Juventus- Maccabi Haifa: le pagelle | JMania

Juventus- Maccabi Haifa: le pagelle

Buffon: 8 Dopo due minuti è già determinante sul colpo di testa di Dvalishvili. Mai impensierito dai ragazzini del Maccabi per oltre un ora, fa il bis ed il tris nel finale, permettendo a questa Juve di portare a casa i fondamentali tre punti. Quando si legge che uno come lui vale un attaccante da …

pagelleBuffon: 8
Dopo due minuti è già determinante sul colpo di testa di Dvalishvili. Mai impensierito dai ragazzini del Maccabi per oltre un ora, fa il bis ed il tris nel finale, permettendo a questa Juve di portare a casa i fondamentali tre punti. Quando si legge che uno come lui vale un attaccante da 20 reti a stagione, se ne comprende il perchè.
Fondamentale.

Zebina: 5
Dispiace vederlo nuovamente tra le braccia dei ragazzi dell’infermeria, ma ormai è una costante negli anni e quindi ci parrebbe strano se lo vedessimo sempre in campo. Per di più, ieri sera ha pure fatto qualche errore non da poco prima di uscire per infortunio. (Càceres dal 35′ del primo tempo: 6. Ha fatto il suo sulla fascia, senza sbavature se non un paio di svarioni appena entrato, a freddo. Lo abbiamo notato spesso cercare il passaggio di ritorno o il triangolo con i centrocampisti, ma non è stato supportato a dovere. Dotato di buona tecnica e corsa, va rivisto prima possibile anche in campionato, magari iniziando proprio da Siena domenica pomeriggio).

Cannavaro: 6
Qualche errorino lo commette, ma nulla di trascendentale. Esegue il compito in maniera diligente, aiutato dall’esperienza che di certo non gli manca. Pare un po’ giù di tono fisicamente: non guida adeguatamente il reparto difensivo come sa fare e quindi nascono i problemi. Rivedibile.

Chiellini: 7.5
Solito baluardo in difesa, impreziosisce la gara anche con il goal partita che regala alla sua Juve i tre punti. Per lunghi tratti diventa la sponda preferita per gli appoggi dei centrali bianconeri e questo sarebbe da evitare, vista la tecnica non eccelsa….comunque tra i migliori, ieri sera.

Grosso: 6.5
Qualche cross degno di nota (uno clamorosamente non sfruttato a dovere da Trezeguet), tira in porta un paio di volte (lui almeno ci prova!) e fa il suo dovere in difesa.

Felipe Melo: 5.5
Da “mister 25 milioni” ci si attende sempre di più e per adesso il calcio champagne esibito con il Brasile non si è ancora visto. Ferrara – finalmente – gli affianca un giocatore per coprirne le folate offensive ma non è serata ….e non è Sissoko l’uomo da affiancargli. Qualche leziosità di troppo a centrocampo da cancellare all’istante: le coronarie dei tifosi bianconeri ringrazieranno. Esce in lacrime per un pestone assurdo al 60′. (Poulsen: 6. Fa il suo lavoro diligentemente, contrastando a destra e a manca. Molto meglio lui a fianco di Melo).

Sissoko: 6
Io adoro la maniera anarchica di giocare del maliano, quindi sono abbastanza di parte. Ieri sera ha recuperato tanti palloni, ma altrettanti ne ha persi mettendo in difficoltà la retroguardia bianconera. Schierato a supporto di Melo davanti alla difesa, abbandona spesso la posizione costringendo Melo a ripiegare: prestazione comunque sufficiente, ma Ferrara ha da lavorare con lui….

Camoranesi: 7
Se Mauro è in serata, si vede subito la differenza. E ieri sera lo era, nonostante le condizioni climatiche non siano il top per i giocatori tecnici come lui: salta l’uomo, si propone in avanti, si fa tutto il campo a destra ed a sinistra facendosi trovare sempre pronto. In pratica, un trequartista, a tutto campo. Speriamo duri.

Diego: 6.5
La condizione fisica non è ancora al top e si vede. Ma il brasiliano ha classe da vendere e con il supporto di Camoranesi e Giovinco – due che trattano il pallone di prima come Dio comanda – si esalta. Manda in goal Chiellini e ci riesce quasi anche con Camoranesi: non è fortunato con le punizioni. Sulla via del ritorno…

Giovinco: 7
Senza dubbio il migliore dei suoi, assieme a Buffon. Nonostante l’inevitabile pressione da “ultima chiamata” – al quale ormai dovrebbe essere abituato – Seba gioca molto bene sia sul piano caratteriale che tattico. Sempre propositivo, si procura una serie infinita di punizioni, con tanto di cartellini gialli al seguito. Belli i duetti con Diego e Camoranesi: c’è intesa. Gli manca solo la concretezza sotto porta: un goal avrebbe suggellato una prestazione da incorniciare. Vogliamo rivederlo in campo a Siena.

Trezeguet: 6
La fortuna non lo assiste e spreca una buona occasione su cross chirurgico di Grosso. Si fa vedere spesso in area, ma non capitano molte occasioni per uno come lui. Peccato.

Ferrara: 6
Di stima, più che altro. La bontà o meno del “nuovo modulo” darà le sue risposte in altre occasioni: i ragazzini del Maccabi non sono di certo un test valido. Per adesso abbiamo visto ancora tanti lanci lunghi, giocatori che non tengono la posizione creando pensieri non indifferenti per la difesa e tanta approssimazione in generale. Vogliamo credere che non sia colpa sua e che le nuove direttive in campo debbano essere digerite con il passare del tempo. Se non altro, stavolta non ha cannato i cambi…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi