Juventus Empoli 1-0 | Interviste | Marotta | Allegri | Rugani | Marchisio

Juventus Empoli 1-0: interviste a Marotta, Allegri, Rugani e Marchisio

Juventus Empoli 1-0: interviste a Marotta, Allegri, Rugani e Marchisio

Juventus Empoli 1-0, le interviste: parola al dg Marotta, al tecnico Allegri e ai protagonisti della partita, Marchisio e Rugani

Juventus Empoli 1-0, le interviste. Poco prima del calcio d’inizio, il d bianconero Beppe Marotta si era intrattenuto ai microfoni di Premium Sport, parlando prevalentemente di mercato. In ballo c’è soprattutto il futuro di Alvaro Morata: “Affronteremo il discorso quanto prima: lui era una promessa – evidenza Marotta – , ora è una realtà. La Juventus farà di tutto per trattenerlo ma dipende anche dalla volontà del Real Madrid. Ibrahimovic? E’ un campione ma noi abbiamo un’altra filosofia, puntiamo su una linea giovane. E in Italia credo che nessuno possa permettersi il suo contratto”.

Quanto alle prossime mosse di mercato della Signora, il dirigente ribadisce come il made in Italy sia sempre il primo pensiero della Juve:

“Credo che investire sui settori giovanili sia una terapia necessaria per il calcio italiano, il livello di formazione deve essere più elevato. Sono assolutamente per il made in Italy e penso anche che lo scudetto si raggiunga solo se si ha una base italiana, noi ne siamo un esempio”.

Juventus Empoli 1-0: Allegri

Intervistato da Sky Sport, a fine partita Massimiliano Allegri ha analizzato così la vittoria contro l’Empoli:

“Abbiamo fatto tre punti e manca una gara in meno. Non era semplice, quando trovi squadre dalla testa libera e che giocano bene come l’Empoli non è semplice. Siamo stati bravi, ma bisognava chiudere prima la partita. Fatica post-nazionali? E’ normale. Il ritmo è stato comunque buono, è stata una prestazione intelligente, come dovrà essere fino a fine stagione. Le due punte dovevano stare vicine per tagliare fuori Paredes e mandandoli sugli esterni, dove spingono meno. Non è stato inizialmente così. Loro viaggiano per vie centrali verticalizzando su Saponara. Dovevamo gestire palla, inizialmente non è stato così, poi siamo migliorati. Ci vuole l’umiltà di aspettare e difendere, anche contro avversari che magari sono indietro in classifica”.

Peccato per l’infortunio di Chiellini, ennesimo stop muscolare della stagione:

“Si è fermato per un problema all’adduttore. Speriamo sia niente, dopo che stai fermo a lungo ti spaventi per dei segnali. Speriamo sia nulla di che”.

Il vantaggio momentaneo sul Napoli sale a sei punti…

“Facciamo i complimenti al Napoli per il campionato straordinario. Stiamo viaggiando sul livello dell’anno scorso, dove avevamo un grosso vantaggio, per dimostrare che stanno facendo i partenopei. Domani guarderò la partita e spero che il Napoli perda punti, ma è normale”.

Juventus Empoli 1-0: Rugani

Autore di una prestazione maiuscola, Daniele Rugani si è definitivamente consacrato in bianconero contro la sua ex squadra:

“Diciamo che ho passato l’esame – sottolinea ai microfoni Mediaset – , non era una partita semplice, l’emozione  c’era, penso di essermela cavata, partita importante e sono contento che ci avvicina allo scudetto. Aumenta l’autostima, dopo l’adattamento le certezze vengono fuori, grazie ai compagni e allo staff, ho portato quello che mi è stato detto ed è andata bene. Cosa mi manca? L’avere compagni di questo genere e pilastri, fa bene, sto cercando di imparare in allenamento e nelle partite, sto mettendo le cose dentro piano piano e crescendo sotto diversi punti di vista, a devo continuare, migliorare, sono in mezzo a campioni che mi permettono di farlo ogni giorno. A chi mi ispiro? Non ce n’è uno, mi ispiro ai più bravi ed in squadra ho i più bravi d’Europa. Cosa è cambiato? Tante cose, le pressioni sono diverse, gli obiettivi, c’è meno tempo per crescere devo fare velocemente, qui si gioca sempre per vincere, stiamo entrando nella mentalità e spero di far bene il più possibile. Alla nazionale. Vedremo ora penso al quinto scudetto. La nazionale sarà una conseguenza”.

Juventus Empoli 1-0: Marchisio

In campo dal primo minuto al rientro dall’infortunio, Claudio Marchisio ha rilasciato queste dichiarazioni a Sky:

“C’era voglia di giocare. Non sono al 100%, ma ci ho messo buona intensità. Oggi abbiamo recuperato uomini e portato a casa tre punti importanti. Stanchi nella ripresa? Abbiamo abbassato il baricentro, ma l’Empoli non ha creato nulla. E’ importante lottare fino alla fine, non ci saranno più soste e c’è da arrivare allo Scudetto, punto per punto. Non era semplice, specie dopo la sosta nazionali, trovare un Empoli che non ha mai timore reverenziale. Abbiamo passato solo due giorni con il gruppo completo per allenarci – conclude – , ma abbiamo vinto e questo conta”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi