Juventus-Fiorentina | Allegri | Conferenza stampa | Video

Juventus-Fiorentina, Allegri: “Pogba gioca” (Video)

Juventus-Fiorentina, Allegri: “Pogba gioca” (Video)

Juventus-Fiorentina, semifinale di Coppa Italia, Massimiliano Allegri ha tenuto la consueta conferenza stampa della vigilia. Il tecnico toscano lascia intendere che la Juve vuole a tutti i costi la finale di Tim Cup 2014-2015, ragion per cui schiererà domani sera la migliore formazione possibile, mentre il turnover sarà rinviato a domenica contro il Sassuolo. Ovviamente, …

Juventus-Fiorentina, semifinale di Coppa Italia, Massimiliano Allegri ha tenuto la consueta conferenza stampa della vigilia. Il tecnico toscano lascia intendere che la Juve vuole a tutti i costi la finale di Tim Cup 2014-2015, ragion per cui schiererà domani sera la migliore formazione possibile, mentre il turnover sarà rinviato a domenica contro il Sassuolo. Ovviamente, Allegri non dà specifiche in merito agli undici titolari che scenderanno in campo, ma lascia capire tante cose:

Non ho ancora deciso la formazione che scenderà in campo domani. Barzagli sta decisamente meglio, valuterò oggi. E’ normale che è un giocatore che è otto mesi che non gioca, ha giocato due partite amichevoli, quindi dovrò valutare, decideremo insieme. Matri e De Ceglie? In questa parte della stagione dove abbiamo molte partite, c’è bisogno di tutti e tutti devono essere in buona condizione. Magari domani con la Fiorentina giocheranno tutti quelli che finora hanno giocato di più e magari lunedì col Sassuolo potrò fare dei cambi, non è la partita perché giochiamo in Coppa Italia, la Coppa Italia per la Juventus è un obiettivo importante, è 20 anni che la Juventus non riesce a vincere la Coppa Italia, quindi abbiamo il dovere di provarci. Domani quindi andrà in campo quella che secondo me è la formazione migliore per giocare la partita. Pogba e Sturaro? Stanno entrambi bene. Paul sarà della partita. Sturaro invece verrà in panchina. Tevez? Vediamo, ieri abbiamo fatto recupero e oggi valuterò le condizioni. A distanza di tre giorni c’è bisogno di forze fresche.

Nonostante il recente infortunio, dunque, Allegri manderà in campo Pogba, a riposo lunedì sera contro la Roma. A proposito della sfida con i giallorossi: i campioni d’Italia hanno sprecato un’ottima occasione di portarsi a +12:

A Roma la squadra ha fatto una bella partita per 70 minuti – continua l’allenatore – , concedendo poco e creando occasioni di pericolo, dando una prova di compattezza e serenità. Poi dopo abbiamo staccato la spina. E quando si fa così non conta più essere 11 contro 10. Non conta più niente. Abbiamo trovato una squadra che si è portata in avanti con coraggio senza avere più niente da perdere. Quando esci da una partita è difficile rientrare. Dobbiamo migliorare. Gli ultimi venti minuti con la Roma sono da cancellare. Le partite fino alla fine non finiscono mai. Soprattuto certi match dove i valori tecnici sono uguali. Morata? Mi sono arrabbiato perchè deve fare di più. È normale che non sia abituato a giocare ogni 3 giorni, è un’altra responsabilità rispetto a quella che aveva l’anno scorso. Questo non cambia il suo valore, non è che se non gioca bene una gara lo metto in panchina. Ho 5 giocatori che mi danno garanzie che giochi uno o che giochi l’altro.

Una costante della Juventus di Allegri è stata proprio l’incapacità di gestire partite nelle quali si è andati in vantaggio:

Forse non abbiamo ancora capito. Sta a me insegnare ai ragazzi la gestione della partita. Con la Samp abbiamo concesso un tiro e mezzo e abbiamo preso gol. Con la Roma negli ultimi 15 minuti abbiamo concesso tre punizioni pericolose. Con l’Inter è stato un match ancora differente. Nel primo tempo meritavamo di vincere, nella ripresa poi abbiamo rischiato.

Quanto alla Fiorentina, massimo rispetto: i viola di Montella sono in un periodo di forma strepitoso, anche per questo servirà la migliore Juve per passare il turno:

E’ una squadra che gestisce la palla. Per le caratteristiche dei singoli giocatori e per la mentalità che ha dato Montella. Noi cerchiamo di comandare le partite. E domani vedremo chi avrà la meglio, ma il possesso palla non è sempre la sola chiave di un match. Bisogna saper leggere le gare e capire come stanno andando. Gol su calci piazzati? Dobbiamo migliorare, dobbiamo essere concentrati. Dobbiamo lavorare in maniera diversa e trovare una soluzione che garantisca più sicurezza. Abbiamo preso 4/5 gol nella stessa posizione e dobbiamo rimediare.

Lo scudetto, in ogni caso, sembra essere in cassaforte, a meno di un “suicidio” bianconero. Allegri precica comunque prudenza:

Non è scontato che la Juve debba vincere il campionato. Vincere il quarto titolo per i ragazzi credo che sarebbe una cosa straordinaria che poche squadre al mondo hanno fatto. Non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo principale e straordinario della stagione. La Champions è un sogno. La Coppa Italia va vinta dopo vent’anni.

Riguardo alla Champions, ieri il Borussia ha perso per infortunio Marco Reus, ma dovrebbe recuperare per il ritorno contro la Juventus. Come sta invece Pirlo?

Spero di recuperare Pirlo e vediamo come sta. Manca ancora un po’ di tempo per il match. Per quanto riguarda Reus credo che sia uno dei migliori giocatori d’Europa. Se ci sarà affronteremo il Borussia con lui, altrimenti senza. L’obiettivo è centrare il passaggio del turno.

Domani sera la Juve si troverà di fronte il portiere brasiliano Neto, che pare abbia già un accordo con Marotta:

Non sono il più titolato a parlare di portieri. La Juventus però ha Gigi Buffon e vederlo allenare e parare dal vivo è uno spettacolo. Credo che sia un fuoriclasse a tutti i livelli. Mi piacerebbe e spero – conclude – che continui per tanti anni alla Juventus.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi