Juventus, Pirlo: "Pronto a prolungare ma non per giocare 20 partite" | JMania

Juventus, Pirlo: “Pronto a prolungare ma non per giocare 20 partite”

Juventus, Pirlo: “Pronto a prolungare ma non per giocare 20 partite”

“Con la Juve abbiamo parlato anche l’anno scorso e lo faremo a fine stagione, ma non è un problema economico o di scelte. Certo, non accetterò mai di giocare solo 20 partite”. Andrea Pirlo mette in puntini sulle i: se la sua storia con la Juventus deve continuare, è solo per giocare tutte le partite. …

FBL-US-JUVENTUS-GALAXY“Con la Juve abbiamo parlato anche l’anno scorso e lo faremo a fine stagione, ma non è un problema economico o di scelte. Certo, non accetterò mai di giocare solo 20 partite”. Andrea Pirlo mette in puntini sulle i: se la sua storia con la Juventus deve continuare, è solo per giocare tutte le partite. Proprio mentre i tifosi della Vecchia Signora, si interrogano dunque sulla tenuta atletica dell’ex Milan e sulla possibilità che nel corso della stagione venga fatto rifiatare e magari cambiare modulo, il diretto interessato fa sapere che questa ipotesi non gli piace affatto.

Poi, Pirlo, riconosce ovviamente che gli anni stiano passando anche per lui, anche se questo non vuol dire che sia disposto a farsi da parte:

“Passano gli anni e non è detto che debba restare per forza perché mi chiamo Pirlo. Voglio sentirmi importante e artefice dei successi della squadra. Io in panchina? Certo, tutti dobbiamo rifiatare, soprattutto in una stagione intensa come questa. Io finirò giocando – puntualizza – non guardando giocare gli altri”.

Intanto, continua ad impazzare il calciomercato: quello in entrata per la Juventus sembra essere bloccato dalle partenze difficili. Qualcuno insiste ancora sull’ipotesi Pirlo al Real…

“Ho sentito qualche volta Carlo Ancelotti, ma lo facciamo spesso e non abbiamo parlato di quell’eventualità”.

Intanto il campionato si avvicina e Pirlo stila la lista delle avversarie più temibili:

“Sono tante quelle che si sono rinforzate: c’è il Napoli, il Milan, l’Inter, la Roma, la Fiorentina. Sarà un campionato bello, sono arrivati tanti giocatori forti”, dice ancora il centrocampista.

La conclusione è su Carlos Tevez, che ha ammesso che senza la Juve si sarebbe ritirato dal calcio:

“Ha bisogno di tempo, non è facile assimilare gli schemi del mister”.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

12 commenti

  1. @enzo d giochiamo a cpirci dai…

    Lui non vuol fareb la zavorra. Amauri e Iaquinta son finiti fuori rosa si, ricordi anche i motivi?

    Eh su dai.

  2. Manuel, ma che paragoni fai??? Iaquinta e Amauri erano proprio fuori rosa!

  3. Secondo me il concetto…. è un po come se Pirlo avesse detto… non rimango a fare lo Iaquinta o l’Amauri

    E su questo tanto di cappello.

  4. Credo che le cose si possano riassumere con una fantatelefonata di Pirlo ” Carlo non ti preoccupare so che Perez non caccia soldi per ultratrentenni, ormai quaest’anno resto qui provo a fare una bella stagione che con il mondiale alle porte ed un po’ di culo un pallone d’oro me lo potrei anche meritare, e l’anno prossimo a zero vengo a fare pensione in spagna”

  5. Pirlo potrebbe aver voluto dire che se rimane alla juve non lo fara’ per fare da balia a qualcuno o per scaldare la panchina, ma per giocare ancora ad alti livelli con grande voglia ed impegno…..ovviamente alla fine chi decide sara’ il campo, e sicuramente, come ha detto bene Bruno, la juve, tradizionalmente non si fa’ prendere per il collo da nessuno, e quindi non c’e’ nessun problema…. se Pirlo dimostrera’ di essere ancora in gradi di giocare a certi livelli bene, altrimenti se ne andra’ da qualche altra parte tranquillamente e senza problemi … mi pare che anche il rapporto con Conte e la societa’ sia di massimo rispetto….forza juve

  6. ARTHUR AVENUE

    il ricordo di Alex rimane indelebile come uomo e atleta che fino alla fine ha inciso sulle vittorie della Juventus……Fox e Arph…..ma come e stato possibile disfarsi in una maniera cosi inverosimile di questa bandiera,,,????? Un dolore simile a quello provato nell estate del 2006……

  7. Pirlo ha espresso il suo parere sull’eventuale rinnovo e posto le “sue”condizioni.Ora, considerato che la Juve è impegnata su 3 fronti e in più c’è la nazionale, sarebbe presuntuoso da parte sua pensare di essere sempre al top e ne avrà pure parlato con la società. La società, appunto, non mi aspettavo che Pirlo se ne uscisse con questa precisazione, forse qualche contrasto potrebbe essere emerso, anche perché per tradizione la Juve è una società che non ha mai ceduto ai ricatti! Staremo a vedere, ma forse le sirene madridiste non sono del tutto ignorate da Pirlo! Qualora fosse così, mandiamolo pure dal suo amico Ancelotti ovviamente tramite congrua contropartita.

  8. Su alex tutto vero quello che dice arpharazon lo so io per difenderlo da infamanti supposizioni fatte da tifosi juventini su questo forum quante “liti” mi son fatto tanto che mi son sentito pure dire che ero tifoso della delpierese e non della juve,mi chiedo cosa avranno poi pensato quando lo hanno sostituito con bentner anelkà e giononvinco cmq tornando a pirlo se non molla la nazionale farà bene conte a trovargli un posto in panca quando sarà stracotto a trequarti di stagione perchè questo ti giochicchia e ti perde i palloni davanti alla difesa e più di una volta abbiamo preso gol per questo motivo per cui è meglio che non fiatasse

  9. E chi l’ha detto che rimane? Sono convinto che fra qualche giorno andrà in giro con una bella “camicia Blanca”…

  10. Avesse detto Del Piero le stesse parole… linciato in pubblica piazza

  11. Certo che la vita ti dà ogni giorno spunti di riflessione inaspettati: chi stava in panchina in silenzio dopo aver segnato più di 200 gol, fatto la storia della Juventus e aver assicurato la possibilità di firmare per la SUA squadra per qualsiasi cifra è stato buttato fuori in malo modo con un bel “grazie e a mai più rivederci”, questo per le gelosie infantili di un presidente un po’ troppo permaloso senza considerare il subdolo rumorio di presunti tifosi che accusavano ad ogni piè sospinto che chi stava zitto destabilizzava lo spogliatoio già solo con la sua presenza.
    Invece un seppur straoridinario calciatore, ma in confronto alla storia della Juventus sostanzialmente un “ultimo arrivato”, sbatte i pugni sul tavolo e pone ben precise condizioni. Ora la palla passa a chi di dovere e sono proprio curioso su come reagiranno tifosi, stampa e soprattutto società.
    La morale della favola: in questo mondo solo chi si comporta da str…afottente viene rispettato!

  12. ARTHUR AVENUE

    potrebbe diventare un problema visto che Conte giustamente non garantisce a nessuno il posto sicuro e la presenza continua………

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi