Juventus, Llorente: "Accoglienza incredibile, voglio vincere e migliorare" - foto e video presentazione | JMania

Juventus, Llorente: “Accoglienza incredibile, voglio vincere e migliorare” – foto e video presentazione

Juventus, Llorente: “Accoglienza incredibile, voglio vincere e migliorare” – foto e video presentazione

Prima di presentarsi in conferenza stampa, Fernando Llorente ha risposto via Twitter alle domande dei tifosi della Juventus: “Lo Juventus Stadium mi è sembrato bellissimo, spero di segnarci molti gol”, ha detto il nuovo bomber bianconero. “L’accoglienza dei tifosi è stata incredibile, l’italiano? L’ho studiato per mesi”. E lo si capisce subito in conferenza stampa, …

Conferenza-Llorente7Prima di presentarsi in conferenza stampa, Fernando Llorente ha risposto via Twitter alle domande dei tifosi della Juventus: “Lo Juventus Stadium mi è sembrato bellissimo, spero di segnarci molti gol”, ha detto il nuovo bomber bianconero. “L’accoglienza dei tifosi è stata incredibile, l’italiano? L’ho studiato per mesi”. E lo si capisce subito in conferenza stampa, dove Llorente dimostra di conoscere già molto bene la nostra lingua. Prima che parli il diretto interessato, però, Beppe Marotta ha così presentato il neo acquisto:

“Siamo riusciti, grazie alla nostra tempestività ad assicurarci un giocatore di qualità, dando l’ufficialità il febbraio scorso. E’ un campione del Mondo e d’Europa in carica. Abbiamo apprezzato un professionista di grande valore nei contatti di questi mesi. Riponiamo grande fiducia in lui e siamo orgogliosi. Lo accogliamo con grande piacere ed entusiasmo”, ha detto il dg bianconero.

Il mercato? Il Marotta replica chiaro ai giornalisti presenti in sala:

“Con L’arrivo di Llorente e Tevez, sono arrivati due giocatori di grande qualità, in questo momento per quanto riguarda il reparto offensivo siamo molto contenti. Jovetic? Ci sono delle difficoltà di rapporto. Quindi pensiamo di essere a posto così”.

Sono tanti i giocatori del presente e del passato bianconero ammirati da Llorente, ma quello a cui si ispira è a sorpresa Michel Laudrup:

“Il mio modello è Laudrup – continua Fernando Llorente – ho visto molte partite della Juve e credo abbia un gioco bellissimo. Il mio primo gol lo dedicherò alla mia famiglia. Il mio soprannome è il ‘Re Leone’. Quanto sono felice da 1 a 1000? 1000! Quando non gioco mi piace andare al cinema, stare in famiglia e uscire con gli amici. Le persone a me più vicine mi hanno spinto ad accettare la Juve e venire a Torino”.

Inevitabile la domanda sulla scelta del numero 14:

“La maglia numero 14? E’ un numero che mi piace molto e credo che posso fare molto bene con questo numero. Ho scelto la Juve perché credo che è una grandissima squadra e per me è un sogno giocare qui. La Juve è la squadra più grande che mi ha voluto”.

Per quel che riguarda gli obiettivi, Llorente preferisce stare con i piedi per terra:

“Champions? È una competizione è molto difficile, dobbiamo andare passo dopo passo e riuscire a fare sempre di più. Ci giocano molte squadre che sono difficili da affrontare, non dobbiamo avere pressioni. Dobbiamo stare tranquilli e andare passo dopo passo. Gli altri attaccanti? Possono giocare con tutti quanti, sono tutti grandi giocatori e sono felice di poter giocare con loro. Posso aiutare molto la Juve. Spero di prendere sempre più confidenza e fiducia e fare sempre meglio”

La presentazione dello spagnolo arriva a pochi giorni da quella di Carlos Tevez. Con questi due i tifosi bianconeri sognano la vetta d’Europa:

“Tevez? In questa grande squadra non siamo solo due attaccanti. – replica però Llorente –  Possiamo fare tutti bene. Sono decisioni che deve prendere Conte. I gol? L’importante è aiutare la squadra a vincere. Dobbiamo vincere il terzo scudetto consecutivo, sarebbe bellissimo”.

Con Conte, intanto, il bomber ex Athletic Bilbao ha già parlato e le impressioni sono ottime:

“Sì, ho parlato con  Conte alcune volte. Mi è sembrato un allenatore simpatico e sono molto contento di poter essere allenato da lui. Quest’anno la Juve ha giocato un calcio bellissimo, hanno meritato di vincere il campionato. Se mi ispiro a qualcuno della Juve? Baggio, Trezeguet, Del Piero, molti giocatori ottimi hanno giocato come attaccanti qui”.

In ritiro, Llorente, non vede l’ora di imparare da un certo Andrea Pirlo, dopo aver giocato con Xavi e Iniesta

“Sono tutti forti e sono differenti tra loro. Spero che Pirlo possa aiutarmi a crescere come giocatore”.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=9YN1KbYUBNU[/youtube]

3 commenti

  1. L’operazione Ogbonna sta assumendo i contorni dell’incredibile, siamo ai limiti del parossistico. Stai a vedere che alla fine riescono a sganciare tutti quei soldi al torino per sta mezza ciabatta.
    Non riesco a capacitarmi come si possa spendere quei soldi, senza contropartite, per uno così. Davvero fuori di testa.
    Ci sono milioni di difensori affidabili nel mondo che costano meno di Ogbonna, anche più giovani (uno è Dragovic che sta prendendo l’Inter, ad esempio). Questo acquisto annulla tutto il credito che marotta si è guadagnato con le operazioni Tevez-Llorente. L’operazione Zaza, fenomeno del nuovo millennio, temo completerà l’opera.

  2. Grazie marmotta!!!!!!!
    Karl

  3. perchè non l’11?

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi