Juventus: Agnelli furioso per KO di Atene, la colpa è anche sua

Juventus: Agnelli furioso dopo il KO di Atene, ma la colpa è anche sua

Juventus: Agnelli furioso dopo il KO di Atene, ma la colpa è anche sua

L’edizione odierna di ‘Tuttosport’ parla di un presidente Andrea Agnelli molto contrariato dopo la sconfitta rimediata dalla Juventus ad Atene contro l’Olympiacos. Secondo Michel Platini i bianconeri hanno ora solo il 30% di possibilità di passare il turno ed evitare la retrocessione in Europa League esattamente come lo scorso anno. Un risultato negativo non tollerabile …

agnelli-juventus-2014L’edizione odierna di ‘Tuttosport’ parla di un presidente Andrea Agnelli molto contrariato dopo la sconfitta rimediata dalla Juventus ad Atene contro l’Olympiacos. Secondo Michel Platini i bianconeri hanno ora solo il 30% di possibilità di passare il turno ed evitare la retrocessione in Europa League esattamente come lo scorso anno. Un risultato negativo non tollerabile né dal punto di vista sportivo, né dal punto di vista finanziario: uscire subito dalla Champions, infatti, oltre ad allontanare i campioni dalla maglia bianconera nelle prossime sessioni di calciomercato, costringerebbe la società alla cessione di qualche big per fare fronte ai mancati introiti dalla competizione europea regina.

Al triplice fischio finale di Olympiacos-Juve, Agnelli è parso dunque molto seccato, perché se l’obiettivo è quello di riconfermarsi in Italia e fare meglio dello scorso anno in Europa, al momento non ci siamo. Nel senso che siamo perfettamente in linea con il risultato dello scorso anno. In campionato abbiamo gli stessi punti, in Champions viaggiamo verso l’eliminazione (classifica attuale alla mano). Secondo ‘Tuttosport’, nella notte di mercoledì ci sarebbe stato un summit tra Agnelli, il dg Giuseppe Marotta e il ds Fabio Paratici: si è cercato di analizzare la seconda sconfitta su tre gare ed individuare eventuali cause e colpevoli.

Difficile prendersela con il tecnico Massimiliano Allegri: se è vero che fin qui ha vinto con la squadra e il modulo di Conte, deve essere anche vero che ha perso con gli stessi uomini e lo stesso modulo di Conte. Anzi, l’impressione è che al netto degli infortuni, in un reparto su tutti, l’attacco, la squadra si sia addirittura indebolita. Se la società ha costruito una squadra vincente in Italia è merito anche del presidente; se la società ha costruito una squadra che colleziona figure barbine anche con avversari modesti in Europa, è colpa anche del presidente. Buon lavoro.

6 commenti

  1. Vole scriver “sfottono” e NON “fottono” mi scuso x l’ errore.

  2. Di seguito una riprova di quello che vado dicendo:
    Secondo quanto riferisce Tuttosport, anche sulla battuta del presidente della Juventus Andrea Agnelli su Calciopoli e il riferimento allo Scudetto a tavolino accettato dall’Inter non c’è identità di vedute tra il numero 1 nerazzurro Erick Thohir e l’ex presidente onorario Massimo Moratti. Quest’ultimo aveva liquidato come una semplice battuta quella di Agnelli e non si aspettava la dura risposta dell’indonesiano attraverso il comunicato diffuso nella serata di venerdì. Per Moratti si è trattato uno dei tanti sfottò che lui e Agnelli si sono spesso scambiati negli ultimi anni attraverso qualche sms.
    Noi ci uccidiamo, andiamo in depressione ecc. ecc. loro si fottono come due amiconi, la propietà con la famiglia Agnelli/Elkan fù chiamata dal neo eletto Presidente USA Obama per rilevare Chrysler e in più 1.000.000.000 (miliardo) di Dollari, ora voi credete che gente così non sia in grado di rimettere in riga chiunque? Eavere giustizia in tutti gli ambiti? Ora ad ognuno di voi le propie considerazioni, spero solo di scuotere qualche coscenza, evitando così che negli anni a venire il calcio torni ad essere uno spettacolo per tutti noi, senza settori ospiti, spranghe, catene, sassi, insulti e bambini e famiglie costretti a disertare gli stadi.
    Per fare questo, tutto parte da noi non da loro, perché “noi siamo noi e loro non sono…… nulla”.

  3. Quando un Presidente di una società come la Juventus Spa a l’ incalzare dei piccoli azzionisti, sul reagire nelle sedi opportune al fango che ci tirano, distruggendo con falsità l’ immaggine della società Juventus Spa (quotata in borsa), risponde dicendo che bisogna farsene una ragione, perché noi siamo “ANTIPATICI”…….. di cosa parliamo, mi sembra l’ avvocato della difesa Juve in Farsopoli!
    Altro che campioni e Juve nelle prime 8 in Europa, lui e suo cugino J. Elkan (il cognome dice tutto) sono 2 facce della stessa medaglia, io lo vado dicendo da 40 anni che le squadre dovrebbero essere dei tifosi e non di questi viziati miliardari (sceicchi e petrol-gas-russi compresi) che si sono presi anche questo bellissimo sport chiamato calcio, fomentando l’ odio fra tifosi (dividi e impera) attraverso i loro media.
    Capitelo tutti questo è un teatrino dove ognuno ha un compito assegnato la Juve è la strega con la Biancaneve di turno, Agnelli ieri a risposto modello Marchionne “Io sono io voi siete un C…o!!!!” il calcio è una diretta emanazione delle politica…… una grande farsa.

  4. se vogliamo vincere in Europa,dobbiamo spendere,altrimenti rilassiamoci e becchiamoci queste figurette….dai che se continuiamo cosi anche quest’anno andiamo in Europa League…..a fare figurette anche li
    che tristezza

    • ѕσυтн-ραяк

      Se vogliono passare il turno (anche non giocando un calcio solido, come ad esempio l’altra sera) dovranno fare solo Goal quando l’occasione gli si presenterà e non sparacchiare sul portiere (prodezze a parte), sui difensori o addirittura in tribuna. Per fare questo, non “bisogna spendere” (parole tue). La società, i giocatori e anche le pietre lo sanno benissimo. Per far si che questo accada, bisogna fare semplicemente una cosa: Aggiustare la mira, PREGO!!!!

  5. qualche campioncino durante il mercato estivo andrebbe preso è?……..
    è inutile aspettare sempre il prestito
    oppure se ci interessa un giocatore che ci vendono a 25 milioni noi gliene vogliamo dare 23 e poi i giocatori li prendono l’altre squadre e noi ci ciucciamo le dita
    Poi non ci lamentiamo se si perde contro squadrette come l’Olimpyacos o il Galatasaray

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi