Juventus-Chievo 1-1 | Interviste | Allegri, Dybala e Hernanes

Juventus-Chievo 1-1: interviste Allegri, Dybala e Hernanes

Juventus-Chievo 1-1: interviste Allegri, Dybala e Hernanes

Juventus-Chievo 1-1: le parole a fine partita di Allegri, Dybala e Hernanes. Un solo punto in tre partite, il piatto di Massimiliano Allegri piange, ma il tecnico bianconero analizza lucidamente la partita con il Chievo ai microfoni di Mediaset Premium: “Abbiamo preso gol dove potevamo difendere meglio e siamo stati anche un pochino sfortunati. La …

Juventus-Chievo 1-1: le parole a fine partita di Allegri, Dybala e Hernanes. Un solo punto in tre partite, il piatto di Massimiliano Allegri piange, ma il tecnico bianconero analizza lucidamente la partita con il Chievo ai microfoni di Mediaset Premium: “Abbiamo preso gol dove potevamo difendere meglio e siamo stati anche un pochino sfortunati. La squadra nel primo tempo ha giocato meglio che nel secondo – sottolinea – e sicuramente non è un momento fortunato: dobbiamo essere un po’ più attenti ma ai ragazzi non posso rimproverare niente. Chiuso il mercato e rientrati i giocatori dalle nazionali abbiamo cominciato a lavorare da pochi giorni: abbiamo grandi margini di crescita. C’è un po’ di ansia da vittoria, un po’ di fretta, ma ci sono i presupposti per fare una stagione importante. Non parliamo di scudetto, non parliamo di passaggio del turno in Champions: c’è solo da pensare di partita in partita”.

Pogba è entrato solo a gara in corso per l’infortunio di Marchisio, Hernanes invece ha prima giocato da trequartista, poi da regista basso:

Pogba? Veniva da due partite con la Francia e non era in un periodo felice: Paul ha le qualità per fare una grande stagione, deve tornare a giocare come sa. Hernanes ha fatto una buona partita, sia da trequartista sia davanti alla difesa. Il modulo giusto per la Juve? Devo sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori, il modulo è secondario rispetto all’atteggiamento. Ora l’importante è riordinare le idee e rimanere sereni. Capisco che la Juventus non può avere un punto in tre partite, ma la realtà è questa. Non manca il carattere, mancano solo un po’ di gol: non siamo diventati dei brocchi, dobbiamo solo passare attraverso questo momento. Ora abbiamo il City, è una squadra forte ma non esistono squadre invincibili.

Secondo gol in tre partite di campionato per Paulo Dybala, unico giocatore della Juventus fin qui in gol:

Non era il risultato che volevamo – dice l’è Palermo a Sky Sport – penso che l’abbiamo dimostrato durante tutta la partita. Loro hanno trovato subito il gol nel primo tempo, hanno tirato una sola volta in porta. Noi abbiamo dato tutto, trovato il gol e penso che avremmo meritato i tre punti. Di questa partita salvo la voglia della squadra di lottare su ogni palla per portare a casa i tre punti. Penso che dobbiamo migliorare, ci sono tanti giocatori nuovi che sono arrivati questa settimana. Dobbiamo lavorare, con il mister stiamo lavorando tantissimo, stiamo migliorando ma dobbiamo cominciare a vincere. Io cerco sempre di fare quello che mi chiede il mister, lavoro ogni giorno per migliorare nella posizione in cui devo giocare. Cerco di dare sempre il massimo in ogni allenamento, per la squadra, per me stesso e speriamo di continuare così. La Champions? Per me sarà una partita molto speciale, sono molto contento perché è un sogno giocare questa partita, però dobbiamo rimanere concentrati e lavorare in questi tre giorni che abbiamo a disposizione.

Non si è mosso male il brasiliano Hernanes: primo tempo da trequartista dietro le punte, ripresa da regista basso, ma non è bastato.

Non sono soddisfatto per niente – dichiara l’ex Inter a Sky Sport – Oggi ci volevano i tre punti perché adesso la classifica si allunga. Abbiamo dato tutto, abbiamo creato le occasioni, è mancata un po’ di cattiveria per andare in vantaggio e quindi già da martedì dobbiamo tornare a segnare, che è quello che serve per vincere le partite.

2 commenti

  1. Dopo il 6 Giugno era palpabile la sensazione che si era chiuso un ciclo. Ma risvegliarsi così per un tifoso è dura . Dopo tre giornate siamo già fuori dalla lotta scudetto. In campo chiunque entra non sa bene quello che fare mancano i giocatori cattivi che hanno fatto la storia della juve. Anche le juventus più scarse avevano un giocatore cattivo (Felipe melo della juve di del neri). La società quest anno ha sbagliato clamorosamente spendendo tanto e male si è indebolita clamorosamente rispetto alla roma che ha tenuto i più forti inserendo i nuovi che hanno subito fatto la differenza. Io ho la sensazione che si lotterà per non retrocedere un pò come il borussia lo scorso anno in bundes. Solo che noi avremo molte più difficoltà a salvarci. Le partite contro udinese e chievo lo hanno dimostrato. Due squadrette che ci hanno dominato in casa. Spero che a questo punto il fallimento porti alle dimissioni di un incompetente come lo strabico e di Allegri che tutto ha tranne che lo spirito juve.

    • addirittura lotta retrocessione?! bah…io certi tifosi non li capisco…va bene la delusione di 1 pt in 3 partite, ma dire da qui che lotteremo per non retrocedere mi pare un po’ troppo

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi