Juventus-Galatasaray 2-2: le pagelle | JMania

Juventus-Galatasaray 2-2: le pagelle

Juventus-Galatasaray 2-2: le pagelle

La Juventus pareggia 2-2 contro il Galatasaray e vede complicarsi la strada per la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. Un vero peccato per come si era messa la partita, perché nonostante fossero andati in svantaggio, i campioni d’Italia erano riusciti a ribaltare la situazione. Pesanti, pesantissime le distrazioni in difesa, ma l’impressione …

FBL-EUR-C1-JUVENTUS-GALATASARAYLa Juventus pareggia 2-2 contro il Galatasaray e vede complicarsi la strada per la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. Un vero peccato per come si era messa la partita, perché nonostante fossero andati in svantaggio, i campioni d’Italia erano riusciti a ribaltare la situazione. Pesanti, pesantissime le distrazioni in difesa, ma l’impressione è che ci sia più di qualcosa che non vada. Le pagelle:

Buffon 6: Al pronti e via si fa trovare preparato sulla conclusione da posizione defilata di Drogba, ma per il resto non subisce tiri nello specchio. Incolpevole sul pareggio dei turchi, potrebbe invece fare qualcosa in più nell’uscita su Drogba, dove manca completamente il pallone.

Barzagli 6-: Partita gestita in complessiva calma fino all’87’ minuto, quando si lascia attirare verso il centro dell’area lasciando libero Bulut sul secondo palo. Preciso nella gestione della palla, è altrettanto bravo nell’ impedire a Drogba di crearsi occasioni da gol importanti. Come detto, partita giocata su discreti livelli fino all’87’, ma la fatale disattenzione sul gol del pareggio gli costa l’abbassamento del voto.

Bonucci 4: Totalmente fuori fase. Nell’impostazione è disastroso, non azzeccando mai un passaggio nè tanto meno un lancio lungo, e nella copertura è ancora peggio. Regala a Drogba la palla dell’1-0 con un passaggio suicida a Buffon. Assolutamente il peggiore in campo assieme a qualcun altro.

Chiellini 6: Lotta, sgomita e si dà da fare: sicuramente il migliore del terzetto difensivo. Con Drogba ha un duello aperto, che vince, come Barzagli, solo fino all’87’. Troppo disattento, infatti, sulla sponda di testa dell’ivoriano che ha poi permesso ai turchi di pareggiare. Per lo meno si sono rivisti in campo alcune cose positive, come gli anticipi per far ripartire l’azione.

Lichtsteiner 5.5: In questo periodo il terzino svizzero va a rilento. Rare sono le occasioni in cui mette in mezzo un pallone invitante per le punte (soltanto uno stasera) e rare le situazioni in cui riesce a liberarsi dell’avversario. Ha qualche buona chance per rendersi pericoloso, ma le sfrutta malamente. L’infortunio a metà partita infila soltanto di più il coltello nella piaga. Da recuperare non solo fisicamente, ma anche di testa.

Vidal 6: La partita non è stata delle migliori, ma almeno ci ha provato fino alla fine. Nei primi 45 minuti sbaglia parecchio, soprattutto regalando ai turchi palle troppo morbide che si impegna però a recuperare immediatamente. Nella ripresa ci si mette d’impegno, ed il gol su rigore gli dà ancora più carica. Sulla fascia destra gioca praticamente da solo, mentre le combinazioni centrali con le punte hanno fruttato poco e nulla.

Pirlo 6+: Meglio rispetto alle ultime uscite. Nonostante la gabbia creatagli dai centrocampisti avversari, infatti, è riuscito a toccare una quantità maggiore di palloni, ed i lanci per gli esterni erano dosati alla perfezione. Delizioso la palla per Vucinic verso la porta e splendido il cross in mezzo per l’incornata di Quagliarella. Da apprezzare anche la partita di sacrificio del regista bresciano, che si è preoccupato spesso di recuperare la palla e di intercettare le giocate avversarie.

Pogba 5: Sotto tono rispetto al suo livello abituale. Non riesce a divincolarsi dal pressing avversario e a crearsi lo spazio per un’azione pericolosa. Le giocate gli riescono, è vero, ma sono quasi tutte inconcludenti.

Asamoah 6+: Uno dei migliori. Su quella corsia di sinistra è un pericolo costante, e in fase di copertura concede poco. Le combinazioni con i compagni sono ottime, mentre i cross in mezzo un po’ meno. Manca più incisività nelle conclusioni verso la porta e nelle palle da mettere in mezzo.

Tevez 6: Un sei un po’ stiracchiato per l’Apache argentino. Per come siamo abituati a vederlo in campo, infatti, quella di oggi è stata una prestazione appannata, un po’ sotto tono, che non rispecchia veramente il valore di questo giocatore. La voglia di fare è tanta, ma oltre a quella c’è poco e nulla. Le combinazioni centrali non riescono, e i tiri registrati nello specchio zero. Va tenuto conto, ovviamente, della tenuta fisica e dello sforzo che ha dovuto impiegare per essere presente stasera.

Vucinic S.V.: Davvero sfortunato. Era partito col piede giusto, ma quello scatto su lancio di Pirlo lo ha messo K.O.. Speriamo non sia nulla di grave.

Quagliarella 6.5: Il migliore in campo. Subentra a 25′ minuti dall’inizio della partita al posto dell’acciaccato Vucinic e cerca da subito di imprimere il suo marchio. Buona l’azione in cui anticipa su un cross dal fondo Hakan Balta, che lo atterra in maniera evidente (ma per l’arbitro non ci sono gli estremi per il rigore), e deciso nelle portellate con i difensori avversari. Ottimo il rigore procuratosi con un fallo ingenuo di Amrabat, e puntuale l’incornata in area piccola sul cross al bacio di Pirlo. Come dimostrato anche nell’annata scorsa, è l’uomo più decisivo in chiave Europa.

Isla 4+: Disastroso. Dovrebbe subentrare al posto dell’infortunato Lichtsteiner, ma evidentemente è rimasto in panchina. Sbaglia praticamente tutto, dai passaggi più semplici alle triangolazioni con i compagni. I cross sono un optional, e quei pochi che prova a mettere nel mezzo non superano la linea dell’area di rigore. Nel finale viene spostato da Conte a fare il terzino, ma evidentemente se ne dimentica: immemore degli insegnamenti basilari tralascia completamente la diagonale difensiva lasciando a Bulut lo spazio per siglare il pareggio. La mancanza di fiducia nei suoi confronti è tanta e anche i compagni, ormai, preferiscono azzardare la giocata piuttosto che servirgli la palla.

Llorente S.V.

Conte 5: Troppo testardo nel suo integralismo tattico. Il modulo è ormai troppo prevedibile, ed il possesso palla stile tiki taka troppo sterile. Occorre forse qualche rivoluzione tattica, un ritorno, magari, a quel 4-3-3 che tanto bene aveva fatto nella sua prima stagione sulla panchina bianconera. Non a caso stasera la Juventus era riuscita a ribaltare il punteggio dopo il cambio di formazione…

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

14 commenti

  1. @rem17
    io ho visto un galatasaray, che ripeto, è una squadra modesta, messo meglio in campo, lo occupava in tutta la sua ampiezza e lunghezza e il loro primo goal, aldilà dell’errore di bonucci è venuto su un’azione di pressing sulla nostra difesa. per essere una squadra in crisi, ha avuto l’umiltà di giocare secondo le sue attuali possibilità, proprio come auspichi tu per la juve: senza spocchia e con umiltà, in questo io vedo la mano di mancini.
    @ enrico
    ho visto anch’io le statistiche uefa, e mi sto domandando che partita ho visto: ricordo 2 tiri nel primo tempo, e faccio fatica a ricordare gli altri 25 nella ripresa.

  2. Io infatti non dubito di Conte, ma dei giocatori che ha a disposizione, sono diventati un po’ supponenti e si credono al top, commettono errori madornali e non vanno in campo con la dovuta concentrazione.
    E’ ormai la sesta/settima partita che buttiamo via il primo tempo e scendiamo in campo sicuri che prima o poi un gol verrà fuori. E invece ne regaliamo sempre agli avversari.

  3. Sinceramente, sul primo goal Bonucci calcia male la palla ma Buffon NON era in posizione ideale arrivando in ritardo su Drogba; in fase di attacco o di appaggio difensivo il portiere “DOVREBBE” esser al limite dell’area di rigore e NON al limite dell’area piccola…Sul secondo goal, lasciam stare.
    La rosa non fornisce variabili tattiche importanti, siam sinceri ed i cross arrivano dalle mezz’ali, tutto dire?! Diamo ad Antonio Conte un giocatore di fascia di qualità e ricordiamo CHI sono gli esterni di questa Juventus: Lichsteiner il migliore, Pepe in infermeria, Asamoah un forte centrocampista adattato a buon difensore, Isla (???), De Ceglie, Peluso (accettato da Conte perché si potevano spendere solo pochissimi mln di euro…) e Padoin (da preferire ad Isla sempre a questo punto!). Non proprio giocatori funambolici od immarcabili mi pare…
    Ho riletto le statistiche della Uefa, beh…ha ragione Conte, seppu rin mille difficoltà 27 tiri in porta e 13 nello specchio…Dubitare di Antonio Conte è ingiusto.

  4. @lonemax
    Non mi sembra che Mancini ci abbia dato una lezione. Ci siamo fatti 2 gol da soli, ma anche con errori clamorosi. Sennò Mancini andava a casa senza punti.
    Abbiamo commesso errori clamorosi anche contro il Chievo (buffon), con l’Inter (chiellini), con il Copenhagen, a tutti abbiamo regalato almeno un gol (al chievo 2). Non per questo quegli allenatori ci hanno dato lezioni.
    L’importante è riportare la concentrazione e soprattutto l’UMILTA’ di 2 stagioni fa’. Qui troppa gente pensa di essere al top e non lo è. Meno spocchia e più grinta e corsa. Vedrai che poi le lezioni le diamo noi.

    E per favore si prenda spunto tutti quanti dal signor Carlos Tevez, uno che anche con la caviglia a pezzi e dall’alto del suo stipendio faraonico, giustamente corre dietro a tutti e si sfianca fino al 95mo di ogni match, dando un esempio di estrema umiltà e dedizione alla causa.

  5. Siamo messi peggio dell’anno scorso… se i turchi fanno 6 punti nella doppia sfida con i danesi, salvo miracoli, saremo gia’ fuori dalla champions…. forza juve

  6. personalmente penso che in europa ci sarebbero diversi allenatori che si fregherebbero le mani dalla contentezza se avessero a disposizione la rosa della juve.
    i giocatori devi farli giocare nel loro ruolo se vuoi che rendano al meglio, li puoi adattare, ma non si pretenda poi che rendano come uno di ruolo.
    vedendo la partita di ieri, avremmo potuto avere nani, robben o ribery, ma al momento del cross se hai 2 uomini in area contro 7, non sarebbero serviti neanche loro, tanto più che il quaglia e tevez messi insieme sono alti poco più di un loro difensore centrale. siamo specialisti nell’acquistare giocatori che non sanno crossare (asa, isla, giack, licht, de ceglie, peluso, caceres, padoin…) o piuttosto il problema è un’altro? il cross per essere efficace deve essere possibilmente dal fondo e avvenire in velocità e di prima.
    i nostri esterni invece sono obbligati a fermarsi, aspettare il taglio di qualcuno che arriva da dietro (e ieri sera non arrivavano mai) e dare la palla rasoterra: risultato il 90% dei cross finisce sulle caviglie del difensore che recupera sul nostro esterno (ringraziando per averlo aspettato) o sui piedi di uno dei 6/7 che presidiano l’area. per questo quando arriviamo sulle fasce torniamo alla fine torniamo di nuovo per vie centrali.
    in questo momento, in cui la forma fisica latita, il 3-5-2 è troppo dispendioso per centrocampisti ed esterni: i primi devono recuperare palla ed inserirsi, i secondi devono coprire 90 metri di campo. non ce la fanno nè gli uni nè gli altri.
    non sono d’accordo sul senza voto a llorente: il suo ingresso in campo ha girato la partita, ha scompaginato la compassata difesa dei turchi creando glia spazi a quagliarella che fino a quel momento non era pervenuto, riguardate le immagini sul 2° goal: llorente taglia sul primo palo e si porta dietro i due centrali, e quaglia resta solo.
    inoltre si è liberato diverse volte sul secondo palo (il goal annullato è emblematico) e ha reso complicate le giocate di testa dei difensori.
    in europa contro squadre modeste come il gala, devi giocare per vincere, e llorente doveva partire titolare.
    mi spiace, ma mancini ci ha dato una lezione.
    poi magari mi sbaglio.

  7. ogni tanto mi chiedo perchè non abbiamo venduto isla e tenuto Giak

  8. La critica a conte va fatta perchè non cambia modulo ma soprattutto perchè insiste,autolesionisticamente, a mandare in campo ISLA, uno che non è un giocatore di calcio, nemmeno di promozione.E’ una sciagura, è la negazione del gioco del calcio.Conte per molto meno ha mandato via Elia,Krasic.Cosa c’è sotto?Date l’ingaggio di Isla in beneficenza perchè non merita una lira anzi dovrebbe lui pagare la squadra però come spettatore pagante in tribuna,è un bluff colossale ed una rovina per la squadra.Conte non vogliamo più vedere questo fasullo calciatore

  9. Mha secondo mè abbiamo fatto una buona gara come al solito, tenendo conto che il Galatasaray è arrivato ai quarti come noi l’anno scorso e che un attaccante come Drogbà ancora oggi è uno dei + forti in europa
    ….l’arbitro ci penalizzato in diversi episodi….la sfiga ha messo ko Vucinic …infine merito a Mancini che ha chiuso gli spazi centrali lasciando in panchina una punta.

    il rammarico arriva semmai dai continui regali che facciamo in difesa….ieri Bonucci e Isla…l’altra domenica Buffon…prima ancora Chiellini….Aoohh!! e basta mica siamo l’Empoli

    Qualche nota critica per Conte per aver insistito con un malconcio Tevez per 90min come domenica …..per aver bloccato la cessione di Isla all’Inter pochi mesi fà…
    e per il poco utilizzo di Llorente.

    Adesso per essere sicuri di passare dobbiamo per forza fare punti nelle 2 partite con il Real.

    come sempre Forza Juve

    saluti

  10. @Matteo.
    concordo con la tua analisi. Anch’io credo che sia controproducente questo integralismo tattico di Conte, è da ricordare però che non abbiamo in rosa giocatori di alto livello tecnico, se si escludono 2 o 3 persone. E purtroppo questo fa la differenza, se si considerano la miriade di passaggi sbagliati sia in fase di disimpegno che di lanci lunghi. Ho sempre sostenuto che a gente come Bonucci (penoso) e Chiellini dovrebbe essere impedito di fare lanci da play maker o da trequartista con i piedi buoni: il compito di impostare il gioco dovrebbe spettare ad altri. ma probabilmente questa non è l’idea di Conte il quale ha incensato Bonucci nel ruolo del Beckembauer arretrato e i risultati si vedono. Circa il modulo, ovviamente un 4-3-3 è quello che al momento conferisce un minimo di pericolosità in più alla squadra. Yuttavia, ho sempre sostenuto nei miei commenti, anche in fase di calciomercato estivo, che il problema nella juve non sarebbe stato tanto il top player in attacco, ma soprattutto i ricambi di adeguato livello a centrocampo (vedi sostituuto di Pirlo) e in difesa (vedi amnesie di Bonucci e Chiellini e un Barzagli non più il baluardo insuperabile della prima stagione). Gente come Strootman, Verratti, Benatia, Otamendi, Kolarov, Coentrao, ecc… dovevano e potevano essere un obiettivo concreto da raggiungere (magari non tutti insieme), così come hanno fatto altre società, per innalzare il livello qualitativo della squadra. Ma la Juventus (marotta? Agnelli? Conte? ) forse mal consigliati hanno preferito fare una campagna acquisti di basso profilo (se si esclude Tevez) preferendo rinnovi di comproprietà e acquisti francamente deludenti. Adesso tutti chiediamo i miracoli, ma i nostri sogni si infrangono di partita in partita contro le difese avversarie che sono sì chiuse ma stranamente…….squadre come il Real, il PSG, il Bayern, il Barcellona, non hanno grandi problemi a perforare. Adesso magari la juve farà un partitone a Madrid, è il nostro sogno, ma se la realtà ha qualche significato, è bene prepararci a vedere quello scontro col pallottoliere in mano…..

  11. concordo con i fratelli che mi hanno preceduto. innanzitutto il voto più basso, direi 4, va dato a conte e me ne dispiace onestamente assai …. ma è evidente ormai l’inadeguatezza dell’impostazione del gioco, e poi certe dichiarazioni non si fanno in pubblico, tra l’altro si delegittimano e sfiduciano i giocatori in rosa!!!

    la cosa più grave è che la squadra dopo essere passata in vantaggio ha pensato “è fatta, questi non non sono mai entrati nella nostra metà campo per tutto il secondo tempo, ora in tre minuti che potranno mai fare???” ed ecco la frittata!!! mancanza di concentrazione, ma soprattutto superbia altro che umiltà!!!

    come detto nelle pagelle se due difensori fanno tutto bene tranne al momento del gol subito al 87 che senso ha dargli 6??? secondo me un bel 5 ad essere giusti.

    secondo me anche se llorente ha giocato una manciata di minuti si merita minimo 6!

    isla per favore a casa, padoin sarebbe stato assai meglio …. e probabilmente qualsiasi primavera.

    insisto che riporterei immediatamente a casa rossi.

    un caro saluto a tutti i fratelli!!!
    forza juve sempre

  12. i voti ai giocatori non mi interessano, il vero voto negativo va all allenatore, ostinato e testardo su un modulo inadeguato per mancanza totale in rosa di esterni degni di quel nome
    Un bravo allenatore capisce quando è il momento di cambiare e proporre qualcosa di diverso, ora lo aspetto al varco
    vedere entrare isla e marchisio in panca 90 minuti vuol dire voler farsi del male; la cattiveria che ci contraddistingueva sta scemando ad ogni partita, ora conte o capisce che non deve MAI piu riproporre questo modulo inadeguato totalmente rispetto ai giocatori che abbiamo oppure ci si prospetta un declino costante

  13. Alla luce della partita sono convinto che sia un punto guadagnato.
    Sono altresì convinto che dovremo voltar cominciare a voltar pagina sul portiere…
    FINO ALLA FINE FORZA JUVENTUS
    Karl

  14. 1.Il livello della squadra e della fame messa in campo non appartiene in nessun caso a questa manifestazione.
    2.Un altro primo tempo buttato alle ortiche, ormai si gioca mezza partita alla volta.
    3.Si continua a regalare gol agli avversari, stavolta addirittura 2 grazie ad errori madornali di singoli giocatori
    4.L’impressione in chi guarda alla Tv è quella di una squadra che fa’ uno sterile possesso palla, lento peraltro, con la netta convinzione che pare stiano lì a giochicchiare, convinti che tanto prima o poi un gol arriva. Evidentemente non è così, gli avversari non ti aspettano.
    5.Il centrocampo, che ha 1 solo ricambio di qualità, finora è stato sopravvalutato. Singolarmente corrono tutti tanto, ma il pressing sugli avversari è un’altra cosa che al momento non ci appartiene
    6.Un giocatore pagato 18,8 milioni (!) secondo voi può commettere un errore del genere, dopo aver sbagliato un gol a 1 metro dalla porta in casa dell’Inter? Secondo voi è una cosa ammissibile? Secondo me non succede nemmeno in Promozione che uno si scorda della posizione che occupa in campo
    7.Di positivo c’è che in tutto questo eravamo cmq riusciti a ribaltare la situazione grazie all’unico vero attaccante che fa’ gol che abbiamo in squadra. Il quale peraltro abbiamo cercato intelligentemente di vendere a chiunque fino all’ultimo minuto di calciomercato.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi