Juventus-Lazio | Allegri | Conferenza stampa | Video

Juventus-Lazio, Allegri: “Ci giochiamo lo scudetto”

Juventus-Lazio, Allegri: “Ci giochiamo lo scudetto”

Alla vigilia di Juventus-Lazio, Massimiliano Allegri si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti

Alla vigilia di Juventus-Lazio, Massimiliano Allegri si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti. Il concetto espresso dal tecnico bianconero a pochi giorni dalla gara di ritorno contro il Monaco è una sorta di refrain: “giocherà la formazione migliore”. Non vuole sentir parlare di riserve, dunque, né di turnover, nonostante la Juve si trovi a giocarsi la stagione in un momento molto delicato con un vero e proprio tour de force davanti: “E’ un ciclo complicato – ammette – , difficile. Ci giochiamo scudetto e Champions. Per questo dico: vero che abbiamo un buon vantaggio, ma siamo di fronte a una serie di impegni super”.

Dopo lo scivolone contro il Parma, la Juventus è tornata a vincere, seppur di misura, in Champions contro il Monaco:

C’era stato un calo di tensione, avevamo sbagliato la gestione del secondo tempo, quando abbiamo subito il gol. Ma è passata. Ora stiamo bene, per fortuna ho tutti i giocatori a mia disposizione, per le scelte che devo fare tra Lazio e Monaco. Fra Lazio e Monaco devo pensare di schierare i migliori del momento, senza pensare ad ammonizioni o cose del genere. Non avrebbe senso.

Inevitabile parlare di mercato e della bomba sganciata ieri dal Corriere della Sera: Tevez lascerà davvero in anticipo la Juventus?

Il mercato è permanente, e ci siamo abituati. Sono cose che passano, giorno dopo giorno, e noi siamo consapevoli di una cosa: possiamo vincere tanto e non abbiamo portato a casa ancora niente. Quindi, pensiamo a fare le cose per bene, al meglio. Conta solo questo.

Quanto alla situazione dei top player, Allegri chiarisce poi alcuni concetti:

Pirlo è appena rientrato e ha bisogno di giocare: gara dopo gara, la sua condizione cresce. Pogba è ancora lontano dal giorno del ritorno in campo. Tevez? Volete dire il mercato? Ripeto: non ha senso parlarne, giochiamo una partita alla volta, oggi pensiamo allo scudetto, alla quota da raggiungere per vincerlo. A me non interessa quando lo si vince, mi interessa solo vincerlo.

Infine, i complimenti alle squadre italiane che stanno facendo punti importanti per il ranking:

I complimenti a Napoli e Fiorentina per quello che hanno fatto in Europa League. E sono molto contento perché il calcio italiano acquisisce un valore importante. Purtroppo in Italia tendiamo a distruggere tutto, mai a costruire. E’ più facile sempre distruggere che costruire. Quindi dire che l’Italia va male, che il calcio va male, che va tutto male… Poi invece si scopre che abbiamo due squadre che possono arrivare in semifinale di Europa League e una squadra che può arrivare in semifinale di Champions. E’ un passo avanti del calcio italiano, sicuramente anche a livello di punteggio di ranking l’Italia quest’anno ha preso molti punti, che magari ci serviranno tra un paio d’anni per poter ritornare ad avere quattro squadre nella Champions.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi