Juventus Conte: "Non basteranno due-tre rinforzi" | JMania

Juventus Conte: “Non basteranno due-tre rinforzi”

Juventus Conte: “Non basteranno due-tre rinforzi”

“Siamo al punto che ci immaginavamo. C’è tanto lavoro da fare, ma questo già lo sapevamo. Ora non si creda che con due o tre acquisti si possa vincere la Champions il prossimo anno.  C’è bisogno di tempo. Se ci sarà pazienza da parte di tutti, potremo crescere, se no, con pretese diverse, si rischierebbe …

“Siamo al punto che ci immaginavamo. C’è tanto lavoro da fare, ma questo già lo sapevamo. Ora non si creda che con due o tre acquisti si possa vincere la Champions il prossimo anno.  C’è bisogno di tempo. Se ci sarà pazienza da parte di tutti, potremo crescere, se no, con pretese diverse, si rischierebbe solo di rompere il giocattolo…”. Antonio Conte si presenta così davanti ai microfoni dei giornalisti di ‘Sky Sport’ al termine della sconfitta per 2-0 maturata allo Juventus Stadium contro il Bayern. I tedeschi si sono dimostrati superiori in tutto alla Juventus e Conte non può fare altro che riconoscerlo:

“E’ forte non solo tecnicamente, ma anche a livello fisico. Ha giocatori giovani e rimarrà al vertice del calcio europeo per tanti anni. Del resto non potrebbe non esserci questo gap nei confronti di una società così strutturata e di una squadra che è stata costruita nel tempo e che ha centrato due finali di Champions negli ultimi tre anni”.

In ogni caso, il tecnico bianconero, ci tiene a fare i complimenti ai suoi:

“Ho fatto i complimenti ai ragazzi, perché in 18 mesi riuscire a vincere in Italia ed essere tra le prime otto di Europa, credo sia qualcosa di straordinario – prosegue Conte – . Certo, a nessuno piace perdere, ma si deve riconoscere la superiorità degli avversari. Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare. I complimenti vanno alla squadra e anche ai tifosi che hanno regalato il giusto riconoscimento a i ragazzi”.

Molti lamentano la mancanza di soluzioni tattiche alternative rispetto al 3-5-2, Conte replica così:

“Ho dovuto mettere “in soffitta” il 4-3-3 nel momento in cui si è fatto male Pepe, l’unico elemento che ci consentiva questo tipo di soluzione. La condizione? E’ buona, ma certo ci sono giocatori che hanno giocato praticamente tutte le partite, penso a Barzagli e Bonucci, visto che Chiellini ha disputato praticamente la metà delle gara a causa di un infortunio. Quando togli un giocatore come lui diventa un problema far riposare gli altri due. Siamo arrivati a questa gara senza Giovinco, con la squalifica di Vidal… ribadisco, abbiamo fatto tutto il possibile e i ragazzi meritano solo applausi”, conclude Antonio Conte.

11 commenti

  1. Questa resa incondizionata in champions e’ il frutto di una gestione disastrosa del turn-over ….. non si puo’ arrivare al momento piu’ importante della stagione con i giocatori in condizioni psico-fisiche pietose …. e poi tatticamente non abbiamo fatto nulla per impensierire il Bayern….neanche nel secondo tempo, quando ormai non hai nulla da perdere, il nostro allenatore ha avuto il coraggio di cambiare modulo inserendo Matri e togliendo un centrocampista per dare consistenza all’attacco…… questa non e’ mentalita’ da juve ma da’ provinciali…..sempre forza juve

  2. capitan Sparrow

    Quoto Max fini in fondo. A Mauro The Original vorrei dire che personalmente non cederei mai Asamoah pr prendere Kolarov, che non garantisce il salto di qualità alla nostra fascia sinistra. Neanche io faccio nomi; penso però che non sia sbagliato guardarsi intorno per cercare i top player di domani, allo stesso modo in cui altri manager trovavano Trezeguet giovanissimo, Zidane semisconosciuto, e via dicendo. Infine Pogba: ero allo stadio ieri sera, e ti assicuro che l’unico giocatore in grado di creare problemi ai tedeschi è stato proprio lui. Questo ragazzo non deve uscire più di squadra; abbiamo lui, Vidal, Marchisio e Asamoah (che, ricordo, nasce centrocampista), quindi a centrocampo siamo quasi a posto e possiamo fare un turn over di notevole livello, con la necessità di trovare un giovane regista in grado di prendere gradualmente il posto di Pirlo (cui va il nostro grazie anche dopo la prova opaca di ieri sera). Poi serve un attacco, perché quello no, non ce l’abbiamo proprio (almeno a livello internazionale). Ha ragione Antonio: stiamo costruendo, dobbiamo avere pazienza e fare le mosse giuste.

  3. Ragazzi,abbiamo vinto un campionato e ci accingiamo a bissarlo,un quarto di coppa,viste le magagne,i capi
    provvederanno,gli ultimi due anni abbiamo visto progressi enormi.. non facciamo gli interisti..vi prego!

  4. Infatti ce ne vogliono 5

    1 Centravanti
    1 Terzino Sinistro
    1 Esterno D’attacco
    1 Vice pirlo (se non il sostituto)
    E secondo me anche 1 stopper.
    Con effettivo e IMMEDIATO ritorno al 433.

    I nomi non li faccio io ma diciamo che prendere le occasioni per tali tipo i giocatori che vogliono andare via (sanchez per dire) e pagarli la metà della metà di quello che erano stati acquistati sarebbe un inizio.Tipo sanchez per 15-16 ibrahimovic per 18-20 già sarebbe un grande risultato per merdotta.Buttiamoci anche un pò a lecchini con raiola e il procuratore di vidal felicevich(che gestisce sanchez) e vediamo se va in porto.Penso cosi si facciano gli affari.. non parlandone ad i giornalisti e smerdandosi da solo con la scusa che i soldi non ci sono,quando invece ci sono,e vengono spesi manco il cesso..

  5. Mauro The Original

    Voorei vedere con sta squadra cosa facevano i crucchi mangiapatate:

    …………………..BUFFON
    LICHT……BARZAGLI…..CHIELLINI…..KOLAROV

    VIDAL……..PIRLO………….MARCHISIO

    VUCINIC……..QUAGLIA…………NANI

  6. Mauro The Original

    Pensare che si stava per liquidare Lichtsteiner – per me vero top player, per fare posto a Isla (improponibile) Ma chi l’ha voluto comprare????. I giocatori buoni li abbiamo, importante riempire i tasselli mancanti con ottimi giocatori e non con mezze calzette.
    Cedere subito Isla Asamoah Giovinco Peluso Anelka Padoin e prendere un terzino sx come Kolarov che ci permetta di tornare al 4 3 3, un esterno sx fortissimo (Nani) se Pepe non recupera, e dare spazio a Pogba come vice Pirlo. I due non devono giocare insieme, o uno o l’altro facendo turnover

  7. Inutile girarci intorno, loro sono più forti ed hanno vinto giustamente. Ma la doppia sonora sconfitta al cospetto dei giganti bavaresi ha radiici lontane, nasce da questa estate.

    Lo sapevano anche i sassi che se c’era un reparto da rinforzare era quello dell’attacco. Dopo aver inseguito per mesi Van Persie e Suarez ci siamo ritrovati con mezzo Giovinco (pagato non a prezzo di saldo) e l’ultimo giorno di mercato abbiamo piazzato il colpaccio Bendtner dopo aver fatto la grossissima figura di merda con la querelle Berbatov. E’ chiaro che se ti presenti a combattere contro i giganti armati di cannoni, con la cavalleria leggera munita di palle di carta non puoi che soccombere.

    Non paghi, nel mercato di riparazione abbiamo acquistato un giocatore da dopolavoro ferroviario,Anelkà, con problemi ti sciatica. Il pilota Conte ha gia ottenuto fin troppo dalla macchina che gli è stata messa a disposizione, di certo non si può pretendere che vinca il gran premio a bordo di una panda. Come fare per colmare il gap che ci separa dalle prime cinque squadre europee?

    Ci vuole il giusto mix di competenze ed investimenti economici. Perchè si vinca le cose devono andare di pari passo, se hai i soldi e non hai le competenze non vinci (esempio lampante il Manchester City) ma è anche vero che se hai le competenze ma non hai le sufficienti risorse economiche non vinci lo stesso. La domanda per il futuro dovrebbe essere, la Juventus come sta messa in fatto di competenze e risorse economiche?

    Per quanto riguarda le competenze abbiamo il miglior allenatore che ci sia sulla piazza, dei dirigenti non so se possiamo dire la stessa cosa. Per quanto riguarda le risorse economiche, la situazione è migliorata ma non possiamo permetterci spese folli a meno che il padrone del vapore non decida di buttare un pò di soldi in un giocattolo che sembra interessargli poco.

    Cosa fare dunque, aggrapparci alla competenza di Conte e sperare che in futuro non si sperperino quelle poche risorse che abbiamo per ingrassare società come Udinese,Parma o Fiorentina per acquistare a peso d’oro mezzi giocatori.

  8. Mauro The Original

    Il caro vecchio Drogba ci serviva come il pane, lui si che spostava gli equilibri, ma si è preso Anelka che non so dove giochi…Peluso che non ci serve a niente e Padoin idem con patate.
    Insomma i soldi ci sono eccome, ma si continua a spendere male, anzi malissimo

  9. Obiettivamente, anche con Vidal e soprattutto giovinco, non sarebbe cambiato granchè.

    Certamente non sono gli acquisti tipo Borriello, Bendtner o Anelka che spostano gli equilibri, non lo farebbero manco in Serie B, figuriamoci in Europa!

    Vedremo a giugno che combinerà occhio di lince!

  10. concordo con quello dal nome impronunciabile ovvero Luke-Sun_Tzu

  11. Lezione morale ai piangina per i quali l’ammissione dei propri limiti non è nemmeno lontanamente concepibile, ma il Mister sa benissimo che qualcuno è mancato e nel contempo ha messo pepe (non Simone 🙂 )al culo a Marotta.

    Ora sotto con lo scudo e che a giugno si facciano le giuste manovre.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi