Juventus | duro faccia a faccia tra Conte e Marotta

Juventus, faccia a faccia Conte – Marotta: ecco cosa è successo

Juventus, faccia a faccia Conte – Marotta: ecco cosa è successo

Dopo lo sfogo di Antonio Conte in conferenza stampa, la Juventus ha convocato ieri sera il tecnico in ritiro: duro faccia a faccia con Marotta

marotta - conteResa dei conti in casa Juventus: dopo lo sfogo di Antonio Conte nel corso della conferenza stampa di ieri, alla vigilia di Juve – Lazio, era inevitabile la convocazione da parte della società. Come riporta oggi ‘Tuttosport’, ‘Gazzetta dello Sport’, ‘La Stampa’ e il ‘Corriere dello Sport’, Giuseppe Marotta e il tecnico bianconero sono stati protagonisti di un lungo faccia a faccia in serata. La Juventus non ha gradito per nulla le dichiarazioni di Conte e addirittura si parla già di ultima stagione per il leccese sulla panchina della Vecchia Signora. Marotta ha chiesto spiegazioni al protagonista degli ultimi due scudetti. Da parte sua, l’allenatore avrebbe chiarito che il suo non voleva essere un attacco ‘personale’, ma uno sfogo di insoddisfazione per il mancato raggiungimento di due obiettivi di mercato: un laterale sinistro e un vice-Pirlo, considerato ormai a fine carriera.

Nonostante la felicità immediata per i tre acquisti di Tevez, Ogbonna, Llorente (anche se quest’ultimo al momento pare essere stato accantonato), Conte si aspettava almeno altri due colpi vista la sbandierata “potenza di fuoco di 200 milioni” da parte di Andrea Agnelli. “Per spendere uno dobbiamo incassare uno”, ha detto Conte in conferenza stampa, facendo chiaramente intendere che il budget a disposizione per il mercato estivo era zero. Per prendere Tevez è stato sacrificato Giaccherini; per pagare Ogbonna è stato ceduto Matri. Llorente è arrivato a parametro zero e c’è comunque da pagargli un esoso stipendio, probabilmente con i soldi provenienti dalla cessione di metà Marrone al Sassuolo (oltre 3 milioni di euro).

Conte, dunque, è deluso per i mancati investimenti; la Juventus è delusa dall’uscita di Conte in conferenza stampa. La reciproca insoddisfazione potrebbe portare al divorzio a fine anno, ma ora c’è un’intera stagione da affrontare con la massima concentrazione. E se il clima interno non dovesse rasserenarsi, non c’è da stare allegri.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

14 commenti

  1. Come biasimarlo abbiamo un centrocampista interno sinistro adattato a fare il laterale sinstro poi lui vorrebbe avere la possibilita di variare anche col 4-3-3 ok abbiamo pepe ma ne vorrebbe uno a sx insomma un’attaccante sulla fascia sx ma niente marmotta dorme non vale la juve ogbonna strapagato 15ml tevez 9+6 e llorente a zero ma con un’ingaggio stellare da 4/4,5ml insomma basta MISTER SEI UNICO NON LASCIARCI anche se gli elkann/agnelli oramai hanno deciso di cambiarti purtroppo per loro e per noi.

  2. Juventus verso il declino? Ma allora perché investire centinaia di milioni per lo Stadio oltre all’acquisizione dell’area vicino allo stadio per costruire un VILLAGGIO JUVE moderno e all’avanguardia che stupirà il mondo? Secondo me la società ha travisato le parole di Conte! Lui ha vinto e tanto! Ripetersi sarà difficile, ma non impossibile, e la Champions resta comunque un miraggio,per ora. Antonio ha voluto raffreddare un po’ gli entusiasmi e coinvolgere, giustamente, anche altre squadre nella pressione mediatica. Detto questo, se l’anno prossimo una big gli offre 10/12 milioni con un programma ambizioso e denari freschi chi potrà biasimarlo se andrà via? Lui il suo l’ha fatto, ad altri provare a fare lo stesso, il tutto nella massima serenità! Forza Juve!

  3. Capitan Haddock

    ciò non toglie che servano un vice Pirlo (la vicenda Verratti grida ancora vendetta) ed un laterale sinistro. E che Llorente qualche dubbio lo lascia…. speriamo bene.

  4. io dico che a molti non è chiaro che, come dice pure Buffon, il vero valore aggiunto di questa squadra è il mister. Non ammetterlo significa non avere onestà intellettuale. Se Conte dovesse andarsene il prossimo anno state pur tranquilli che torniamo a lottare per un posto in E.L.

    Prandelli? Aaaannammobbene!

    Fuori dai coglioni il cucciolo d’Elkann (Marotta) e dentro chi, pur coi lacci della borsa stretti, sa pescare i jolly giusti.

  5. Quoto Ju31doc2013 ,anche perchè sarebbe da dilettanti e soprattutto penoso pensare che l’allenatore della Juventus non sappia (e sia anche in accordo) con quello che fa il D.S. sia negli acquisti che nelle cessioni!!Siamo al 3° anno di gestione Conte e SICURAMENTE la pianificazione sarà stata programmata da entrambi prima dell’inizio del mercato…mica lo decidono il 30 di agosto…

  6. Giaccherini è stata una sorpresa ma ditemi quante partite ha giocato l’ultima stagione e quante ne poteva giocare in questa. Matri, assieme a Quaglia, è da un bel po’ esplicitamente sul mercato (vgs dichiarazioni di Marotta). Se Conte non lo voleva cedere bastava imporsi prima. Secondo me ha ragione Ju31doc2013è tutta scena.

  7. Ma in quel famoso vertice avevano promesso a Conte investimenti importanti disattesi?
    Oppure era chiaro al tecnico che il bilancio non avrebbe consentito alcun passivo?
    Se e’ corretta la prima interpretazione non vedo Antonio viaggiare ancora per molto in parallelo con la Juve.
    Se vale la seconda, resta di difficile comprensione il suo sfogo di ieri in conferenza stampa.
    Io penso che la verità stia nel mezzo: per convincerlo a restare e’ stata promessa a Conte una campagna acquisti rafforzativa anche se non imponente e lui ha accettato sperando che lo convincesse. Alla fine si è reso conto che per arrivare ad un top-player bisogna fare i salti mortali e cedere giocatori per rientrare . Il tutto mentre le avversarie europee staccano assegni da 100 dobloni per un solo giocatore.
    Il messaggio che lancia Antonio mi sembra molto chiaro : ho costruito dal niente vincendo e accettando di portare la società verso il pareggio di bilancio. Ora non chiedetemi la luna ,altrimenti la vado a cercare dove ci sono le astronavi per raggiungerla!

  8. Cazzate di “Tuttosport”…e anche de “La Stampa”, del “Corriere dello Sport” e della “Gazzetta”?Bah non lo so.
    In ogni caso basta sentire la conferenza stampa, seppoi uno si vuole fare i film e pensare a pseudomosse tattiche liberissimo di farlo, a me sembrano quisquiglie. Secondo me Conte, per una lunga serie di storie, si è reso conto di quello che molti tifosi juventini volutamene e benevolmente ignorano: che questa dirigenza, dal presidente all’ultimo consigliere d’amministrazione non è allo stesso livello che pretende una squadra come la Juventus. La soluzione: dirigenza azzerata, proprietà in Michigan con le vetuste vestigia di un passato imprenditoriale ormai morto e sepolto e la Juventus in mano a coloro che la amano veramente: i loro tifosi!

  9. Che Conte sia uno dei migliori allenatori in circolazione lo hanno capito anche i sassi, è osannato dalla tifoseria,vincente e con numeri da record, e dite che sarà così facile fargli la ramanzina e metterlo all’uscio per motivi tutto sommato ridicoli?La squadra ha aumentato notevolmente il proprio valore di mercato grazie ad un gioco corale di cui l’allenatore è palesemente artefice, perderlo vorrebbe dire rischiare non solo il progetto ma anche tanti soldi.A meno che la proprietà non voglia fare quest’anno e poi vendere tutti i pezzi pregiati e far cassa il possibile addio di Conte è un assurdità.

  10. stupidi lo dico in generale senza offesa:) mi da fastidio che qualche gobbo ci caschi nella trappola lanciata da conte… svegliateviiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  11. Dimas tranquillo a gennaio conte rinnoverà solo chi non lo conosce come mi sembra di capire da come tu mi fai capire….. l’anno scorso dragospia quest’anno i giornalisti e giornali e poi gli stupidi ci cascano Bravi….. NO COMMENT

    conte ha fatto questo pure per evitare l’effetto pancia piena…

  12. attenzione a tirare troppo la corda… che dal 2014 Prandelli è libero…

  13. @Ju31doc2013, l’importante è crederci.

  14. CAVOLATE E CAZZA.E DI TUTTO SPORT E I GIORNALISTI NON AVETE CAPITO UN CAVOLO L’USCITA DI ANTONIO è SOLO UNA PRETATTICA MEDIATICA PER spostare l’attenzione su di se e non sulla squadra due lascia un’esca avvelenata per i rivali dicendo a loro che ci siamo indeboliti ma invece nono è cosi cavolo era due riserve non Vidal e Pogba ma erano Matri e Gia….in poche parole vuole far uscire allo scoperto la squadra antiJuve

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi