Juventus-Atalanta 2-0 | Interviste | Allegri | Dybala

Juventus-Atalanta 2-0: interviste ad Allegri e Dybala

Juventus-Atalanta 2-0: interviste ad Allegri e Dybala

Juventus-Atalanta 2-0: parlano Allegri e Dybala. È un Massimiliano Allegri visibilmente soddisfatto quello che si presenta davanti ai microfoni di Sky Calcio Show: la Juve è stata protagonista della migliore prestazione della stagione e avrebbe meritato sicuramente un risultato più ampio. “Abbiamo fatto bene – sottolinea Allegri – , creando e sbagliando molto. Non subiamo …

Juventus-Atalanta 2-0: parlano Allegri e Dybala. È un Massimiliano Allegri visibilmente soddisfatto quello che si presenta davanti ai microfoni di Sky Calcio Show: la Juve è stata protagonista della migliore prestazione della stagione e avrebbe meritato sicuramente un risultato più ampio. “Abbiamo fatto bene – sottolinea Allegri – , creando e sbagliando molto. Non subiamo gol per la terza gara concedendo zero all’Atalanta. Abbiamo capito quando c’è da difendere. I singoli hanno fatto bene, sono contento per i ragazzi. Venivamo da una buona prova in Champions dove non avevamo capitalizzato quanto creato. Ci avviciniamo di due punti all’Inter, era importante fare questi passi avanti”.

Dybala ha messo a segno un gol, ha confezionato l’assist per Mandzukic ed ha procurato un rigore: cosa chiedere di più?

Paulo è un giocatore con caratteristiche tecniche di primo livello – ammette Allegri -, da lui ti aspetti sempre grandi cose. Ha 21 anni, normale debba crescere, a livello tattico in primis. Oggi ha fatto bene, ricevendo tra le linee, facendo scorrere, poteva far meglio in certe situazioni e fa bene a fare autocritica. Sta cambiando ruolo e gioca in una squadra che attua un calcio diverso dal Palermo. Dybala alla Tevez? Il futuro di Paulo sarà questo. Ci vogliono passaggi a livello tecnico e fisico, deve migliorare nel corpo a corpo. Oggi piano piano si è abbassato, partecipando più al gioco, è difficilmente marcabile e crea imprevedibilità”.

Il destino di Allegri è quello di essere sempre al centro delle critiche: lo scorso anno per l’eredità di Conte, quest’anno per Dybala…

L’anno scorso arrivavamo da tre scudetti, bravi i ragazzi a rendere la scorsa stagione come una delle più belle e straordinarie della Juventus. Eravamo a venti minuti dalla Champions, ci riproveremo visto che per la finale non servirà l’aereo… Su Dybala dispiace questo bailamme. È giovane, ha bisogno di crescere, come Morata un anno fa. Mandzukic si era intristito dopo due gol sbagliati, poi sbloccato si è messo ad andare. E’ un giocatore importante, finalmente ho quasi tutti a disposizione. Pogba? Paul sta crescendo, ha fatto bene. Perde ancora troppi palloni facili che lui rende difficile. Ma è nel percorso di crescita, ci sta.

Raggiunto dalle telecamere di Sky Sport, Paulo Dybala ha commentato così la sua prestazione, facendo anche autocritica:

Sono contento ma a metà, perché a parte il goal e l’assist ho sbagliato tanto. Faccio anche autocritica, bisogna farlo necessariamente per migliorare. Non è facile per me, a Palermo giocavo da prima punta con Vazquez dietro, adesso invece tocca a me servire i compagni. Io comunque cerco di fare quello che mi dice il mister. Non sento la pressione, parlo sempre coi miei compagni e dividerla con loro. Non leggo tutto quello che si dice, ringrazio i tifosi per l’affetto. Siamo qui per lo Scudetto, vogliamo vincere il quinto – conclude – , ripartiamo da oggi.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi