Juventus: il disastro stagionale depotenzia Marotta e promuove Nedved | JMania

Juventus: il disastro stagionale depotenzia Marotta e promuove Nedved

Juventus: il disastro stagionale depotenzia Marotta e promuove Nedved

Completato il disastro con l’addio, a meno di miracoli, anche dall’Europa league, Agnelli – ad un anno esatto dal suo insediamento quale presidente della Juventus – getta nella mischia l’unico nome ancora spendibile davanti ai tifosi furibondi. Ovvero, quello di Pavel Nedved, passato nel giro di poche settimane da consigliere personale del giovane presidente a …

Completato il disastro con l’addio, a meno di miracoli, anche dall’Europa league, Agnelli – ad un anno esatto dal suo insediamento quale presidente della Juventus – getta nella mischia l’unico nome ancora spendibile davanti ai tifosi furibondi. Ovvero, quello di Pavel Nedved, passato nel giro di poche settimane da consigliere personale del giovane presidente a vero e proprio artefice del mercato. E’ quello che hanno percepito in questi giorni tutti gli addetti ai lavori circolati dalle parti di corso Ferraris: il peso dell’ex Pallone d’oro è cresciuto ultimamente in maniera esponenziale a mano a mano che scemavano le possibilità della squadra di raggiungere gli obiettivi minimi stagionali.
L’allenatore sarà esonerato, l’amministratore delegato e dg resta al suo posto, ma sa di essere sotto osservazione. Perché dopo un anno, le scelte di Marotta destano perplessità: parecchi milioni saranno spesa per il riscatto di giocatori che non hanno convinto. Se non saranno riscattati, bisognerà tirare fuori tanti quattrini per i soli prestiti. Non solo. La pessima stagione ha portato alla svalutazione di tutti, a cominciare da Martinez pagato oltre dodici milioni di euro. Numeri allarmanti che fanno rotolare la palla verso Nedved, che annuncia di fatto Conte allenatore e partecipa alla trattativa per Aguero.

Credits: Leggo

9 commenti

  1. Martinez ha destino segnato alla Fiorentina come contropartita, ben visto da Mihailovic, spero che oltre al conguaglio da dare, venga Vargas e non Gilardino

  2. …in effetti al suo primo anno Marotta non ha fatto molto meglio di Secco, il che è tutto dire… speriamo si riprenda 🙂

  3. Makegatzurobot

    Pepe è un ottima riserva, può essere la riserva di un krasic o del laterale alto che arriverá, come martinez, non ha giocato mai quest’anno, prima di perdere quei soldi io lo riproverei x un altro anno

  4. @ riki, Amauri nn l’ha portato Marotta…
    considerato che Diego adesso vale si e no 6/8 mil,Marotta ha fatto un’affare.

  5. Gli errori di Marotta si chiamano:

    Delneri che non ha saputo prendere il comando della squadra
    Martinez lasciamo stare
    pepe quando mai nella juve di moggi poteva essere titolare
    Motta uno che sa spingere solo il carrello del supermercato
    Amauri un’inutile giocatore e bidone ad onorem
    E diego sarà pure scarso ma perchè mai lo avrà venduto per 12 ml, per prendere quella schiappa di martinez

    questi e altri ,,,,,,

  6. do la mia benedizione di tifoso ansioso e voglioso di tornare a guardare la juve giocare, divertire, imporre la propria mentalità e vincere (anche se ci vorranno un paio di anni) ma permettetemi una domanda:
    il buon Nedved, l’astuto Marotta, il tecnico Conte e il presidente Agnelli non si sono chiesti se Pirlo fa al caso nostro?
    la sua posizione e il suo ruolo non sono ideali nello scacchiere di Conte, l’investimento è cospicuo, l’età è al limite e vige una grande incertezza fisica.

    Non facciamo come negli anni passati….”poi si vedrà”-“ci sarà modo di amalgamare la squadra”-“bla, bla,bla…” non abbiamo tempo e pazienza. Basta si facessero i sacrifici del caso, accidenti!!!

  7. Qualcosa mi dice che prima o poi (FARSA PERMETTENDO) qualche “VECCHIA” conoscenza mai dimenticata, tornerà all’ovile..:)

  8. Marotta ha fallito. Grazie e arrivederci MAI piu’!!!!!!!!!!!

  9. Piu’ potere decisionale a Pavel Nedved !
    Con il suo carisma e conoscenza di calcio,Ci fara’ tornare GRANDI.
    Marotta lo teniamo x risolvere i prestiti e le comproprieta’,e fra un paio di anni lo saluteremo.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi