo praticamente in ogni angolo di italia.Premesso che a posteriori alcune scelte di ieri possono essere state discutibili,io trovo veramente di cattivo gusto criticare in questo modo i ragazzi,l’allenatore e chi più ne ha più ne metta.Come se io,tornando da amsterdam nel ’98,avessi pensato di criticare la triade e Lippi per aver perso la finale,dopo tutto quello che ci stavano regalando in quegli anni.Avrai anche 70 anni,ma credo proprio tu debba evolverti un pochino,non è mai troppo tardi per farlo.Ah,se poi il problema è che conte non ha schierato Krasic….beh….allora stiamo davvero discutendo del nulla più totale.Un saluto,e SEMPRE FORZA JUVE

  8. mino,HAI PERFETTAMENTE FOTOGRAFATO IL NOSTRO MISTER CONTE: Nesson Allenatore lascia in panchina i migliori, per premiare le riserve.Non stiamo giocando un torneo per beneficenza . Real, Barcellona, B.MONACO etc….etc…. mettono sempre in campo i migliori della rosa.Speriamo che questa sconfitta faccia riflettere mister Conte. Poi la societa’ dovrebbe proteggere di piu’ i calciatori,non farli trattare come pezze di piedi(sono professionisti) !!!!!!!!! I dirigenti sanno benissimo che molti calciatori prima di andare a giocare in certe squadre chiedono informazioni. Io ho quasi 60 anni(55 passati a tifare la mia juve),e mai avevo visto un comportamento cosi da parte della societa’ e dell’allenatore verso i propri tesserati.Stiamo attenti non vorrei che questo modo di gestire la JUVE creasse dei seri problemi in futuro!!!!!!FORZA JUVE.

  9. Juventino siciliano

    Dalla sconfitta di ieri sera, la società e lo staff tecnico devono trarre la giusta lezione per programmare un piano di rafforzamento tecnico della squadra, in grado di poter garantire alla squadra quel salto di qualità indispensabile per trasformarla in quel Top Club di livello internazionale vincente, che storicamente siamo sempre stati, in grado sempre di avere il predominio del gioco, nell’ottica della ricerca della vittoria…Occorrono i giusti ricambi in ogni settore…Ieri sera è mancato anche questo e, di conseguenza, la capacità di imporre il nostro gioco come in quasi tutte le partite giocate in questa stagione…Sono convinto che abbiamo pagato tantissimo l’assenza per infortunio di Giorgio Chiellini (col senno di poi, forse, nella partita con l’Atalanta, in vista di un appuntamento così importante quale la finale col Napoli di Coppa Italia, si poteva evitare di farlo giocare), non perchè Martin Caceres, che è un ottimo giocatore, non sia stato all’altezza di sostituirlo, ma perchè, come abbiamo visto (vedasi suo impiego a sinistra col lecce) è un difensore che è preferibile far giocare per attitudini naturali comunque a destra(sia nella difesa a tre che nel ruolo di esterno di centrocampo al posto di un acciaccato, ma comunque encomiabile per impegno Lichsteiner)…Durante la partita il Napoli più volte ha cercato di puntare su quella zona…infatti, diverse volte nel 1° tempo, Campagnaro ha cercato di sorprenderci battendo falli laterali lunghi proprio come nella maniera che ha portato al rigore del 2° tempo(è evidente che questa azione, Mazzarri l’ha preparata per bene durante gli allenamenti, cercando di colpirci nel “punto più debole”)…Ciò detto, occorre andare sul mercato per individuare un sostituto all’altezza di Giorgio Chiellini, da impiegare nella parte sinistra della difesa, ma anche un giocatore forte fisicamente per poter sostituire Arturo Vidal, che è alle prese con una pubalgia che speriamo possa essere adeguatamente curata prima dell’inizio della prossima stagione(purtroppo, anche in questo finale di stagione, avrà impegni con la propria nazionale e questo non agevolerà tanto)…In più è necessario trovare in attacco quel giocatore, tanto sperato, in grado con i suoi gol di farci fare il salto di qualità e risolverci le partite quando non riusciamo a sbloccare il risultato…Speriamo, quindi, cari amici juventini, che “non tutto il male venga per nuocere” e che anzi questa sconfitta possa portare la nostra società ad intervenire sul mercato in maniera tale da rendere la Juventus la squadra più forte d’Europa…sarà questo l’obiettivo del nostro grandissimo Mister Conte per il prossimo anno e questa sarà anche la nostra affermazione più bella!

  10. Darrel Abbot, ti capisco. Mi stupisco, anzi, di non essere stato massacrato da altri tifosi. Ho quasi 70 anni, e almeno 60 di tifo juventino. Sapevo di buttare un sasso nello stagno ma lo ho fatto scientemente. Il piattume entusiastico ed acritico del dopo scudetto mi dava fastidio. Alla vittoria di Conte insieme ai giocatori, ho gioito, certo, ma non ero allora come ora convinto. Sarà che ho fatto per 35 anni l’allenatore, non di calcio, ma sotto certi aspetti cambia poco, e mi viene normale non limitare i miei giudizi ai parametri dei tifosi. Non pretendo di avere la verità in tasca. Ma a me i comportamenti, non tutti certo, di Conte non sono mai piaciuti. Non mi piace sopratutto la scelta di fare una specie di doppia squadra, una per il campionato, un’ altra per la coppa. Aveva senso in corso d’opera, in finale e’ una stronzata. Tutti, dopo la vittoria, hanno scordato le molte contraddizioni e gli errori enormi di questa amministrazione, Marotta per primo. Martinez, Elia e via discorrendo, ed il modo poco umano con cui sono stati trattati certi giocatori. Ho degli amici, nel mondo del calcio, sopratutto tra i preparatori , sto parlando di gente ai massimi livelli in Europa e posso assicurarti che a qualche giocatore , top players compresi, non è sfuggito il modo con cui sono stati trattati certi giocatori e non vedo questo grande entusiasmo a venire sotto l’ala di Conte. Comunque sia così la penso e così mi esprimo,sapendo benissimo che non potrà piacere alla platea dei tifosi. Alla mia età me lo posso permettere. Non cercare il consenso.

  11. CONTE FA EMPRE LO STESSO SBAGLIO E NON E LA PRIMA VOLTA CHE LO FA….

  12. E che è, si comincia con i catastrofismi??
    Krasic in tribuna? E allora??
    Forse qualcuno non si è ancora reso conto dell’impresa che quest’anno Conte e i Ragazzi hanno saputo fare, combattendo con avversari in campo (troppo inferiori, scusate la mia Juventinità…) e fuori campo (i più temibili).
    Le nuove battaglie sono già iniziate, guarda caso venerdì…
    Per ieri sera mi sono girate parecchio, ma si deve solamente considerare un incidente di percorso, abbiamo già un buon gruppo, e con 3 ritocchi (difesa, centrocampo e attacco) sono convinto che l’anno venturo sapremo ben figurare in tutte le competizioni grazie al nostro grande Mister.
    Per i fuori campo, beh, con Andrea mi sento veramente tranquillo.
    Un saluto ai fratelli bianconeri
    FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS
    Karl

  13. Darrell Abbott

    Mino,il tuo commento mi ha letteralmente raggelato,lo devo ammettere.Impressionante,e non aggiungo altro.Ah,ma hai pure festeggiato lo scudetto vinto da una mezza figura che fa l’allenatore?da rabbrividire

  14. concordo con rem17 ma anche con el.kun.
    ora inizia veramente il difficle per mister conte perché una cosa è vincere un’altra completamente diversa è RI-VINCERE.
    credo che ieri sera abbiamo fatto un bel bagno di umiltà e se non si affronta ogni partita con umiltà e con la voglia di vincere non si vince.
    tutto qui!

  15. Scusami GAVER, ma da juventino non mi sento il numero 1. E se iniziamo con questi discorsi per il prossimo anno, credo che di partite ne vinciamo poche.
    Questa è una squadra che ha vinto non perchè era la migliore, ma perchè aveva più fame degli altri: ieri sera c’è stato in campo chi ha avuto più fame di noi e ci ha surclassato per questo motivo nei primi 20 minuti dei due tempi. Festeggia qui, festeggia là, crea il logo per l’addio di DelPiero, capisci se mettere 3 stelle o meno, alla fine la concentrazione se n’è andata e la coppa l’ha portata via il piagnone presidente con il suo piagnone allenatore.
    Va bene il cambiamento, lo scudetto straordinario e i ringraziamenti a tutti per la stagione fantastica e irripetibile, ma ora si deve guardare avanti, lo si doveva fare anche il 7 maggio, appena concluso il campionato e non lo si è fatto (difatti partita giocata ai 2 all’ora contro l’Atalanta, amichevole giocata ai 2 all’ora con il Santarcangelo e infine ecco l’ennesima finale persa per questa società).
    O si riparte da zero alla pari con chiunque il prossimo anno oppure torneremo alle sconfitte.

  16. Il peggior nemico della Juve e’ se’ stessa. Qualcuno si è fatto 16+16 ore di viaggio per vedere una squadra che rinuncia alla migliore formazione senza rispetto per i suoi tifosi e la sua storia. Io sono rimasto a quella storia e non mi aspetto più’ niente da questa società’. Non mi sembra che il Napoli abbia tenuto in panchina neanche mezzo titolare e si è meritato il rispetto dei suoi tifosi. Non spenderò più un euro per gente cosi, né direttamente né indirettamente. Altro che 30mo schudetto e terza stella. E in quanto a Conte…..lasciamo perdere. Un Krazic in tribuna vale tre Eschibarribia in campo, trattato come un cane, peggio. Godetevela voi. Io mi fermo qui. Se arriverà quarta, il prossimo anno, questa squadra, in campionato, sarà tanto.E il top player sarà’ un’altra mezza figura, come il suo tanto osannato allenatore. Una meteora.

  17. Borriello ieri non ha giocato neanche malaccio ed Estigarribbia ha fatto delle buone cose, il problema è che per 15 minuti non eravamo entrati neanche in campo! Il rigore su Marchisio c’era tutto, il rigore su Lavezzi è stato un errore difensivo, una confusione su chi doveva prendere il pallone! Forse certe volte è meglio partire con il 4-3-3, visto che con Pepe e Caceres a destra con questo modulo abbiamo giocato meglio! Vucinic sembra che non è neanche entrato in campo, infatti ha preso s.v.

  18. Formazione scelta da Conte discutibile!!!

    Andiamo avanti.

    Conte avrà imparato la lezione.
    Marotta avrà capito che è inutile spendere soldi per mezzi giocatori, meglio destinare tutto su un top.
    Agnelli avrà intuito che in casi eccezionali deve mettere le mani in pasta e fare capire che lui comanda!
    Qualche giocatore se ne andrà, perché si sentirà poco coinvolto oppure poco adeguato!

  19. Per far giocare BORRIELLO ,CHE SINO A GENNAIO ERA RISERVA NELLA ROMA!!!!!!!!X EL.KUN : NON VOLEVO DIRE CHE IERI ABBIAMO PERSO A CAUSA DELL’ESCLUSIONE DI KRASIC, E’ SOLO UNA MIA CONSIDERAZIONE.NON CAPISCO L’ESCLUSIONE TOTALE(Mai neanche tra i convocati).

  20. Una sola parola: Arbitraggio scandaloso !
    Dai il rigore a Marchisio e poi vediamo come finisce!

  21. Allora cerchiamo di razionalizzare la sconfitta, e non lasciarci trasportare dagli umori…..
    Se il mister ha deciso sin dall’inizio che in coppa italia avrebbe trovato posto chi gioca meno, giunti in finale è giusto lasciare il posto a chi ha fatto tutta la competizione….qualunque sia il risultato.Così è stato per l’attacco, ma non capisco perchè i Marrone ,i Padoin e Giaccherini, ieri abbiano lasciato il posto a uno spento Marchisio e ad un appagato Vidal…..tutto qua………..
    Di converso, se la finale intendi vincerla e schieri il tuo centrocampo titolare, stesso ragionamento devi fare per la coppia d’attacco, e allora perchè matri e vucinic fuori?

  22. ..ieri abbiamo perso per una sola ragione; in campo non è scesa la nostra formazione tipo, punto! Una FINALE bisognerebbe giocarsela sempre con i migliori elementi del gruppo. Ci rifaremo in Supercoppa. Sempre e SOLO JUVE!

  23. Cioè abbiamo vinto uno scudetto senza Krasic, e non mi sembra che nessuno si sia accorto della sua assenza dopo il 3a0 rifilato al napoli in campionato…..è proprio vero che gli esclusi hanno sempre ragione…….se permetti le ragioni della sconfitta di ieri risiedono altrove che non nel mancato utilizzo del serbo…………

  24. ANCHE CONTE DEVE migliorare ,deve far giocare chi merita, non inventare una formazione solo per far vedere che qualche acquisto di gennaio era giusto. Borriello e Estigarribia dovevano stare in panchina.matri non segna piu’ perche ‘ capisce che il mister non lo considera piu’.E KRASIC che fine ha fatto ? come puo’ un allenatore trattare cosi un giocatore serio e educato(JUVENTINO)? Cos’e’ successo tra lui e KRASIC? Io stimo CONTE ,MA NON HO MAI VISTO UN ALLENATORE TRATTARE COSI’ UN CALCIATORE !!!!!!!!!!MI DISPIACE DIRLO MA, IERI LA COPPA L’ABBIAMO PERSA COLPA DI MISTER CONTE.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi