Juventus, Bruno Alves in pole per la difesa | JMania

Juventus, Bruno Alves in pole per la difesa

Juventus, Bruno Alves in pole per la difesa

Ci ha provato Beppe Marotta a strappare Francesco Acerbi al Milan, ma dopo il riscatto da parte del Genoa della seconda metà del cartellino dal Chievo, il difensore finirà in rossonero. La Juventus puntava sull’amicizia con il ds del Chievo Giovanni Sartori, che d’accordo con il presidente Campedelli ha deciso di non riscattare la metà …

Ci ha provato Beppe Marotta a strappare Francesco Acerbi al Milan, ma dopo il riscatto da parte del Genoa della seconda metà del cartellino dal Chievo, il difensore finirà in rossonero. La Juventus puntava sull’amicizia con il ds del Chievo Giovanni Sartori, che d’accordo con il presidente Campedelli ha deciso di non riscattare la metà rossoblu di Acerbi per poi girarlo al club di corso Galileo Ferraris. Ora, il direttore generale e amministratore delegato dell’Area Sport della Juventus, Beppe Marotta, dirotterà altrove le sue attenzioni. Su tutti, è tornato a piacere, e molto, il portoghese Bruno Alves. Tra alti e bassi è ormai un anno che si intrattengono rapporti con lo Zenit, che l’estate scorsa avrebbe voluto in cambio Leonardo Bonucci, ormai divenuto elemento incedibile per il tecnico Antonio Conte.

Valutato esattamente un anno fa 22 milioni di euro, il prezzo di Bruno Alves, che sta giocando comunque un buon europeo, è quasi dimezzato. Ecco perché il club bianconero vorrebbe riprovarci facendo leva sulla volontà del calciatore di cambiare aria. In rotta con una parte dell’ambiente, il portoghese gradirebbe il trasferimento in Italia, anche se proprio pochi giorni fa il presidente dello Zenit lo ha letteralmente blindato. In alternativa, rimangono in lizza Salvatore Bocchetti e Davide Astori, corteggiato dal Milan del suo maestro Allegri.

Per il ruolo di terzino, sempre più lontano Kolarov, rimane in lizza Federico Peluso dell’Atalanta: giornata interlocutoria ieri tra la parti, che stanno trattando anche Manolo Gabbiadini. Da qui a venerdì Juve e bergamaschi si ritroveranno e cercheranno di limare le distanze.

7 commenti

  1. Abbonamenti in aumento? tranquilli arriva il top player!!!!!!

    Che amarezza anche quest’anno ci han preso per il ……

    MILANO – E’ Marotta il protagonista alla Bocconi di Milano in cui ha tenuto una lectio magistralis nell’ambito della Sport Guinness Academy. Al di là delle disquisizioni sul modello Juve, le parole del dirigente juventino si sono concentrate sul mercato e su Mattia Destro: «Noi finora abbiamo osservato la situazione dall’esterno, perché sarebbe stato inopportuno e vietato dai regolamenti inserirsi. E’ chiaro che abbiamo osservato gli sviluppi della situazione, noi adesso siamo disponibili a valutare perché Destro ha qualità per diventare un giocatore veramente importante». Importante al punto che l’ormai ex centravanti del Siena può addirittura essere il top player tanto agognato dai tifosi bianconeri: «Noi abbiamo creato un modello che si riferisce a dei canoni ben precisi, vogliamo giocatori motivati che abbiano una valutazione economica giusta e soprattutto un ingaggio non altissimo, oltre alle qualità umane per stare nel gruppo e aumentarne la qualità. E Destro è un giocatore il cui profilo si inserisce perfettamente nel quadro che vogliamo».

    GIOVINCO, PROSSIMO L’ANNUNCIO – Chiusura su Giovinco: «Sono convinto che i giovani debbano farsi le ossa in provincia, aveva bisogno di esplodere e ora la promessa è diventata una splendida realtà. Credo che già in serata ci possa essere l’annuncio ufficiale»

  2. Questo è un fabbro,uno spazzolatore di caviglie!Vista l’età….giusto per completare il reparto,proporrei uno scambio con Iaquinta e Martinez…ahahah

  3. anche Rui Costa non ha fatto schifo…però come dice il buon The Alpha Dog il bilancio mi sa che va verso i flop xD

    anche se comunque credo che in CL ci serva qualcuno che non paghi l’emozione da esordio…della nostra attuale squadra sono veramente pochi quelli che l’hanno giocata…e potrebbe costarci caro!

    quindi io sono favorevole ad uno magari più maturo che però ha esperienza internazionale…il Barza è stato un affare di lusso in quanto costo/rendimento…

    magari Marotta ne azzecca un altro!

  4. Sì, e poi ci sono gli esempi di Jorge Andrade, Tiago, Eduardo del Genoa, Quaresma e tantissimi altri portoghesi passati dall’Italia ed andati via dopo appena 1/2 stagioni disastrose..

  5. anche Rui Barros non ha fallito per niente,molto utile nella squadra in cui ha militato…
    …e anche Dimas, senza essere un fenomeno ha fatto le sue belle prestazioni. certo non hanno fallito nessuno dei 3.

  6. Paulo Sousa fu tutto tranne che un fallimento: scudetto + champions prima di approdare al Borussia Dortmund e rivincere la Champions in finale contro la Juve.

  7. Mai e poi mai, per carità.

    Io PENSO che con l’acquisto di Isla il cileno sia diventata l’alter ego sulla fascia destra di Lichtsteiner, ciò consente di usare Caceres dietro, come centrale di difesa, in alternativa a Barzagli/Bonucci/Chiellini.

    Un Bruno Alves, che ha superato i 30 anni e non mi ha mai convinto (considerando anche che i portoghesi in Italia falliscono quasi sempre) ci serve a ben poco.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi