Juventus-Fiorentina 1-2 | Allegri | "Ce la giochiamo al ritorno"

Juventus-Fiorentina 1-2, Allegri: “Ce la giochiamo al ritorno”

Juventus-Fiorentina 1-2, Allegri: “Ce la giochiamo al ritorno”

Juventus-Fiorentina 1-2, Allegri a Rai Sport: “siamo in corsa per tutto e con tutto il rispetto per i viola possiamo andare a vincere lì”

Juventus-Fiorentina 1-2, Allegri a Rai Sport. C’è molto rammarico nelle parole di Massimiliano Allegri, tecnico bianconero che si aspettava una risposta diversa sul campo da chi magari gioca di meno. Purtroppo, questa sera ci sono stati tanti errori dei singoli, in particolare da chi di solito sbaglia molto poco come Claudio Marchisio. La qualificazione alla finale di Coppa Italia si è complicata inevitabilmente, ma l’allenatore toscano ci crede ancora:

Sapevamo di trovare una Fiorentina in un ottimo momento di forma. Il primo tempo è stato giocato bene da entrambe le squadre – ammette Allegri – , nella ripresa abbiamo perso ordine e su un altro pallone in uscita abbiamo preso gol. Potevamo pareggiare, ma la Fiorentina è stata più brava di noi ed ha meritato. Ce la giocheremo comunque al ritorno, non sarà semplice chiaramente. Abbiamo preso un gol su un giocatore che ha fatto 70 metri palla al piede, potevamo fare chiaramente meglio. Coman? Stava facendo bene, così come la squadra nel primo tempo.

La Juventus delle ultime settimane ha ottenuto risultati importanti, ma qualcosa sembrava scricchiolare già da tempo. Dal punto di vista del gioco e della condizione, c’è un calo che preoccupa in chiave Champions:

Tempo per allenarsi non c’è, ma ora pensiamo al campionato che è importante e poi ci prepareremo per le altre gare. Il campionato non è ancora finito come dicono tutti mentre l’Europa è un sogno e proveremo ad andare avanti. Non abbiamo esterni top? Dipende dalla costruzione della squadra. Giocatori come Bale e Ronaldo non ce ne sono molti, noi siamo abituati a giocare in un certo modo e non dimentichiamo che ci manca Barzagli, non abbiamo mai avuto Asamoah, Caceres è stato fuori a lungo e tanti hanno giocato senza sosta.

Probabilmente, per il nuovo modulo praticato da Allegri servirebbe un fantasista di ruolo…

Giocando con quattro centrocampisti con questo modulo è normale – ammette l’allenatore bianconero – , ma la rosa è importante e c’è Sturaro che si sta inserendo. Ma siamo in corsa per tutto e con tutto il rispetto per la Fiorentina possiamo andare a vincere lì.

12 commenti

  1. Recitare il riposa in pace non mi pare corretto…finora qualche risultato lo abbiamo ottenuto giocando bene…quindi inutile stare qui a fare i catastrofisti…la sconfitta doveva arrivare e fortunatamente è arrivata in coppa italia…così magari si svegliano!
    Ieri Marchisio irriconoscibile, ha regalato lui più palloni alla Fiorentina di quanti questi ne abbiano recuperati…ci può stare una partita no, ma ieri era troppo no. Il modulo era corretto secondo me, Pepe è l’unico che sa crossare e saltare l’uomo sulla fascia e infatti si è visto Llorente di testa finalmente. Vidal nel suo ruolo ha giocato finalmente meglio delle ultime uscite, la trequarti non è cosa sua. Avessimo messo dentro almeno 1 della 3 occasioni avute nei primi 7 minuti la partita avrebbe preso un’altra piega…Salah ha replicato quello che ha fatto Perez del Torino praticamente, e qui c’è poco da fare perchè i centometristi non li abbiamo. Piuttosto è stato grave l’errore di regalare palla da un calcio d’angolo. Cambiare tutto il settore di sinistra della difesa non è stato intelligente a mio avviso, uno tra evra e chiellini dovevano giocare, con tutto che evra non è così veloce, ma forse sarebbe stato un po’ + indietro e non avrebbe fatto partire salah.

    Ormai è andata la coppa. vincere a firenze è possibile, ma non se non corriamo. Mettiamo al sicuro il campionato e giochiamo la coppa con onore. Ma io una cosa continuo a non capire tra noi in italia e premier e bundesliga: che cavolo di preparatori atletici hanno?! Quelli corrono per 95 minuti senza fermarsi. Noi facciamo 45 minuti ad alto livello e poi cappottiamo…

    • Per quanto viola leggo sempre con piacere questo sito, frequentato da gente sportiva che ragiona equanimamente. La partita di ieri, per quanto nel secondo tempo dominata dalla Fiorentina, poteva avere un esito diverso, basti pensare all’occasione creata da Vidal in apertura. Certo che la Juve sembrava imbambolata. La faccenda, purtroppo, non è chiusa. Semmai c’è da chiedersi, ma il calendario degli impegni comanda, che senso abbia far trascorrere un mese tra andata e ritorno.

    • Egregio sig. Chemist,
      escluse due sole volte ho visto sempre il riposa in pace da parte della Juve in campo internazionale, negli ultimi 50 anni di storia calcistica.
      Questi sono dati inconfutabili ed un motivo ben preciso ci sarà.
      Certo, anche quest’anno, abbiamo ottenuto dei risultati ma per quanto riguarda il gioco mi permetta di dissentire su quanto da lei manifestato.
      Il gioco della Juve odierna non esiste: mancanza di ritmo, assenza di schemi, insufficienza atletica e non voglio andare oltre.
      Il nostro tifo, per quanto esasperato, non deve nasconderci la realtà.
      L’anno scorso la Juve, allo Stadium, intimidiva gli avversari. Quest’anno succede molto spesso il contrario.
      Negare ciò e’ falsità.
      Io,poi, abitando in Alto Adige posso vedere tutte le partite della Bundesliga e vengo invogliato a seguire sempre più questo campionato piuttosto che la serie A.
      Troppe polemiche, troppe moviole taroccate ad uso e consumo dei tanti sfigati tifosi anti juventini.
      Oramai il tifo calcistico italiano si divide tra tifosi juventini e tifosi anti juventini con becere polemiche da ambo le parti; con supporter giornalistici e televisivi completamente asserviti ai loro “padroni”.

      • non credo che allegri sia responsabile degli ultimi 50 anni di storia calcistica internazionale della juve.
        dire che l’anno scorso il gioco della juve intimidiva gli avversari non credo sia giusto, forse era più lo stadio che intimidiva.
        il primo anno di conte era una juve spettacolare che entusiasmava (e non dimentichiamo che in casa abbiamo pareggiato oltre ogni limite], il secondo ed il terzo mi sono divertito molto meno, sembrava la juve di capello, massimo risultato minimo sforzo. ricordiamoci che turchi portoghesi danesi russi etc. non è che hanno sofferto molto negli anni passati. in coppa italia siamo allineati ai risultati degli anni scorsi.
        il fatto che come dice cristiano il ritorno si giocherà a metà aprile è sicuramente un vantaggio per noi: bisognerà vedere se la viola avrà la stessa brillantezza di oggi, e noi peggio di ieri sera…. se fra un mese saremo come ieri sera, penso che sarà a rischio non il campionato, ma la partecipazione alla champions.
        forse non moriremo tutti. forse.
        redazione, finalmente è tornato un sito piacevolmente frequentabile senza assorbenti

        • Sig. Ionemax,
          Io non sono pro o contro Allegri, né pro o contro Conte.
          Constato solo che il calcio praticato dalla Juve di Conte era di gran lunga migliore di quello praticato da Allegri.
          Vedere in campo un allenatore che continua a “predicare” calma ai giocatori a me da fastidio.
          Il calcio attuale è fatto di agonismo, di “agressione” sportiva, di ritmo.
          Qualità che la Juve attuale palesa in pochissime situazioni.
          La cosa che mi preoccupa maggiormente, da vecchio tifoso, e’ lo svilimento qualitativo di molti giocatori, vedi Vidal, vedi POGBA, vedi Llorente. Bonucci e Chiellini sembrano, poi, sempre più spaesati.
          Questo è ciò che io sto costatando: ma forse mi sbaglio.
          Si può perdere o vincere ma la qualità del gioco e’ sempre bella da osservare e da ricordare.

  2. Scusate vi volevo chiedere quante coppe italia abbiamo vinto col tanto esaltato e adorato conte. No, perche’ mi pare zero,

    • Non voglio certo esaltare Conte: come allenatore non è da discutere, ma come uomo lascia molto a desiderare.
      Comunque la differenza di gioco della Juve dall’anno scorso ad oggi è ben visibile e credo lo possa constatare anche lei.
      Certamente non sempre si può vincere; ci sono anche gli avversari, ma giocare male come sta giocando attualmente la Juve di oggi fa veramente male a noi tifosi.
      Io che seguo la squadra dal 1954 mi sembra di rivedere la Juve di Heriberto Herrera: lanci al buio e pedalare, come sta facendo la squadra attualmente.
      Ma quello, ripeto, che a me preoccupa maggiormente è l’involuzione di molti giocatori: tanti, troppi sembrano essere diventati delle pippe.
      L’allenatore può provocare tutto ciò ed a trarne le conseguenze sarà la società dal punto di vista economico.
      Questo è deleterio, in questo momento di crisi economica anche nel calcio.

  3. Questo signore sta diventando più comico dell’ex allenatore dell’Inter, il che e’ tutto dire.
    Sembra che l’ambito calcistico italiano stia andando in tilt.
    Ho sentito ieri i commenti dei giornalisti e opinionisti televisivi, a seguito della partita ed ho letto le esaltatate dichiarazioni sui giornali odierni in merito alla prestazione del giocatore della Fiorentina Salah.
    Calciatore superlativo, campione arrivato nel calcio italiano! Così si sente e si legge da tutte le parti.
    Lo scorso anno era Gervinho ad incantare con le sue scorribande sul campo, quest’anno e’ Salah.
    In un campionato dove tutti trotterellano bastano due normali calciatori, che corrono, per fare la differenza e diventare dei “campioni”.
    Nel campionato inglese, dove giocavano prima e dove tutti corrono, erano considerati riserve.
    Forse che il Chelsea non sa giudicare i propri giocatori!
    Vediamo ai due goals di Salah alla Juve: il primo è merito suo o demerito della pollaggine juventina? Chi lo marcava e dove era la difesa?
    Il secondo goal era meglio se lo faceva direttamente Marchisio nella propria porta; avrebbe fatto miglior figura.
    Una cosa e’ certa: Montella ha surclassato Allegri!
    Questo allenatore ha vinto solo il primo anno al Milan, quando aveva in squadra fior di campioni, che avrebbero vinto anche da soli.
    È mediocre ma costa, dicono, non molto. È servile verso la proprietà e non “disturba” i giocatori. In compenso, e lo si constata facilmente, e’ in grado di svalorizzare molti giocatori da lui allenati.
    Purtroppo, con lui, abbiamo già perso la Supercoppa con il Napoli, stiamo per essere eliminati dalla Coppa Italia, così come dalla Champion.
    In campionati mi da’ qualche speranza il fatto che le due squadre, che ci seguono, non sono costanti e non certo migliori della Juve attuale.
    Ultima considerazione: la Juve di Conte correva molto più delle sue avversarie di serie A ed aveva uno schema tattico e, per questo, vinceva in campionato.
    In campo internazionale anche gli altri correvano e forse in modo migliore. Per questo non si riusciva ad emergere in Europa avendo anche giocatori non eccelsi.

  4. Biancuorenero

    Finita benzina pro-Conte adesso skeletor dovrà farcela da solo…sara veramente da juve? Vedremo in champions altrimenti addio Allegri non sei da juve.

    • Solo la dirigenza Juve poteva considerare Allegri un allenatore!

      • Purtroppo a questa dirigenza serviva un allenatore come Allegri, …senza troppe pretese, soprattutto di mercato e soprattutto un conservatore. Insomma uno che facesse il suo compitino, senza rompere troppo…..Adesso che sta finendo la birra, forse ne vediamo i risultati–

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi