Juventus Elkann: "Ottimi risultati sul campo, ora conti in ordine" | JMania

Juventus Elkann: “Ottimi risultati sul campo, ora conti in ordine”

Juventus Elkann: “Ottimi risultati sul campo, ora conti in ordine”

Nella giornata di oggi si è tenuto un importante Consiglio di Amministrazione in casa Exor, la società che controlla tra le altre cose anche la Juventus. Proprio a margine del Cda, ha fatto riferimento al club di Corso Galfer, il proprietario del club bianconero, il presidente di Exor e Fiat, John Elkann: “Mi ha fatto …

Elkann-cda-exorNella giornata di oggi si è tenuto un importante Consiglio di Amministrazione in casa Exor, la società che controlla tra le altre cose anche la Juventus. Proprio a margine del Cda, ha fatto riferimento al club di Corso Galfer, il proprietario del club bianconero, il presidente di Exor e Fiat, John Elkann: “Mi ha fatto particolarmente piacere vedere la Juventus F.C. vincere lo scudetto di Seria A nel maggio del 2012, arrivando così a contare 30 vittorie sul campo. Cosa che rende la Juve la squadra che ha vinto di più in Italia, e di parecchio”, ha detto il patron della Juve.

Ovviamente, il merito di tutto è del cugino Andrea Agnelli, che in poche stagioni ha riportato in alto un club e un brand di assoluto livello mondiale: “Il nostro applauso va ad Andrea, ai vertici del club, all’allenatore e ai giocatori: hanno lavorato in modo splendido per costruire un’impareggiabile mentalità vincente – ha aggiunto ancora John Elkann – che è la vera forza di questa società. Senza dimenticare ovviamente il prezioso sostegno dei tifosi, soprattutto nel nuovo stadio della Juventus (dove la squadra ha giocato per l’intera stagione 2011-2012 senza mai perdere una sola partita). La sfida resta quella di trasformare le buone notizie del campo in migliori risultati finanziari”. Insomma, il proprietario della Juventus, si augura che nei prossimi anni il rosso degli ultimi esercizi, si possa tramutare in segno positivo.

7 commenti

  1. @Edo
    Forse non ci faremo un tesoro…ma non buttiamoci così giù.

    Giovinco:Non lo venderanno, sarebbe un montante destro in pieno volto per la dirigenza, minimo fino a Gennaio avrà un altra possibilità per ritagliarsi il suo ruolo nello scacchiere di Conte.(Poi Giovinco sinceramente nonsarà Messi , ma non è sto bidone che certi descrivono,ma è un discorso lungo)

    De Ceglie: DeCeglie, la Roma lo chiese anche l’estate scorsa, non è adatto alla Juve formato europeo ma questo non vuol dire che sia una ciabatta, anzi, anche in una squadra tipo Inter o Milan attuali potrebbe giocarsi tranquillamente il posto da titolare.5-6 milioni vendendolo al suo valore di mercato, giocasse nell’ udinese o nella Lazio varrebbe 12…ma si sà.

    Isla: Di Isla abbiam preso la comproprietà , non è in prestito oneroso per 9 mln, con riscatto per altri 9,5 quindi non torna gratis, e probabilmente verrà addirittura confermato.Tutto sommato vista l’età (24) se ritrova la miglior forma pur non valendo 18 mln rimane un ottimo giocatore e rivendendolo tra due stagioni a 12-13 comunque non avemo minusvalenze.

    Padoin:Vabbeh se compri dall’ Atalanta a 5 un giocatore, che pur non eccellendo, tiene il campo contro il Bayern in Cl minimo lo rivendi a 5-6… ha 29 anni mica 32.vabbeh che le vie di Marotta sono infinite ma il buon senso almeno direbbe che il suo valore come minimo non può essere sceso.

    Matri e Quaglia: E’ vero che hanno un valore tra i 10 e i 12 mln ma è vero anch che sono due ottime punte, entrambi hanno mercato e potrebbero se “usati” nel modo giusto essere delle chiavi importanti per sbloccare affari complicati.Quale squadra Italiana non vorrebbe Matri o Quaglia in rosa per 10-12 mln?Che alternative ci sono sul mercato a quella quotazione? Dei giovani che devono ancora dimostrare, non dei titolari che ti assicurano un buona continuità.Moggi li avrebbe venduti in coppia per 36 mln … ma si sa…lui era un fuoriclasse.

    Marrone: INTOCCABILE, vendere Marone sarebbe una follia, di giocatori come Marrone non ne trovi in ogni campetto, bisogna solo trovare il modo per farlo giocare con continuità in una squadra “amica”, o perchè no nella Juve stessa dandogli più fiducia in partite meno provanti.

    Sarà anche vero che gli altri non vogliono spendere ma è vero anche che mettiamo sul mercato “prodotti” che farebbero comodo a tanti.

  2. @Biancuorenero:
    55 milioni per quei giocatori (giovinco-de ceglie-isla-padoin-matri-quagliarella-marrone) non li farai mai… forse arrivi a 35-40 vendendoli tutti (ma venderli tutti significa anche non avere più uno straccio di panchina, per cui dovrai impiegare parte del ricavato anche per rifar la panchina)

    Giovinco: forse 8-10 milioni al ribasso, perchè solo una piccola te lo comprerebbe (e i loro presidenti non spendono mai molto)

    De Ceglie: chi lo vuole? Lo presti gratuitamente (vedi F.Melo) giusto per non pagargli lo stipendio.

    Isla: abbiamo pagato 9 milioni per averlo quest’anno, dovremmo darne altri 9 per acquistare definitivamente il cartellino, ma dato che Conte l’ha bocciato, tornerà a Udine “gratis”

    Padoin: noi l’abbiamo pagato 5, con un pò di fortuna lo rivendiamo a 3

    Matri e Quagliarella: non più di 10 milioni a testa.

    Marrone: forse lo vendi a 5 milioni ad una piccola/media squadra.

    Purtroppo il nostro tempismo (eufemismo) ci porta a voler vendere gli esuberi sempre in un periodo in cui nessuno degli altri ha voglia di spendere!

  3. La Juventus oltre che una squadra di calcio è una spa l’ho già ricordato altre volte e come tale per sopravvivere deve avere i conti in regola,fà bene Elkann a ricordarlo

    150 mil di rosso in 3/4 anni sono davvero troppi per la Juve se vai avanti così fai la fine di Moratti che ha sperperato senza usare la testa…..l’Inter in totale si dice che gli è costata circa 1200 milioni ( telo credo che è uscito di zucca )….l’altro giorno poi ha toccato il fondo vendendo la metà della sua azienda “Saras” ai Russi per tirare sù qualche spicciolo.

    La juve come qualsiasi altra azienda deve proseguire sulla strada della crescita sostenibile vuol dire che a maggiori ricavi può corrispondere una spesa maggiore….ci vuole tempo pazienza e si deve lavorare bene ,non c’è altra strada nel calcio come nella vita.

  4. Mi piacerebbe avere un proprietario che si batta finalmente per riprendersi almeno i 2 scudi che ci hanno sottratto in modo criminale e spaventoso nel 2006 …;

    Mi piacerebbe vedere una juve finalmente indipendente, che sfrutti appieno tutto il suo potenziale di seguito nel mondo e che fosse finalmente sganciata da giochetti, baratti e ricatti incrociati Exor/alleati;

    Mi piacerebbe vedere una Juve difesa e tutelata mediaticamente e legalmente in ogni sede e in ogni contesto;

    Vorrei che John Elkann comparisse in televisione ad ammettere una volta per tutte perchè ha accettato calciopoli e quella sporca farsa;

    Vorrei che Andrea Agnelli dica se per lui contano di più gli interessi di famiglia o quelli della Juve;

    In ultimo, vorrei vedere bruciare all’inferno tutte le facce di merd* e di cu** che direttamente o indirettamente hanno contribuito ad architettare e mettere in atto nel 2006, la più grande farsa sportiva della storia dell’umanità.

  5. Io non sò di quanto siamo sotto nel bilancio ma sò di certo una cosa non si gioca col tifoso, abbiamo un rosso in bilancio bene con tv-champions-stadio e sponsor riusciamo a colmarlo ma senza smantellare ciò che di bello si è creato fin’ora.
    Altrimenti il tifoso vi manda a quel paese e poi si che dovete ricominciare a comprare gli scarti come con del neri.
    Vendiamo giovinco-de ceglie-isla-padoin-matri-quagliarella-marrone ci ricaviamo 55ml + altri 25ml riusciamo a comprarci sanchez(25)- suarez(35)-cuadrado(15)-carlos zambrano(5).

  6. capitan Sparrow

    Avvocato, dove sei?

  7. Caro Elkann, per vincere ed ottenere gustosi profitti dalla champions bisogna sapersi tenere i campioni,sino al momento giusto, e vendere i giocatori comuni come se fossero dei campioni, la paura di tutti i tifosi Juventini è che già dal prossimo mercato succeda il contrario, cosa che oltre a intaccare il valore della società straccierebbe il rapporto con il vero valore aggiunto dell’attuale Juventus, Mister Conte.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi