Juventus Buffon: "Conte il numero uno" | JMania

Juventus Buffon: “Conte il numero uno”

Juventus Buffon: “Conte il numero uno”

Gigi Buffon, numero uno della Juventus e della nazionale italiana, ha concesso una lunga intervista al sito ufficiale della Fifa, a poche ore dalla conquista del secondo scudetto consecutivo: come era facile immaginarsi, Buffon ha giurato amore eterno alla Juve. “Essere capitano non è solo indossare la fascia, è avere un ruolo importante per la …

FBL-ITA-SERIE A- JUVENTUS-PALERMOGigi Buffon, numero uno della Juventus e della nazionale italiana, ha concesso una lunga intervista al sito ufficiale della Fifa, a poche ore dalla conquista del secondo scudetto consecutivo: come era facile immaginarsi, Buffon ha giurato amore eterno alla Juve. “Essere capitano non è solo indossare la fascia, è avere un ruolo importante per la squadra in campo e nello spogliatoio – esordisce l’estremo difensore bianconero – Quando superi i 30 anni devi affidarti all’esperienza quando giochi e quando ti alleni e devi lavorare duro per rimanere agli stessi livelli. Io ho debuttato a 17 anni e ora ne ho 35, non posso fermare l’orologio ma sono in pace con me stesso e non sono preoccupato”.

Si parla tanto di mercato e del possibile ritorno alla Juventus di Zlatan Ibrahimovic…

“Ibrahimovic è davvero un grandissimo giocatore che mi ha sempre impressionato e mi ha dato sempre problemi”, replica Buffon.

Da leader della difesa, ‘SuperGigi’ ha avuto modo di giocare con i migliori difensori al Mondo:

“I cinque difensori con cui ho avuto l’intesa migliore sono senza dubbio Fabio Cannavaro, Lilian Thuram, Andrea Barzagli, Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini – puntualizza Buffon – Non potrei scegliere difensori migliori di loro”.

Nessun dubbio nemmeno nella scelta del miglior allenatore:

“Antonio Conte è sicuramente il miglior allenatore con cui ho lavorato. In poco tempo è riuscito a ridare nuova linfa a una squadra che in due stagioni non era riuscita a fare meglio del settimo posto, e poi è un vincente. Prandelli? Se oggi l’Italia sta giocando un calcio diverso è grazie all’eccellente lavoro che il ct sta facendo. Penso che abbiamo trovato un equilibrio fra la solidità difensiva e un approccio offensivo che permette ai nostri grandi attaccanti di esprimersi al meglio”, conclude Gigi.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi