Juventus Bayern | Allegri | Buffon | Video | 22 febbraio 2016

Juventus Bayern Monaco: la conferenza stampa integrale di Allegri e Buffon (Video)

Juventus Bayern Monaco: la conferenza stampa integrale di Allegri e Buffon (Video)

Juventus Bayern Monaco, ottavi di finale Champions League: la conferenza stampa del tecnico bianconero Massimiliano Allegri e di capitan Gianluigi Buffon

Juventus Bayern Monaco, la conferenza stampa di Massimiliano Allegri e Gianluigi Buffon. Il tecnico toscano è sereno e ottimista alla vigilia dell’andata degli ottavi di Champions League: sarà una sfida molto difficile per la Juventus, ma un po’ per tutte le italiane impegnate nelle coppe il cammino sembra si sia complicato.

“Solo la Roma è in difficoltà – evidenzia Allegri – perché ha perso in casa. Tutte le altre sono in corsa per passare il turno. Gli arbitri italiani sono tra i migliori al mondo. Quante possibilità abbiamo di passare? Bisogna essere bravi soprattutto nella prima partita. Loro sono i favoriti per la Champions e per noi è un test importante. Siamo pronti e abbiamo tanti giovani che sono cresciuti molto alla Juventus”.

La Juventus giocherà la prima in casa, poi dovrà recarsi all’Allianz Arena per il ritorno: un punto a favore per i tedeschi? No, secondo Allegri paradossalmente i campioni d’Italia possono essere avvantaggiati magari facendo 0-0 allo Stadium:

“Se dicessi di sì mi prenderei degli insulti. Lo 0-0 in casa all’andata è un risultato ottimo perché poi in trasferta hai due risultati su tre. Difficilmente però finirà 0-0. La formazione non posso dirvela – continua – , non c’è da inventare molto. Solo giocare una partita importante ed essere all’altezza dal punto di vista tecnico e tattico”.

Ai tempi del Milan, Allegri ha messo più volte in difficoltà il Barcellona di Guardiola: ci riuscirà questa volta, magari passando il turno?

“I concetti di calcio che aveva a Barcellona sono gli stessi, ma con giocatori differenti. Faremo una grande partita con una super fase difensiva e dovremo essere bravi a uscire dalla loro pressione. Khedira e Mandzukic? I due ragazzi sono in buona condizione e saranno della partita. Non so cosa ha preparato Guardiola, ma cambierà poco perché hanno un modo di giocare, con la gestione della palla, che non cambierà. Dovremo essere bravi a tenere noi la palla. E’ un ottavo di Champions, un obiettivo raggiunto con merito. Grandi possibilità di andare avanti, dobbiamo fare una grande partita ed essere molto più bravi che a Monaco. Giocheremo contro il Bayern che è una delle favorite per vincere la Champions, ma allo stesso tempo abbiamo possibilità di passare il turno. Il nostro obiettivo era di passare il girone e lo abbiamo raggiunto, poi agli ottavi può accadere di tutto”. Sugli infortunati: “Khedira e Mandzukic sono recuperati, Alex Sandro e Chiellini no”.

Juventus Bayern Monaco: parla capitan Buffon

Di fianco ad Allegri, in conferenza stampa c’è capitan Gianluigi Buffon, che analizza le differenze tra la Juve di oggi e quella che ha perso la finale di Champions League dello scorso anno contro il Barcellona:

“Siamo cambiati negli uomini e in esperienza, forse ne avevamo di più a giugno. Ora abbiamo più energia e freschezza e il mister ha dato sicurezze e certezze che avevamo bisogno dopo un inizio stentato. Questa squadra ha un grande potenziale per un futuro importante. L’addio di Guardiola? Fossimo in Italia e il Bayern una squadra italiana ti direi che influenzerebbe in maniera negativa. Considerando che la stessa cosa il Bayern la fece tre anni fa e ci spazzò via, preferisco pensare ad altro. Noi possiamo fare una partita da Juventus con spirito battagliero. So che è un po’ che non prendo gol e questo significa che abbiamo una grande fase difensiva. Aiuta avere singoli difensori affidabili, ma quando prendi pochi gol è perché tutta la squadra lavora per difendere bene. Il modulo qualcosa fa cambiare, quando giochiamo a quattro sono più coinvolto coi piedi”.

In caso di eliminazione dalla Champions, la Juventus riverserebbe inevitabilmente tutte le forze sul campionato:

“Avremmo comunque vinto un trofeo – continua Buffon – , o forse due con la Coppa Italia. Bisogna dare il giusto peso a tutto e fare considerazioni ad ampio respiro. Dovessimo avere una sfida equilibrata col Bayern e arrivare punto a punto col Napoli, poi non vincere niente, beh, l’importante è restare competitivi su tutto. Ci sono gli avversari e può capitare che vincano altri. Il pareggio di Bologna? E’ chiaro che quando si è abituati a vincere non si vorrebbe mai smettere. Squadre che vincono all’infinito non ne ho mai viste, è il bello del calcio e dello sport che ogni volta si parte da 0-0. Devi sempre trovare la forza per vincere ed è normale che a volte non accade. Ora abbiamo una opportunità ancora più stimolante per tornare a vincere contro grandi campioni. Mi aspetto una sfida complicata, rispettiamo molto i bavaresi e sappiamo che sono fortissimi. Non hanno punti deboli, ma anche noi siamo una squadra in crescita che in questo percorso di quattro-cinque anni ha trovato un consolidamento europeo. Siamo più consapevoli della nostra forza e di quella del Bayern rispetto a tre anni fa. Quella volta pensavamo fossero forti, ma forse non avevamo idea del reale livello. Rispetto all’ultima sfida contro il Bayern è cambiato il nostro percorso, ci siamo consolidati e abbiamo più certezze a livello europeo. Non è una cosa da sottovalutare. Loro invece sono la stessa squadra che detta legge da cinque anni in Germania ed è favorita per vincere la Champions, sono molto forti. Quando giochi con squadre più forti è sempre meglio giocare la sfida secca perché diminuisci la possibilità che la differenza si senta. Andata e ritorno è un lasso di tempo maggiore in cui potranno emergere meglio le potenzialità delle squadre, dovremo essere intelligenti a sapere che la partita durerà 180 minuti. Dovremo cercare di far sì che nella gara di ritorno ci siano ancora possibilità di passare il turno. Vale come una semifinale questa partita”. Su Vidal: “Sarà un piacere ritrovarlo di fronte, ci ha aiutato a scrivere pagine importanti nella storia bianconera. Anche Coman – conclude – si è fatto apprezzare quando è stato qui”.

Juventus Bayern | Allegri | Buffon | Video

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi