Juventus-Olympiakos | Interviste | Allegri Buffon Pirlo Pogba

Juventus-Olympiakos 3-2, le interviste: Allegri, Buffon, Pirlo, Llorente e Pogba

Juventus-Olympiakos 3-2, le interviste: Allegri, Buffon, Pirlo, Llorente e Pogba

Juventus-Olympiakos 3-2: al termine della partita hanno parlato ai microfoni di Sky Sport Allegri, Buffon, Pirlo e Pogba

buffon-juventus-olympiakosJuventus-Olympiakos 3-2, le interviste dei protagonisti. Massimiliano Allegri parte dalle ultime emozioni, quelle del rigore sbagliato da Arturo Vidal, che sarebbe stato importantissimo in chiave classifica: “C’era solo il rigore da battere. Era importante, ma capita di sbagliarli. A mezz’ora dalla fine eravamo eliminati, ora siamo addirittura in corsa per il primo posto”.

Allegri ha cambiato il modulo e il risultato ha pagato, anche se la Juve contionua a sbagliare ancora tanti gol e ne incassa in Europa troppo facilmente:

Bella vittoria – continua il tecnico – , i ragazzi se la sono meritata. Abbiamo creato molto e sbagliato tanto, subendo due gol da calci piazzati. Era importante vincere, ora ci siamo messi anche in una buona posizione. Il cambio di modulo lo avevamo già provato ad inizio campionato – prosegue -. Per non togliere certezze al gruppo non mi ero distaccato troppo da quello dell’anno scorso. Stasera avevo intenzione di cambiare. Ho preferito giocare con i tre centrocampisti e un trequartista per avere un migliore sviluppo del gioco senza dare punti di riferimento. E’ stato ben interpretato dai ragazzi. Morata? Meno bene rispetto ad Atene ed Empoli, ma ricordiamoci che Alvaro è un ragazzo di 22 anni che non ha mai fatto il titolare. Il ragazzo deve crescere e va dosato per bene. Lo stesso discorso vale per Coman.

Autore dell’ennesimo gol su punizione magistrale, Andrea Pirlo ha espresso le sue considerazioni sulla partita al fischio finale:

Abbiamo conquistato una vittoria fondamentale. La squadra ha avuto la calma e la forza di ribaltare il punteggio. Era fondamenta vincere – dice a Sky – , sapevamo che dipendeva solo da noi e ora ci sono altre due partite da sfruttare al meglio. Nuovo modulo? Ci siamo trovati bene, abbiamo disputato una buona gara e siamo soddisfatti.

Il gol del 3-2 porta la firma di Paul Pogba, che dal limite ha confermato di avere grandi capacità balistiche:

Quella di oggi era una gara molto importante. Dovevamo vincere e l’abbiamo fatto. Ora – dichiara il francese a Sky Sport – dipenderà tutto da noi, abbiamo sbagliato un rigore ma nel calcio accade. Dobbiamo continuare a vincere e andare in attacco come fatto stasera. Per me in questo nuovo sistema non cambia molto. Arturo ha giocato più avanti. L’abbiamo provato in allenamento, eravamo tranquilli. Sappiamo che in Champions non dobbiamo scherzare, è una competizione in cui tutti vogliono vincere e non dobbiamo mollare nemmeno un poco.

Anche capitan Gigi Buffon si è presentato davanti ai microfoni di Sky per esprimere la sua soddisfazione:

Abbiamo conquistato una vittoria decisamente meritata – afferma il capitano bianconero – , perdere stasera visto come sono arrivati i gol dell’Olympiacos sarebbe stata una punizione troppo severa. Dopo l’1-2 c’era la possibilità che la sfiducia ci attanagliasse, ma nel cuor mio ero sicuro della rimonta. Era una qualcosa che la sorte di doveva. Abbiamo iniziato la gara con un ottimo ritmo, siamo andati in vantaggio e poi c’è stato il colpo di testa di Botia. Siamo stati bravi a rimanere in partita, non abbiamo concesso nulla agli avversari e nella ripresa, nonostante il 2-1 loro, abbiamo continuato a fare la partita e siamo stati meritatamente premiati. Stasera la difesa ha disputato un’ottima gara, abbiamo concesso davvero poco. Ci siamo difesi bene, abbiamo proposto gioco in un modo meno consono rispetto alle nostre caratteristiche – conclude – , ma sicuramente abbiamo mostrato di essere squadra.

Sorridente come sempre Fernando Llorente, che pur partendo dalla panchina ha dato un importante contributo:

Vorrei trovare i gol con più continuità, spero di migliorare in questo. Spero di raggiungere i numeri che ho raggiunto lo scorso anno. Sicuramente faccio un gioco diverso rispetto allo scorso anno, ma cambiando qualcosa posso ancora migliorare. Titolare nella prossima gara? Vedremo – conclude – , io lavoro sempre bene per farmi trovare pronto. Staremo a vedere cosa deciderà il mister.

5 commenti

  1. Non proprio un gran cambio di modulo, la Juve ha giocato come sempre con un difensore in meno e vinto anche meritatamente …ma che fatica.
    Di buono c’è la posizione di Pogba dietro alle punte che ha fatto molto bene ,
    Di non buono c’è la difesa a 4 ……. Chiellini centrale tra Juve e nazionale ha uno storico disastroso ,e questo si è visto subito 2 cross 2 gol…….Asamoah pure, in difesa sui cross e in marcatura non è l’ideale.
    In attacco abbiamo Morata che è un giovane promettente e somiglia a CR7 … lui però nel real gioca con Benzema che è una prima punta , mentre alla Juve Morata ha giocato con Giovinco e Tevez e mai con l’unica vera prima punta che è Llorente.
    Per il resto ancora 3/4 errori a porta quasi sguarnita…. e per questi errori siamo sempre lì a soffrire come al solito….allora il problema qual’é?? Non voglio parlare male dei nostri campioni dopo una vittoria così epica però credo che TUTTI abbiano ancora molto da dimostrare , almeno in champions

    saluti e forza Juve

  2. Sbagliamo troppi gol in attacco. L’anno scorso certi gol Vidal non gli sbagliava e invece quest’anno è la brutta copia del giocatore che conoscevamo.
    A noi manca un attacante capace di fare anche i gol facili, “stupidi”, manca uno alla Inzaghi o alla Trezeguet che sia al posto giusto al momento giusto. C’è stato anche qualche traversone in mezzo ma mai nessuno pronto a buttare la palla in rete. Quando c’era poi qualcuno l’ha buttata fuori (Marchisio).
    Manca anche qualcuno che abbia il coraggio di saltare l’uomo di inventare un dribbling, specialmente sulle fasce. L’unica volta che Tevez ha osato un dribbling ha conquistato il rigore.
    La squadra ieri ha messo in campo cuore e grinta, ha fatto pressing e quindi tutto questo è lodevole. Però ripeto al di là dei gravi errori individuali in difesa non è possibile che ha od ogni gara si creino 10 palle gol e alla fine si fa fatica a buttarne dentro una.
    Loro hanno creato 3 palle gol e di gol ne hanno fatti 2: questo non va bene se si vuole andare avanti. Comunque con il nuovo modulo mi sembra che la Juve abbia giocato bene ed anche Pirlo l’ho visto in palla ieri sera. L’unica cosa è che proverei Pogba come trequartista visto la sua tecnica e fisicità.

  3. questa juve non farà piu di 4 punti nelle prossime due partite
    quindi se i Greci pareggiano in Spagna,siamo a casa
    purtroppo vedo una squadra in difficoltà mentale,mai una partita in coppa con autorità e senza timori
    cosi si va poco lontano

  4. Allegri fa bene ad ostentare fiducia,ma per come la vedo io non siamo messi molto bene per passare il turno.
    se i Greci perdono in Spagna,dobbiamo comunque fare 4 punti,altrimenti siamo fuori,e se per combinazione pareggiano allora dobbiamo battere oltre al Malmoe anche L’Atletico,e per questa Juve l’impresa sarebbe ardua.
    Questo perchè la Juve di questi anni in coppa sinceramente non capisco cosa gli prenda,non si spiega.Faceva piu figura la Juve di Ranieri quando tornammo dalla serie B
    A cose normali dovevamo fare 6 punti con il Malmoe,4 con l’Atletico e 6 con i Greci che se passano il turno ne prendono 5 da chi incontrano

  5. Sinceramente non si riesce a capire cosa succede a sta squadra quando gioca in champions. La vittoria è ok, ma siamo seri, stavamo giocando contro gente nettamente inferiore, siamo riusciti in un’impresa leggendaria nel concedere due gol a questa gente, per di più regalando un rigore al 94′ (quando mai nella storia ti capiterà un rigore a favore al 94′ in champions???) che ha del sanguinoso, se non peggio.
    La prestazione c’è anche stata, ma gli errori dei singoli pesano in maniera inequivocabile su tutta la partita, gli errori a porta vuota, le amnesie difensive sui calci piazzati, rigori buttati nel cesso, ditemi uno che ha giocato ai suoi livelli. Chi? Pogba forse? Llorente? Chiellini? Forse….a far pari c’è un Asa che mai ha messo una palla con decenza (tranne quella in fuorigioco in cui in 4 davanti alla porta vuota non siamo riusciti a toccarla), a avrà toccato 85 palloni, mai uno pericoloso degno di questo nome, Licht impreciso, Vidal è la brutta copia di se stesso, Tevez lotta come solito ma è stato decisivo al 94′ sul rigore poi sciupato.
    Non ci si deve lamentare dopo una vittoria, è vero, forse passeremo il turno, chi lo sa, ma gli errori rimangono e di partita in partita la cosa non cambia mai, sia con conte che con allegri. Questa è una competizione che non perdona, abbiamo fatto il 60% di possesso palla in tutte e 4 le partite però 2 le abbiamo perse e una vinta in rimonta subendo 2 gol in casa da degli scarpari. Ci vuole cattiveria agonistica, che non vedo più grande degli avversari, e ci vuole freddezza, e invece vedo paure e indecisioni. Avversari più scarsi di noi hanno spesso la meglio solo difendendosi un po’ meglio e mettendo grinta.
    Boh.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi