Juventus-Napoli | Conferenza stampa Allegri e Tevez

Juventus-Napoli, Allegri: “Può succedere di tutto”

Juventus-Napoli, Allegri: “Può succedere di tutto”

Juventus-Napoli, Supercoppa Italiana: la conferenza stampa di Allegri e Tevez da Doha, dove si giocherà lunedì 22 dicembre alle 18.30

Juventus-Napoli, Supercoppa Italiana: la conferenza stampa di Allegri e Tevez. La Juve è sbarcata a Doha dove lunedì 22 dicembre alle 18.30 affronterà il Napoli per la Supercoppa Italiana 2014. Dopo l’allenamento di oggi pomeriggio, il tecnico Massimiliano Allegri ha tenuto la consueta conferenza stampa, con di fianco Carlos Tevez. “Il primo obiettivo – sottolinea il tecnico toscano – è stato raggiunto con la qualificazione agli ottavi di Champions. Questo è il secondo al quale teniamo tutti, io, i giocatori, la società, i tifosi. Napoli sarà un avversario molto difficile da affrontare in una gara secca, proprio i le qualità dei singoli. Il Napoli comunque non ha più fame di noi perché in una partita secca, che conclude l’anno, può succedere ogni cosa. Ci teniamo, eccome”.

A Garcia hanno sospeso la squalifica di due turni per la lite con lo steward, che ha ritrattato tutto, ma Allegri è concentrato sulla Juventus. Se poi domani sera dal Milan arrivasse un regalo contro la Roma…

Alla fine le polemiche servono a poco, alla fine contano i fatti e i risultati sul campo. E alla fine il campionato lo vincerà la più forte. Juventus-Roma sarà un duello avvincente fino in fondo, al di là di squalifiche e chiacchiere varie. Noi ieri sera abbiamo fatto il nostro dovere, vincendo a Cagliari e segnando, dopo due pareggi, in particolare lo stop parziale in casa contro la Sampdoria. Inoltre, quello che succede da altre parti non è che mi interessi più di tanto. Un regalo dal Milan? Beh, il Milan prima di tutto il regalo lo deve confezionare a se stesso visto che lotta per il terzo posto. Certo, un risultato positivo non ci farebbe schifo.

Quanto a Tevez, tornato al gol contro il Cagliari, Allegri sottolinea:

All’inizio è stato decisivo, nelle prime sei partite e in Europa con il Malmoe in casa. Poi, rimane determinate in tutte le gare. Magari non sarà al top, ma è sempre decisivo. Come gestirlo? Con le vacanze, da martedì… Carlitos è uno dei migliori al mondo e fortunatamente – conclude – l’abbiamo noi qui alla Juve.

L’Apache sorride, ma non si scompone più di tanto: è concentrato sul prossimo obiettivo, la Supercoppa, e vuole vincerla ad ogni costo:

La Supercoppa è importante. A questo punto della stagione c’è un po’ di stanchezza, ma serve una bella partita. Dopo il Mondiale era normale che Higuain accusasse un po’ di fatica, ma El Pipita è sempre pericoloso. Ho già segnato 10 gol? Posso sempre fare meglio e non mi accontento. La classifica dei cannonieri è un obiettivo.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi