Juventus-Milan 1-0: le interviste post partita | JMania

Juventus-Milan 1-0: le interviste post partita

Juventus-Milan 1-0: le interviste post partita

Juventus-Milan 1-0: le interviste post partita con il tecnico Massimiliano Allegri e i due protagonisti assoluti, Paulo Dybala e Alex Sandro

Juventus-Milan 1-0. È un Massimiliano Allegri soddisfatto quello che si presenta a fine gara ai microfoni di ‘Premium Sport’: il tecnico livornese è ben consapevole che la partita non è stata affatto bella da vedere, ma in questo momento bisogna dare continuità ai risultati e per ora va bene così. “Partita molto complicata – esordisce – , il Milan ci ha creato molte difficoltà. Forse non è stata una bella partita sotto l’aspetto tecnico, ma l’importante era vincere. Oggi abbiamo rosicchiato due punti alla Roma, sorpassato il Milan e realizzato la terza vittoria consecutiva: è un turno favorevole”.

Un dato importante è rappresentato dal fatto che nonostante si giocasse contro un tridente, la Juve non ha mai sofferto gli avanti del Milan:

“Oggi sono stato molto soddisfatto dalla ricerca della palla dai piedi degli avversari in posizione alta, abbiamo difeso bene, ma dobbiamo aver meno fretta nelle giocate e essere più concreti. Ora sotto con la Champions”.

Poi, Allegri fa alcune considerazioni sui singoli:

“Io su Dybala sono sempre stato convinto, ma è normale gestirlo. Lui sta crescendo, ha qualità importanti e le sta mostrando. Io devo saperlo gestire, oggi si è mosso bene tra le linee. Cuadrado? Non potevo mica far 4 cambi. Khedira infortunato? Abbiamo preferito non rischiarlo – conclude – per il riacutizzarsi del dolore a una vecchia cicatrice muscolare”.

Sesto gol con la maglia della Juventus, Paulo Dybala è sempre più il trascinatore della squadra di Allegri. A 22 anni, ha l’arduo compito di caricarsi sulle spalle una compagine fin qui senza gioco, ma a quanto pare la cosa non lo spaventa:

“La mia giocata decisiva? Una giocata dopo una gara tattica. Ne abbiamo parlato durante questi mesi, sappiamo che qui l’unica cosa che conta è vincere – dice Dybala a Premium – e queste vittorie danno più fiducia per le prossime partite. Adesso abbiamo la Champions, sappiamo che dobbiamo vincere per andare avanti e non dipendere da nessuno e la prossima settimana affronteremo il Palermo come abbiamo giocato con il Milan”.

juventus-milan-alex-sandro

Decisivo nell’azione del gol di Dybala, Alex Sandro è entrato in campo solo perché Evra si è fermato per infortunio: un bel colpo di fortuna per Allegri. Intervistato da ‘Mediaset Premium’, il terzino brasiliano ha parlato della gara di stasera e della corsa scudetto:

“Lo scudetto? Ci pensiamo, ma pensiamo partita dopo partita e cerchiamo di vincere sempre. È stata una bella soddisfazione, è sempre bello giocare per aiutare la squadra nella fase offensiva. Il campionato è lungo e lotteremo punto a punto. La Champions League? Il nostro obiettivo è quello di passare il turno e fare del nostro meglio giocando con una squadra forte – sottolinea Alex Sandro – , dobbiamo cercare di arrivare agli ottavi di finale”.

Un commento

  1. Quello di cui non si rende conto allegri (Buon tecnico e nulla piu) è che l’unico modulo che non può utilizzare è proprio quello col trequartista.
    Chi lo fa ha grandi interpreti del ruolo proprio perché ormai hai bisogno, in quella zona del campo, di gente tecnica e veloce..ed Hernanes a volergli bene può essere giusto tecnico.
    Forse potrà farlo il prossimo anno con Berardi, Ma quest’anno Deve rassegnarsi Prima che sia troppo tardi.
    La Juventus ha le potenzialità per centrare almeno il terzo posto ed un buon cammino in coppa, a patto che si mettano da parte certe testardaggini e si osi un po. (Dopo Alex Sandro magari Rugani al posto di qualcuno li dietro?)
    E puntare a moduli adatti ai giocatori che hai.
    Ad esempio, mercoledì mancando khedira, non sarebbe da disprezzare un 4-4-2.
    Con Alex e cuadrado alti a centrocampo, Marchisio e pogba in mezzo e morata-dybala davanti.
    Dietro linea con lich-barzagli-bonucci-chiellini (terz sx).
    Sperando che allegri no si dimentichi dei vari lemina e pereyra (quando sarà pronto), ottimi giocatori.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi