Juventus - Fiorentina, Marchisio | "In palio tre punti pesanti"

Juventus – Fiorentina, Marchisio: “In palio tre punti pesanti”

Juventus – Fiorentina, Marchisio: “In palio tre punti pesanti”

Alla vigilia di Juventus – Fiorentina c’è grande carica nell’ambiente bianconero. Antonio Conte non parlerà nemmeno oggi, ma ci pensano i suoi top player a far capire quanto la Juve tenga a questa partita, non fosse altro perché i viola sono l’unica squadra ad aver battuto i campioni d’Italia. “La Fiorentina è l’unica che ci …

marchisio-juventus-fiorentinaAlla vigilia di Juventus – Fiorentina c’è grande carica nell’ambiente bianconero. Antonio Conte non parlerà nemmeno oggi, ma ci pensano i suoi top player a far capire quanto la Juve tenga a questa partita, non fosse altro perché i viola sono l’unica squadra ad aver battuto i campioni d’Italia. “La Fiorentina è l’unica che ci ha battuto – dichiara Claudio Marchisio in esclusiva a Sportmediaset –  è una buona squadra con un ottimo allenatore, ma vogliamo vincere. Domenica c’è anche Napoli-Roma e con la Viola ci sono in palio tre punti pesanti. Match point per lo scudetto? Non dipende solo da noi…”, aggiunge il ‘Principino.

Nel giro di pochi giorni, Juventus e Fiorentina si affronteranno per ben tre volte, visto che c’è di mezzo anche il doppio confronto di Europa League:

“Saranno tre gare molto importanti, a partire già da domenica. Per noi il campionato è importante e, vincendo, Napoli-Roma potrebbe regalarci altri punti importanti per aumentare il divario. All’andata ci hanno battuti. Eravamo partiti bene – continua Marchisio – e poi abbiamo visto com’è finita. Quella sconfitta però ci ha dato la scossa e dopo abbiamo fatto qualcosa di eccezionale…”.

In nazionale il ‘Principino’ è stato uno dei migliori contro la Spagna, ma la prestazione della squadra è stata deludente:

“Abbiamo sempre sofferto il gioco della Spagna, ma non solo noi. Al Mondiale però sarà un’altra Italia. Chiellini? Si è comportato da professionista, Prandelli e Conte hanno le loro ragioni. Il mister voleva tenerlo a casa per farlo allenare bene, il ct lo voleva in gruppo perché è un uomo importante per questa Italia”, conclude.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi