Juventus-Cesena | Conferenza stampa Allegri | Video

Juventus-Cesena: conferenza stampa Allegri: “Campionati si vincono con le piccole”

Juventus-Cesena: conferenza stampa Allegri: “Campionati si vincono con le piccole”

Vigilia di Juventus-Cesena, conferenza stampa Allegri. Il tecnico della Juve, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della quarta giornata di Serie A 2014-2015, che vedrà impegnati i bianconeri contro il neo-promosso Cesena. Dopo tre vittorie consecutive, la Vecchia Signora vuole proseguire facendo bottino pieno, magari nella speranza che la Roma perda qualche …

allegri-conferenza-juventus-2014Vigilia di Juventus-Cesena, conferenza stampa Allegri. Il tecnico della Juve, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della quarta giornata di Serie A 2014-2015, che vedrà impegnati i bianconeri contro il neo-promosso Cesena. Dopo tre vittorie consecutive, la Vecchia Signora vuole proseguire facendo bottino pieno, magari nella speranza che la Roma perda qualche punto a Parma.

Guai a pensare che sia una partita già vinta, Allegri mette in guardia i suoi: “Per il Cesena le scelte saranno fatte in base alla partita: sarà una gara importante – sottolinea il tecnico bianconero – e difficile allo stesso tempo. Il Cesena concede poco, difende molto bene e quindi sarà una partita difficile, i campionati si vincono con le piccole. A prescindere dal modulo, l’importante è l’atteggiamento propositivo. Sabato abbiamo quasi giocato a 4: niente rivoluzioni ora”.

Antonio Conte ha detto che la Juve attuale si basa su un grattacielo costruito in tre anni di duro lavoro: Allegri dunque, può stare molto tranquillo e guardare al futuro con maggiore ottimismo:

Sono più sereno di Conte, lui dice che questa Juve è più forte della sua e quindi sono tranquillo – prosegue Allegri – . E’ troppo presto per dire che è una corsa a due tra Juve e Roma. Sarà un campionato equilibrato.

Contro il Cesena la Juve farà un moderato turnover, anche se non sono ancora a disposizione elementi importanti, altri sono reduci da infortuni e quindi non sono ancora al top.

Abbiamo giocato solo tre partite e più che turnover sono scelte durante le partite, dopo la sosta avremo bisogno di tutta la rosa. Più che parlare di turnover – continua il tecnico dei campioni d’Italia – parlerei di scelte tecniche, avendo tanti potenziali titolari. Dipende dall’avversario.

Ovviamente, Allegri non dà molte indicazioni sulla formazione che affronterà il Cesena (CLICCA QUI PER I PROBABILI SCHIERAMENTI), ma si dice contento per la convocazione di Pereyra in nazionale, quella che avrebbe meritato anche Tevez.

Tevez sta facendo grandissime cose come lo scorso anno e meriterebbe la nazionale ma io non sono il ct della nazionale. Pereyra è una novità in nazionale, ma sta dimostrando il suo valore: ottimo acquisto. Vidal? Non è al 100% ma ha bisogno di mettere minutaggio, dovrò bilanciare il lavoro con la squadra e le partite. Morata? Ha grande qualità, mi piacerebbe vederlo giocare 90′, ma è rientrato con la squadra il 13. Piano piano. Ogbonna? Sono molto soddisfatto, sta crescendo in autostima e sicurezza, a Milano partita di personalità e senza paura. Morata e Coman o Giovinco e Pereyra possono cambiare le partite quando entrano dalla panchina. Barzagli? Sta lavorando per cercare di recuperare a pieno. Per Caceres niente di grave, sarà a disposizione per Madrid, Pirlo sta già calciando… Evra? Si sta inserendo molto bene – conclude – e col Cesena potrebbe giocare.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi