Juventus-Lazio 2-0 | Allegri - Dybala | Interviste

Juventus-Lazio 2-0: le interviste ad Allegri e Dybala

Juventus-Lazio 2-0: le interviste ad Allegri e Dybala

Juventus-Lazio 2-0, Supercoppa Italiana 2015. È un Massimiliano Allegri molto soddisfatto quello che si presenta ai microfoni Rai al termine della gara vinta a Shanghai contro la Lazio. Non è stato semplice, ammette il tecnico toscano, ma ci sono segnali positivi: la Juve ha ancora fame di vittorie e i nuovi innesti hanno subito dato …

Juventus-Lazio 2-0, Supercoppa Italiana 2015. È un Massimiliano Allegri molto soddisfatto quello che si presenta ai microfoni Rai al termine della gara vinta a Shanghai contro la Lazio. Non è stato semplice, ammette il tecnico toscano, ma ci sono segnali positivi: la Juve ha ancora fame di vittorie e i nuovi innesti hanno subito dato una risposta importante dopo un precampionato così così. “Vincere era importante soprattutto per la crescita di questo gruppo”, sottolinea ‘il conte Max’.

Alla prima partita ufficiale sono stati subito decisivi Mandzukic e Dybala, per altro subentrato solo nella ripresa a Coman:

Mario è un giocatore di caratura internazionale così come lo è Khedira, che purtroppo è stato fermato da un infortunio. Dybala è molto giovane, deve crescere, e in certi momenti della partita manca un po’ di esperienza. Mi ha fatto arrabbiare con il tunnel nel finale? Sono i pregi e i difetti dei giovani… Sono molto contento per i ragazzi, perché si sono adattati a giocare su un campo pessimo che non aiutava certo lo spettacolo. Ci serviva una partita di carattere e così è stata: abbiamo giocato con ordine e difeso bene. Vincere subito era importante: dobbiamo avere pazienza quest’anno – continua – per permettere a questo gruppo di crescere e ottenere risultati importanti.

Sono andati via tre big, ma questa nuova Juventus può aprire un ciclo:

Il nostro obiettivo dev’essere quello di costruire una squadra per i prossimi 4-5 anni. Altrimenti avremmo tenuto i giocatori che già avevamo. Adesso abbiamo un po’ di giorni per prepararci al meglio in vista dell’Udinese, poi penseremo alla Roma. Ma le partite sono 38 e tutte andranno affrontate nel modo migliore.

Raggiante Paulo Dybala, subito decisivo: primo trofeo della carriera per l’argentino, che ha anche una dedica importante da fare:

E’ un’emozione diversa. La prima partita con la maglia della Juve, segnare in finale e vincere: è indimenticabile. La società ha fatto un grande investimento su di me, spero di ripagare la fiducia di tutti. Allegri arrabbiato nel finale? Ho chiesto scusa per quel tunnel sbagliato. L’obiettivo qui è sempre vincere, me lo hanno detto tutti. Adesso pensiamo alla prossima. La dedica? E’ per la mia famiglia e la mia ragazza.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi