Juventus - Bologna, Conte: "Mi aspetto gli stessi ritmi del campionato" | JMania

Juventus – Bologna, Conte: “Mi aspetto gli stessi ritmi del campionato”

Juventus – Bologna, Conte: “Mi aspetto gli stessi ritmi del campionato”

“Volendo dare spazio a chi fin adesso ha avuto poco spazio, è inevitabile che debba fare delle scelte. Ci sono dei ruoli, dove anche nelle alternative, devo fare delle scelte, soprattutto sugli esterni. E devo fare delle scelte con l’obiettivo prioritario di cercare comunque di passare il turno. Quindi ci sarà chi partirà dall’inizio, chi …

“Volendo dare spazio a chi fin adesso ha avuto poco spazio, è inevitabile che debba fare delle scelte. Ci sono dei ruoli, dove anche nelle alternative, devo fare delle scelte, soprattutto sugli esterni. E devo fare delle scelte con l’obiettivo prioritario di cercare comunque di passare il turno. Quindi ci sarà chi partirà dall’inizio, chi subentrerà a gara in corso, ma è inevitabile che mi aspetto da parte di tutti grande attenzione, grande determinazione, grande applicazione. E anche da parte mia c’è la voglia di scoprire se riusciamo a mantenere la stessa intensità, gli stessi ritmi che stiamo portando durante il campionato”. Antonio Conte si presenta così nella conferenza stampa che precede l’allenamento di rifinitura prima del match di Coppa Italia tra Juventus e Bologna, in programma domani sera allo Juventus Stadium.

L’attenzione dei giornalisti presenti a Vinovo è rivolta principalmente alle condizioni di Alessandro Del Piero, in merito a cui Conte ha spiegato:

“L’ho visto ieri, oggi aveva una visita ulteriore ed è inevitabile dire che ha comunque un taglio importante; per fortuna l’ha preso nella parte alta, altrimenti rischiava comunque di rimanergli un danno permanente in faccia. Ha preso una botta forte. Difficile dire se potrà essere disponibile o meno, bisognerà sentire anche i medici, i consigli che danno. E’ inevitabile che da parte sua ci sia tanta voglia di prendere parte, di giocare, però bisogna anche che ci sia l’ok da un punto di vista medico, che tranquillizzi soprattutto lui, questo è molto importante”.

In vista dell’impegno di domenica all’Olimpico contro la Roma, è inevitabile che Conte pensi a fare tourn over contro i rossoblu domani sera:

“Giocherà Storari – spiega ancora Conte – la Coppa Italia la giocherà sempre Marco. Ci auguriamo di andare avanti e sarà sempre lui il titolare, questo è un dato certo. Per quanto riguarda Pirlo abbiamo cercato di sfruttare questi giorni di squalifica per cercare di fargli fare un programma di lavoro, da un punto di vista fisico. L’intenzione comunque è nel limite del possibile di dare spazio a chi finora non ha giocato tantissimo e comunque si è allenato in maniera importante, da professionisti. Sarà difficile nei centrali, perché comunque i centrali sono quelli e quindi non abbiamo alternative particolari. Tra tre ne sceglierò due, e l’altro andrà in panchina”.

Trattandosi di Coppa Italia, qualcuno potrebbe aspettarsi anche qualche esperimento nel modulo, ma Conte non pare orientato a modificare atteggiamento:

“Proprio perché abbiamo cambiato, è giusto che io provi delle soluzioni alternative. Per me è una partita molto importante proprio perché devo trovare delle soluzioni alternative, quindi continueremo a giocare come stiamo facendo, cercando di avere delle risposte importanti da chi scenderà in campo e verrà impiegato nei ruoli per cui si sta allenando da un mese a questa parte. Faccio un esempio: Giaccherini lo abbiamo provato da interno e giocherà da interno. Il giocatore lo ha già fatto in passato nella sua carriera ed è un giocatore che può ricoprire il duplice ruolo, sia di interno di centrocampo che da esterno; lo stesso dicasi per Estigarribia, può fare l’interno così come può fare l’esterno. E’ inevitabile che ci stiamo lavorando ed è giusto trovare delle alternative”.

Un commento

  1. Mi aspetto molto anche io. Proprio le cosidette seconde linee devono ora dimostrare di valere la maglia Juve.

    In realtà io credo che sarà uno degli esami più belli per i vari Giaccherini e Estigarribia, Krasic e Quagliarella: per me è un dentro o fuori questo finale di anno solare. Quattro partite senza Vucinic, i tre tenori là in mezzo, Pepe non si tocca, mentre tutti gli altri, escluso Matri, sono sotto esame. E gennaio è molto vicino…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi