Juvenews scrive ad Abete: quando sapremo qualcosa sull'esposto Juve? | JMania

Juvenews scrive ad Abete: quando sapremo qualcosa sull’esposto Juve?

Juvenews scrive ad Abete: quando sapremo qualcosa sull’esposto Juve?

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera inviata dalla redazione degli amici di Juvenews.net al presidente della Federazione Giuco Calcio, Giancarlo Abete, con la quale la stessa redazioen chiede lumi sullo stato attuale delle indagini avviate dall’esposto della Juventus. Giovedì verrà ascoltato dal procuratore federale Palazzi il presidente dell’Inter Moratti, e poi? Spett/le F.I.G.C. Via Gregorio …

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera inviata dalla redazione degli amici di Juvenews.net al presidente della Federazione Giuco Calcio, Giancarlo Abete, con la quale la stessa redazioen chiede lumi sullo stato attuale delle indagini avviate dall’esposto della Juventus. Giovedì verrà ascoltato dal procuratore federale Palazzi il presidente dell’Inter Moratti, e poi?

Spett/le F.I.G.C.
Via Gregorio Allegri – ROMA –
Ufficio stampa ed Ufficio legale.
C.A. Preg.mo Presidente

Lettera Inviata anche a: CONI, Alta Corte Giustizia Coni, Procura Federale, (FIGC indagini, e FIGC procura), Ufficio di presidenza Lega Calcio e ufficio giustizia sportiva, Juventus FC, Onorevole Paniz, Redazioni: Tuttosport e Corriere dello sport, Andrea Monti direttore Gazzetta dello Sport, La Repubblica, Corriere della sera, direzione Libero, Sportitalia, Giancarlo Padovan, Fabio Ravezzani, Quotidiano Nazionale, Blog Oliviero Beha. Comunicazione con Fax ad Avvocati: Prioreschi e Trofino. Codacons, Usigrai, Giulemanidallajuve, Juvemania.

Oggetto: Esposto Juventus 10 maggio 2010

Al Presidente Dott. Giancarlo Abete
Egregio Presidente, già in passato abbiamo inoltrato alla Sua attenzione tramite un nostro redattore una lettera, cui ovviamente non è stata data risposta, in merito all’esposto presentato dalla società Juventus relativo all’assegnazione d’ufficio del titolo di campione d’Italia per la stagione 2005-2006 e non solo, poiché come sicuramente a Lei noto nel documento veniva anche richiesto: di DEFERIRE (pag. 9) ” ai sensi dell’art. 32 comma 4 del Codice di Giustizia Sportiva (CGS) al giudizio della competente autorità disciplinare tutti i tesserati e le Società, al titolo di responsabilità che a ciascuna pertiene, coinvolti nei
comportamenti antisportivi sopra esposti ed emersi in margine al procedimento penale n. 43915/02 R.G. iscritto nella Procura della Repubblica – D.D.A. presso il Tribunale di Napoli. Essendo di parte non intendiamo assolutamente entrare nel merito dei  comportamenti avuti dai tesserati che, per una serie di circostanze, volute o meno si andrà a stabilire eventualmente in altra sede, non è stato possibile giudicare nel 2006, ma quel che vorremo conoscere, da appassionati di calcio, con maggiore precisione, è cosa in realtà si stia facendo al riguardo. Per amore di chiarezza Le chiediamo se le attività della Procura Federale di cui si hanno notizie frammentarie siano attinenti alla parte dell’esposto che riguarda la revoca dello scudetto o presuppongano, nel caso di accertamenti di reati sportivi, possibili deferimenti dei soggetti coinvolti.
Siamo consapevoli, Presidente, che per la revoca non vi sia alcuna urgenza, ma, ci consenta una sottile polemica.Per le stesse motivazioni non vi era necessità di affrettare i tempi nel 2006 e sicuramente non regge la giustificazione delle pressioni UEFA cui non interessava sapere chi si sarebbe cucito il triangolino tricolore sulla maglia, ma solo chi fosse legittimato, a giudizio della FIGC, anche in presenza di un titolo non assegnato, a partecipare alle competizioni europee. Per quanto attiene invece gli eventuali deferimenti, come Lei ben sa, la questione è molto più complessa perché, oltre i tempi di una possibile prescrizione, sono anche da considerare le implicazioni per altre società nel caso di condanne e pertanto, riteniamo non giustificabile che a distanza di 10 mesi, dall’esposto si sia ancora in fase d’indagine, mentre in un’altra stagione e con meno elementi disposizione si sia proceduto in maniera completamente diversa. Noi pensiamo che Lei si renda conto che anche una Sua risposta che confermi, comunque, che nel 2006 si sia avuta troppa fretta, rappresenti per noi una piccola vittoria anche se non ci restituisce niente di quel che
giustamente o ingiustamente ci è stato tolto. Ma sarebbe un segnale che le nostre battaglie, che, è bene si sappia, non si fermeranno fin quando non sarà accertata la verità, abbiano sortito un qualche effetto seppur minimo. D’altra parte Lei nel 2010 dichiarò: È inutile lavorare sui brogliacci o porsi problemi esistenziali sulle voci delle singole intercettazioni. Bisogna aspettare i risultati conclusivi della perizia del tribunale di Napoli, che ha dato tempo 60 giorni (a partire dal 18 maggio ndr), e lasciare che si completi l’iter della giustizia
ordinaria». Quindi da parte sua si tratterebbe solo di esplicitare il concetto contenuto in tali affermazioni e cioè che, se chi l’ha preceduta si fosse comportato con la giusta prudenza, oggi staremmo parlando di un’altra storia.
Per concludere in maniera sintetica le riportiamo le nostre istanze: Chiarezza sulle finalità dell’operato della Procura Federale. Esplicitazione che la Procura Federale stia  procedendo con la “prudenza” che il caso richiede per non commettere gli stessi errori del 2006. Come vede non chiediamo molto e tutto sommato le offriamo anche l’opportunità di uscire da questa situazione diciamo “imbarazzante” in maniera brillante.

LA REDAZIONE DI JUVENEWS

5 commenti

  1. Tutti gli sportivi facciano sentire la loro voce pretendendo che l’inter sia giudicata con lo stesso metro 2006 senza prescrizioni !

    UFFICIO STAMPA FIGC (ABETE): [email protected]
    UFFICIO LEGALE : [email protected]
    PROCURA FEDERALE (PALAZZI) : [email protected]
    [email protected]
    CONI: [email protected]
    Alta Corte Giustizia CONI: [email protected]
    Presidenza lega calcio: [email protected]
    Giustizia sportiva lega calcio: [email protected]
    Juventus: [email protected]
    Sportitalia: [email protected]
    Giancarlo Padovan: [email protected]
    UsiGrai: [email protected]
    CODACONS: [email protected]

  2. REDJU x Juventino

    Premesso che non siamo ad un concorso letterario, devi anche considerare che, talvolta, nell’impaginazione qualcosa non quadri. Per qunto,invece, concerne l’utilità di un’iniziativa del genere, siamo tutti consapevoli che difficilmente si possano ottere dei risultati concreti, ma in ogni caso, anche per la latitanza della socieà in questo senso, noi non vogliamo mollare.

  3. Non risponderà come ha fatto fino ad ora, mi chiedo però essendo la f.i.g.c. un ente pubblico è previsto per legge che ci sia una risposta, i procedimenti deve avere una durata stabilita e soprattutto ci deve essere la parità di trattamento….occorrerebbe una diffida ad adempiere e poi eventualmente rivolgersi alla giustizia ordinaria.
    Quanto sopra lo avrebbe dovuto già fare la società Juventus, purtroppo i tifosi non hanno voce in capitolo, infatti non si degnano neanche di rispondere non rompete i c……i, voi non contate niente….

  4. x juventino:

    e dove sono questi ORRORI scusa?????

  5. Dal punto di vista italiano, non è che sia scritta poi così tanto bene eh 🙂
    Inoltre, sarà un ennesimo buco nell’acqua. Di solito non si riceve mai risposta.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi