Juventus - Napoli | Conferenza stampa di Conte | 9 novembre 2013

Juventus – Napoli, Conte: “Pareggio non è nel nostro dna” – video

Juventus – Napoli, Conte: “Pareggio non è nel nostro dna” – video

Antonio Conte, tecnico della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del posticipo della 12/a giornata di Serie A con il Napoli

FBL-EUR-C1-JUVENTUS-REAL MADRIDJuventus – Napoli, la vigilia. Antonio Conte si presenta in conferenza stampa prima del big match della dodicesima giornata di serie A. Domani, 10 novembre 2013, i campioni d’Italia affronteranno una delle squadre più forti e più in forma del campionato. “Benitez dice che la squadra è al 75% ed è a pari punti con noi e a tre lunghezze dalla Roma. L’anno scorso ha fatto bene, se quest’anno non vince il campionato allora non ha fatto niente… Noi invece siamo già al 100% e stiamo viaggiando spediti, per questo mi preoccupo delle parole del tecnico partenopeo”, ha esordito Conte.

C’è chi dice che un pareggio potrebbe star bene ad entrambe, ma Conte non vuole sentirne parlare:

“In campo vince chi esprime il miglior calcio – continua – . Dovremo essere bravi ad esprimerci al meglio, il pareggio non è nel nostro dna”.

Domani sera, la Juventus dovrà fare quasi certamente a meno di Chiellini, qual è il punto sugli infortunati?

“Per Chiellini vediamo un po’ per il match col Napoli, ma non c’è grande ottimismo. Caceres… ci è giunta questa buona notizia, quindi se qualcuno magari poteva pensare che ci potessimo schierare col 4-3-3, mi hanno tolto il terzino che c’era, era l’unico, quindi siamo obbligati a tornare al modulo di campionato”, ha aggiunto. Dopo la sosta dovremmo avere tutti a disposizione, tranne Pepe. Per quanto riguarda le sue condizioni è meglio chiedere allo staff medico – precisa – , io non so spiegare bene l’entità dell’infortunio”.

Praticamente certo il ritorno al 3-5-2, un centrocampista tra Marchisio e Pogba sarà sacrificato:

“Sì, tornando al modulo di base, un centrocampista sicuramente non partirà dall’inizio, ma per me rappresenta un’arma importante. Col Real Madrid hanno giocato tutti e quattro, quindi per dare un cambio di ritmo non poteva esserci mercoledì. Questo è l’aspetto del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, perchè devo comunque sacrificarne uno”.

Contro il Napoli, si punterà tutto ancora una volta su Tevez e Llorente:

“Tevez non convocato in nazionale? Partiamo dal fatto che a me non dispiace che non venga convocato, così può riposare e riallenarsi con continuità. Penso che sia un giocatore molto forte -dice ancora il leccese – , che non ha solo grandi qualità, ma anche temperamento e carisma da grande giocatore. Siamo molto contenti di lui e lo teniamo stretto. Llorente al 60%? Oltre allo stimolo che può avere in nazionale, ha anche grande stimolo dagli attaccanti che ci sono qui come Quagliarella, Giovinco, Vucinic. C’è una competizione interna che non consente rilassamenti. E anche Fernando ha iniziato a correre. Credo che possa e deve migliorare ancora. Sta a lui continuare con la stessa serietà. Più conoscerà i difensori del campionato italiano, meglio farà”, ha concluso Conte.


Conferenza stampa di Antonio Conte pre Juventus… di Superflyvideomaker

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi