Juventus - Galatasaray: analisi lucida | JMania

Juventus – Galatasaray: analisi lucida

Juventus – Galatasaray: analisi lucida

Al solito ho pensato a lungo sul cosa scrivere di questa partita. Vi confesso che mi sono venuti almeno una decina di titoli, dal ”Polli contro Turchi”, al ”Non basta un Tevez per vincere una Champions”, al ”Tanta fatica per nulla” e simili. Premetto che quando le cose non vanno troppo bene se da una …

FBL-EUR-C1-JUVENTUS-GALATASARAYAl solito ho pensato a lungo sul cosa scrivere di questa partita. Vi confesso che mi sono venuti almeno una decina di titoli, dal ”Polli contro Turchi”, al ”Non basta un Tevez per vincere una Champions”, al ”Tanta fatica per nulla” e simili. Premetto che quando le cose non vanno troppo bene se da una parte mi fanno ridere gli antijuventini che godono per un 2-2 nostro come se fosse una sconfitta per 4-0, dall’altra mi fan veramente cadere le braccia (per non dire altro) gli insulti di certi tifosi nostrani alla squadra. Parliamo nel bene e nel male di una squadra che per la stagione 2013-2014 è ancora imbattuta ed è in corsa per ogni obiettivo, oltre che aver vinto già una Supercoppa italiana. Detto che questi possono andare a tifare un altra squadra e io sono sempre primo sostenitore di una critica sana e onesta, cerco di fare un analisi la più lucida che conosca.

La prima cosa che mi viene in mente è che la squadra non ha per niente una mentalità europea. Sempre approcci timidi si giocasse pure contro l’Apollon Limassol. Poi magari si ha una reazione quando si va sotto. Conte, per quanto riguarda l’approccio, ha dato fin da subito un’impronta vincente nelle partite di campionato; non mi sembra di poter dire altrettanto per quelle di Champions. Nella sua gestione mi viene in mente solo una partita condotta dall’inizio alla fine con la mentalità giusta ed è: Juventus-Chelsea (fra l’altro in un pessimo momento loro se non ricordo male), poi solo sprazzi qua e la o mezzi tempi con Shakhtar, Celtic o Chelsea (in casa loro). Sempre, in quasi tutte, approcci timidi e recuperi sul filo del rasoio. Non è una particolare colpa, Capello ebbe lo stesso rendimento di Conte con una rosa molto più forte. Storicamente poi io ricordo solo due Juve scendere in campo con la mentalità di dominare anche in Europa: la Juve del Trap e di Platini e quelle di Lippi.

Seconda cosa, la Juve non mi è parsa così assolutamente superiore al Galatasaray che fra l’altro come noi, fa incetta di titoli nazionali. Nè a livello di gioco nè tantomeno a livello di singoli. Quindi volerei basso basso perché qualora (ed è possibile) passassimo il turno non mi sembra che siamo così attrezzati per arrivare fino in fondo. Almeno rispetto ad altri. Se il Galatasaray non parte per vincere la Champions mi pare corretto che anche noi si faccia altrettanto. Anche se la Storia dei due club è assai diversa in campo non va la Storia vanno i giocatori.

La terza cosa che mi viene in mente e faccio un complimento a Conte, è che i Turchi sono andati in confusione quando ha inserito Llorente. Non tanto per la prestazione di Nando, onesta ma non fenomenale, quanto per il fatto che fino a quel momento ci avevano preso le misure e credo avremmo potuto giocare fino a mezzanotte con il 3-5-2 che non la si pareggiava. Entrata la terza punta ci hanno messo un poco a capire chi l’avrebbe dovuta marcare e guarda caso Quagliarella ha fatto anche il gol del 2-1 proprio perché in mezzo i Turchi si sono smarriti. Poi l’ennesima dormita ha vanificato tutto ma abbiamo ragione a dire che si può e si deve, in certi momenti, mettere la terza punta e Conte la deve smettere di perseverare con il 3-5-2 fino alla morte, in un gioco perverso tipo punchball con la testa contro il muro.

Quarto mi pare di poter dire e lo dico dall’anno scorso e lo ribadisco tuttora, che Quagliarella dovrebbe essere più avanti nelle gerarchie degli attaccanti visto quanto segna rispetto a quanto gioca. Conte a Quagliarella non concede due partite di fila se in una non segna mentre ad altri li fa giocare anche con 38 e mezzo di febbre quando non segnano per filotti di 5-6 partite ed oltre. Non mi pare giusto.

Quinto se i nostri esterni tutti, magari imparano a crossare come si deve e non alla che cojo-cojo, la cosa sarebbe a dir poco apprezzabile perché è veramente uno spreco di risorse inutili tutto questo gioco sulle fasce al cospetto di siffatta pochezza di cross fatti bene. E infatti per metter la palla in testa a Quaglia per il 2-1 deve scendere giù Pirlo.

Concludo con un pensiero sull’ammenda pubblica di Bonucci. L’ennesima, dopo quelle passate di Chiellini (Inter) e Buffon (Chievo). Vi posso dire : ”Ma che ve possino…” Ora le ammende pubbliche possono essere anche una bella cosa fin quando non diventano tipo uno spot pubblicitario. Sarei molto più felice se Buffon, Bonucci e Chiellini e altri evitassero di fare cazzate grossolane. Errori di sufficenza che a questi livelli non sono tollerabili.

Per il resto che cosa vi devo dire? Questa Coppa per noi è maledetta. Non so che macumba ci hanno fatto ma se qualcuno conosce qualche sortilegio per togliercela lo faccia al più presto perché ne abbiamo bisogno.

Di Alessandro Magno

23 commenti

  1. infatti bisogna sforzarsi di essere originali perchè le copie seppure a volte ben fatte restano sempre copie appunto. 😉

  2. Ave Magno,
    sei troppo preparato ed interessato per cadere nell’equivoca equivalenza tra Barca e Juve.
    Il possesso palla del Barca non è certamente svolto per il 60% sulla propria linea difensiva come da noi!
    Alla juve coloro che vedono più palla sono Chiellini, Barzagli e ahimè quella sciagura di Bonucci.
    saluti

  3. e intanto la roma 0-3 all’inter . questi mi sa che han fame davvero non come noi che siamo andati a milano a barcelloneggiare per un ora salvo svegliarsi poi sul 1-0 per gli altri.

  4. si zibesco mi riferivo soprattuto a vucinic e giovinco ma di piu a mirko. io son del paere che bisogna essere equi fra i giocatori . quaglia per quanto poco gioca segna pure troppo dai.

    gasp63 io rispondo sempre ai commenti a volte riesco a partecipare di piu a volte meno pero se mi segui vedrai che io sempre leggo tutti i coomenti ai miei pezzi
    bennuz e come darti torto?

  5. Scusami A.M. quando scrivevo che forse tu ti riferivi a Quaglia ho sbagliato a scrivere perchè si capiva che tu ti riferivi a MirKo

  6. Caro A.M. quando dici che non è giusto dare tante changes,anche febbricitanti, a certi giocatori che hanno deluso dici il vero.Tu forse ti riferivi a Quaglia ma l’esempio,più eclatante, ed io direi più vergognoso, è quello di dare quindici changes ad un non calciatore come Isla, che per la Juve è diventato una vera sciagura.Non supera mai l’uomo, non arriva mai a fondo, tira tutti i pseudo-cross nei piedi dell’avversario, non recupera un pallone, si limita a fare passagini indietro di 5 mt ed a volte li sbaglia pure.per non parlare di gol che si mangia a porta vuota (Inter) o per quelli che ,con la sua latitanza, fa fare agli avversari(vedi Gala).In sostanza un uomo inutile e pure dannoso, che per me non è un giocatore di calcio, anzi per me è la negazione del gioco del calcio,inteso come produttività ed intelligenza.Ed è patetico che Conte si giustifichi dicendo che non ha ali:il peggior Padoin non può essere inutile e dannoso come Isla, e poi non ci sono i primavera?(peggio non possono fare) e poi perchè non cambia modulo?Far giocare ,con scuse puerili, Isla è come far giocare gli avversari 12 contro 10.E’ chiaro che ci sono colpe anche degli altri ma almeno gli altri qualche cosa di buono lo hanno fatto in questi due anni.Isla invece si è dimostrato un flop gigantesco e mandarlo in campo è autolesionismo puro contro la nostra Juve

  7. Ottimo Bennuz….., la penso come te e devo dire che mi piace l’idea di chi posta un articolo poi lo commenti con gli utenti, la disamina del grande A. Magano è perfetta, da juventino anche io mi rendo conto che così stando le cose non si possano coltivare speranze, troppe cose non combaciano nonostante i risultati non siano proprio negativi, mi auguro che Conte e tutta la squadra ci smentiscano, questa è la mia speranza, in fondo scarsi non siamo solo che non riusciamo ad erogare tutta la potenza che potremmo.

  8. Io sulla partita sul Gala non mi sono ancora mai espresso anche perchè l’unica cosa da dire è: Sono incazzato.
    Sono incazzato con Bonucci perchè sembra esser tornato lo svampito prima della cura Conte.
    Sono incazzato perchè dopo il goal il nostro grande condottiero non stava urlando ” Islaaaa Cazzo torna al tuo postooooo, siamo passati a Quattrroooooo” ma era girato verso il pubblico ad incitarlo….
    Sono incazzato perchè abiamo perso punti importanti perchè eravamo molli, solo Tevez aveva grinta agonistica vera il resto della squadra sembrava li per fare il compitino in una partita quasi da dentro-fuori.

  9. Non si addormentava col Galatasaray ovviamente.

  10. Detto tutto questo qui sopra, se entrava una delle 24/25 occasioni col Copenaghen e la difesa non si addormentava a 3 minuti dalla fine, oggi la Juve sarebbe a punteggio pieno. Dico questo perché a volte ci vuole anche un po’ di c….lo. Comunque i problemi ci sono e non sono di poco conto!Fooooooooooooorza Juveeeeeeeeeeeeeeeeeee

  11. Mi pare che Conte e’ un pochino troppo sacchiano come modo di gestire la squadra …. a volte bisogna anche avere la capacita’, come dire, di “far saltare gli schemi” e creare un po’ di imprevedibilita’….. d’altronde hanno capito tutti come giochiamo….. se ne stanno tutti belli coperti dietro, ci lasciano fare il nostro possesso palla, attualmente abbastanza lento e scontato, e poi ci infilano nelle ripartenze….. non capisco perche’ Conte si ostina a dire che non ha i giocatori per cambiare modulo, e’ evidente che non e’ vero…. credo che i motivi siano altri, forse ha paura e non si fida dei giocatori, eccessiva paura di perdere, non lo so ….. credo che una linea a 4 con barzagli e chiellini centrali con asa e il lich sulle fasce non sia male …. sempre forza juve

  12. …a la questione mentalità non dipende dai fenomeni in campo la juve di lippi che ha vinto la champions schierava gente come torricelli pessotto jugovic padovano dilivio ravanelli gente presa da squadre di seconda fascia nonc omprata a fior fiori di quatrini pero’ questi mangiavano gli avversari.

    capitolo cross. narra la leggenda che lihedolm quando arrivo al milan prese tassotti loporto davanti a un muro che limitava il campo di allenamento disegno con il gesso un cerchio di un metro di diametro porto’ tassotti a 30 metri da quel murro egli disse ” bene adesso tu mi fai dei cross e cerchi di centrare quel cerchio, quando lo centri almeno 9 volte su dieci ti puoi allenare con gli altri”….ora dubito che tassotti l’abbia centrato nove volte su dieci pero di fatto ha imparato a crossare 😉

  13. CIao raga grazie a tutti medmax non siamo poi cosi distanti nella disamina io credo che la sostituzione terzino terzino ala per ala o cosi come le fa sempre conte non sposta nulla per la squadra avversaria viceversa se cambi modulo costringi anche gli altri a cambiare modulo poi che entra llorente o un altro è ininufluente ma devi cambiare strategia se quella che attui non funziona econte a livello strategico purtroppo è scarso.

    quagliarella ha fallito la seconda chanse che gli han dato e non gli è mai stata data una terza è quello che in definitiva dico io. ad altri che han fallito la seconda la terza la quarta la quinta la sesta gli è stata data sempre un alta chanse e non mi parlate di continuità di rendimento di vucinic e giovinco perchè non sono piu continui di fabio. cosi ho risposto anche a lucio. la fiducia in un attaccante è tutto. è capitato a gente come del piero trezeguet paolo rossi platini nedved zidane di non segnare per tante partite la gfiducia li ha guariti. se quaglia va via fa bene.

    edo conte è un grande motivatore e un gtrandissimo preparatore atletico purtroppo a un fissazione negativa per le punte forse perchè quando giocava lui gli stava sul cazzo correre e farsi il culo e poi magari uno come trwezeguet che non faceva una mazza per tutta la partita segnava e si prendeva i titoli tuttavia sbaglia conte perchè il calcio è fatto di tanti elementi e servono anche i killer d’area anche se non si sbattono per tutta la squadra finalizzano il lavoro di tutta la squadra.

    non so se conte sia un problema o un separato in casa inestamente non credo certo è lasciato molto solo perchè in società ci sono persone abbastanza incompetenti. conte non deve solo fare l’errore di sentirsi un grande allenatore ma deve capire che anche lui ha sempre da imparare.

    il 3-5-2 va bene come modulo base se gli piace ma deve avere delle varianti non esiste un modulo valido per tutti esiste la strategia che è una partita a schacchi fra i mister se conte non impara questo si limita da solo.

    la cosa che non si possa giocare col 4-3-3 senza pepe è una delle cagate piu grosse che ho sentito in vita mia. non penso si possa giocare col 4-3-3 con pirlo ma con pogba marchisio e vidal mi pare il modulo adatto

  14. @Arthur Avenue

    Chi ha parlato di miliardari? Io no. Il mio sogno/utopia è che la proprietà della Juventus passi in mano ai suoi tifosi. Lo è il Barca e credo qualche altra squadra spagnola, forse il Valencia,come lo sono la stragrande maggioranza delle squadre di Bundesliga.
    Poi ho scritto, “Conte è solo, in tutti i sensi”, quindi sia nel bello che nel cattivo tempo ed è evidente che di errori ne ha commessi pure lui e mica pochi. Ma l’anello debole non è lui per me.

  15. ArPharazon…amico non sara ( lo dici tu e mi dissocio ) una grande proprieta ma i miliardari ci pensano 100 volte prima di investire nel calcio specie quello italiano….poi ci vogliono anni per fare una vera squadra…..come anni ci ha messo Agnelli a riportarci in alto. Certo con l indispensabile contributo di Conte e pure di Marotta che noi pardon io critico spesso ma ci vuole equilibrio……non e che la vacca e di proprieta di chi urla piu forte…o di chi ha maggiore visibilita 8 l allenatore )…..vendi o ti vendono MATRI e piangi dopo che quasi sempre lo hai fatto entrare nei finali di partite…….ma era importante prima o lo e diventato dopo tanto per criticare chi ti sta sulle palle,,,,avalli o di nascosto ti portano via Marrone Giaccherini Immobile Gabbiadinie poi ci ritroviamo in campo , anzi neppre in campo Bendtner Anelka …lo stesso stava accadendo per Lorente che aquila non sara ma e apparso dopo urla strepiti di tutti per un ulteriore investimento tenuto a secco per piu di 60 gg ad imparare i suoi movimenti…..ma per favore bravo si ma anche full of shit….io credo che i 3 ragazzi attaccanti dati via avrebbero fatto certo meglio di quelli sopra citati …non ci voledva molto…..anche questo fatto di nascosto a Conte…Dr Agnelli si urge un chiarimento per capire se si rema ancora nella stessa direzione…….tralascio i campioni voluti dal nostro condottiero Peluso e Padoin che pero hanno la saggezza di stare buoni e farsi trovare pronti a chiamata…….un saluto sara dura quest anno se le premesse sono quell a cui io faccio riferimento un carssimo saluto

  16. @depa

    fratello gobbo, Conte è uno sanguigno, ha carattere e integrità, ma non è cretino che non capisce. È, pardon la metafora, un puro sangue e deve relazionarsi con gente del suo livello. Per poter fare certe scelte ci vogliono anche sostegno, competenza e protezione da parte della società. Questo alla Juventus non succede, basta ricordare il comportamento di AA nell’ “affaire Conte-calcio scommesse”, per non parlare delle duvergenze ormai triennali fra dg e allenatore in sede di calciomercato. Sono convinto che difficilmente vedremo una grande Juventus fin quando rimarrà in mano a questa proprietà e con questa dirigenza. Conte è un pezzo pregiatissimo che rischiamo concretamente di perdere se continua così e il resto di conseguenza. Un saluto sperando che il dio del calcio stia sempre dalla parte giusta…

  17. @Alessandro Magno,
    concordo con questa analisi a freddo sulla gara col Galatasaray. Permettimi di fare qualche considerazione su quanto detto:
    – l’insermento di Llorente ( insieme all’uscita di un Bonucci non da gare internazionali) ossia di una terza punta ha creato problemi di adattamento al Gala, a dimostrazione che un gioco più offensivo può spalancarti maggiori spazi per le punte. Riuscirà l’integralista Conte a capirlo, senza trovare scusanti come l’assenza di Pepe che non gli consentirebbero il 4-3-3 ???
    – Ribadisco quanto già affermato sulla necessità di riassestare la squadra: il problema di questa Juve non è tanto in avanti (Tevez, Quaglia, Vucinic, Llorente, ecc… sarebbero più che sufficienti) quanto a centrocampo e in difesa. Pirlo, anche se col Gala ha mostrato un pò più di dinamismo, non ha tuttavia la freschezza di un paio di stagioni fà e urge trovare un suo sostituto se si vuole mantenere questo schema di gioco, altrimenti in un 4-3-3 Vidal-Pogba-Nainngolan sarebbero l’ideale. In difesa spero che anche Bonucci si prenda un pò di turni di riposo ( meglio se a vita…). Da quando ha fatto quel famoso lancio smarcante che ha generato il goal alla punta che non ricordo chi sia stato, in una precedente gara, adesso si crede Beckembauer e si permette dribbling (…finchè gli vanno bene) e lanci a tuttocampo di cui il 95% finische fuorimusura. Il guaio è che Pure Conte è convinto di avere un Beckembauer in squadra dandogli facoltà di sostituire Pirlo nell’impostare il gioco: i risultati si vedono.Nonparliamo ovviamente degli errori difensivi….. La Juve ha bisogno di un centrale di spessore internazionale considerando che anche Barzagli comincia a perdere i colpi.
    – Quanto a Quagliarella, anch’io l’ho sempre apprezzato per le sue doti tecniche ma non va dimenticata la sua discontinuità, come suggerisce anche @Madmax. L’unica cosa certa è che in campo internazionale si esalta e trova sempre la zampata vincente e di questo Conte dovrebbe tenerne conto (scusate il gioco di parole…).
    – Insomma credo che con pochi ritocchi (difesa, centrocampo e cambio modulo) le cose potrebbero cambiare parecchio, ma quì entra in gioco la volontà della società e del mister nel voler perseguire il cambiamento: in queste condizioni serviranno solo i miracoli per proseguire in Champions e anche in campionato la vedo dura…..

  18. BASTA 3-5-2…..BASTA!!!!

  19. a,magno……che dire… io sono convinto che sia in corso una guerretta tra amiconi che poi in pratica non sono per nulla ( amici ) Ricordo il pensiero Conte sulla figura del tecnico come lo immaginava il ns eroe…..il Ferguson italiano. Allora ci si deve anche fermare davanti ad aspirazioni non concretizzatesi che pero possono anzi potrebbero diventare azioni di sabotaggio non dichiarato. Le medaglie di scudetti e coppe non si tolgono a nessuno ma ogni anno e un nuovo ball game..i meriti rimangono ma vanno riconfermati rinverditi magari inventandosi qualcosa senza persistere nella solita litania. Volevo Zuniga , mi hanno venduto Giac Matri…….Si da il caso che il Napoli abbi aqualcuno che comanda ( quanto mi costa dirlo )ed e il presidente mentre il ns Egr persona mi pare molto defilata e lascia ad altri fatti che poi si riflettono sulla sqaudra. Un bell incontro in cui ognuno dica la sua, anche ad esempio che se ne vuole andare….non sara la fine del mondo ma basta giocare a rimpiattimo ..infallibili chiamati Marotta o Conte non ne esistono e l allenatore risponde al dir generale ….detto cio Agnelli intervenga se necessario e monitori la situazione per poi prendere decisioni in merito…..Quetsa e la JUVE…non e ne la SAMP ne il LECCE …E BASTA PIANTI RIPETO SI INVENTINO QUALCOSA ……….

  20. Concordo con Ale Magno praticamente su tutto, ma la mentalità non europea secondo me non è mostrata nè dai giocatori nè da Conte, che non urla più come un tempo, specie durante la Champions.
    Anche nel dopopartita ha commentato “E’ difficile la qualificazione ma se ce la faremo vorrà dire che siamo stati bravi, se non ce la faremo vorrà dire che son stati bravi gli altri e applaudiremo gli altri” quasi come se volesse metter le mani avanti, e ciò non ispira nè fiducia nè grinta nei giocatori.
    Domenica ci aspetta il Milan in casa, affrontare la gara con furore dovrebbe essere d’obbligo: vedremo cosa faremo nel primo tempo

  21. @ArPharazon: concordo, sperando che non sia lui che con il suo comportamento si isoli ….
    è bravo a gestire una squadra, ma è bravo a fare squadra? certe sue esternazioni pubbliche me lo fanno dubitare … e vorrei tanto sbagliarmi!

  22. @Alessandro Magno

    Analisi condivisibilissima. Certo sarebbe bello che queste idee sfiorassero la mente della dirigenza bianconera oltre che l’allenatore. A mio parere Conte è solo, in tutti i sensi.

  23. Ave Magno,
    buongionro a te ma questa volta non concord in alcune cose:
    1) “i Turchi sono andati in confusione quando ha inserito Llorente”
    secondo me ècosa normale dopo un cambio, del resto quel cambio non se lo aspettava neanche…… Conte! A parte gli scherzi credo che il vero cambio di marcia c’è stato quando, uscito l’inutile e dannoso Bonucci (ma da quanto lo dico?!) dietro siamo passati a 4 col risultato di accorciare i tempi di ripartenza (il 70% di possesso palla fatto in gran parte da Bonucci-Chiellini-Barzagli non è possesso di qualità!) e finalmente avanzare il baricentro visto che loro avevano praticamente il solo Drogba in attacco.
    2)Non credo che Conte possa psicologicamente la squadra in modo diverso a seconda delle competizioni, è chiaro che i giocatori sanno bene di non essere competitivi in Europa e di qui il complesso d’inferiorità chje li blocca.
    3)”Quagliarella non concede due partite di fila se in una non segna mentre ad altri li fa giocare anche con 38 e mezzo di febbre” ricordo a tutti che il Quaglia ha fallito le seconde chances ricevute dopo le grandi partite, un esempio fu il dopo gara col Chelsea…ma ci sono altri esempi in cui ha tradito le attese.
    4)”e i nostri esterni tutti, magari imparano a crossare” a questo punto vuoi che imparino?! sono belli e fatti ormai!
    Infine concordo pienamente con te quando dici “per la stagione 2013-2014 è ancora imbattuta ed è in corsa per ogni obiettivo” quindi … calma e sangue freddo.
    P.S:: per favore…Bonucci non lo voglio più vedere e smettetela di mentire affermando che “sa impostare” l’azione qundo invece per un lancio che becca ne sbaglia 5 !
    SALUTI

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi