Juventus-Genoa: le interviste post-partita. Toni: "Nessuna rivincita" | JMania

Juventus-Genoa: le interviste post-partita. Toni: “Nessuna rivincita”

Juventus-Genoa: le interviste post-partita. Toni: “Nessuna rivincita”

Del Neri: “Vittoria limpida, fiducioso per il futuro” “Avevamo dieci giocatori nuovi da inserire, siamo cresciuti e ce lo meritiamo. Anche a Roma abbiamo giocato attentamente e oggi contro una squadra scorbutica siamo riusciti a ribaltare il risultato, non abbiamo concesso quasi niente al Genoa e credo che la vittoria sia limpida. Rispetto alla gara …

Del Neri: “Vittoria limpida, fiducioso per il futuro”
“Avevamo dieci giocatori nuovi da inserire, siamo cresciuti e ce lo meritiamo. Anche a Roma abbiamo giocato attentamente e oggi contro una squadra scorbutica siamo riusciti a ribaltare il risultato, non abbiamo concesso quasi niente al Genoa e credo che la vittoria sia limpida.
Rispetto alla gara con il Brescia abbiamo avuto 7-8 palle gol. Sotto un caldo cocente da andare in spiaggia abbiamo tenuto alla grande fisicamente e psicologicamente. Sono fiducioso con queste premesse per il futuro. Oggi vengo esaltato per i cambi mentre contro il Bologna mi definivano un brocco. Buffon? Ci sono delle gerarchie, le rispetto poi se vogliamo far polemiche ad ogni parola dei giocatori facciamole. Marco ha fatto benissimo e sapeva che doveva rimpiazzare Buffon mentre era fuori ed è giusto che ragioni da titolare. Il ruolo del portiere è molto delicato, io ho Buffon titolare della Nazionale e campione del mondo, secondo voi è facile tenerlo fuori se sta bene?”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_I1uKzOG15M[/youtube]

Giuseppe Marotta: “Una piccola impresa”
“L’obiettivo iniziale era quello di vincere a tutti i costi. Certamente la partenza è stata condizionata da questo autogol di Bonucci che ci ha messo in grande difficoltà. Purtroppo in casa c’è questa sindrome dell’Olimpico che spesso e volentieri prende i giocatori. Siamo riusciti a riagguantarla e direi che come pressione, come predominio territoriale eravamo in vantaggio noi, ma poi c’è stato questo secondo gol di Floro Flores, su una nostra ingenuità e a quel punto era ancora più difficile rimontare; ci siamo riusciti per caparbietà e quindi direi grande merito alla squadra per aver avuto questo spirito vincente che ci ha portato alla vittoria. Nonostante tutto siamo riusciti in questa che secondo me è una piccola impresa, considerando anche che oggi presentavamo una squadra nuova per 9/11esimi; poi quando è uscito Felipe Melo, che poi è stata anche la svolta della gara con l’arrivo dei due gol, 10/11esimi erano giocatori nuovi, per cui penso che qualsiasi squadra risentirebbe di questa situazione. Auspico che quando gli altri giocatori saranno a disposizione, anche per questo finale, potremo fare meglio”.

Luca Toni: “Pensiamo partita dopo partita”
“Questo gol contro la mia ex squadra non ha un gusto speciale. Sono solo contento di essere entrato e di aver fatto buone cose. Ci tengo sempre a fare bene con questa maglia. Continua la rincorsa all’Europa? Dobbiamo pensare partita per partita, ne vinci una e sei lì, ne perdi un’altra e sei fuori. Ora dobbiamo stare concentrati e preparare al meglio la partita con la Fiorentina”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=NFb_T-c9u6w[/youtube]

Alessandro Matri: “Grazie ai compagni e ai tifosi”
“E’ un messaggio più che altro per noi stessi – precisa l’attaccante – Nel secondo tempo si è vista una grande voglia di vincere e una determinazione che sarà fondamentale mantenere sino alla fine del campionato. 4-4-1-1? In realtà abbiamo giocato in quel modo praticamente tutta la partita, perché nel primo tempo c’erano Marchisio, Krasic o Pepe che si alternavano alle mie spalle. Poi dopo l’ingresso di Toni sono arretrato un po’ di più io, anche se è stato proprio Luca a darmi il pallone per il gol, con una grande giocata. Grazie ai compagni e ai tifosi, che mi hanno accolto benissimo. Qui ci sono molte più pressioni rispetto a quelle che vivevo a Cagliari, ma proprio grazie al gruppo sono riuscito a inserirmi benissimo”.

Davide Ballardini: “La Juve non arriverà quarta”
“Contro il Cagliari la scorsa settimana avevamo fatto la peggiore gara della stagione, oggi siamo tornati il solito Genoa
», ha proseguito Ballardini. «La Juve ha valori importanti, giocava in casa propria e sapevamo che pur facendo una grande prestazione puoi perdere. La Juve arriverà quarta? No, non centrerà la Champions e non ho altro da dire”.


Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi