Juvemania Lippi: "Giusto parlare di 31 scudetti" | JMania

Juvemania Lippi: “Giusto parlare di 31 scudetti”

Juvemania Lippi: “Giusto parlare di 31 scudetti”

“La sensazione è che nessuna squadra potesse contrastare il passo della Juventus”, Marcello Lippi, attuale allenatore del Guanghzou Evergrande, si esprime così ai microfoni de ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento. L’ex Ct campione del Mondo nonché già allenatore della Juve, ha celebrato la vittoria del secondo scudetto consecutivo dei bianconeri: “Ci ha provato …

marcello-lippi-intervista“La sensazione è che nessuna squadra potesse contrastare il passo della Juventus”, Marcello Lippi, attuale allenatore del Guanghzou Evergrande, si esprime così ai microfoni de ‘La Politica nel Pallone’ su Gr Parlamento. L’ex Ct campione del Mondo nonché già allenatore della Juve, ha celebrato la vittoria del secondo scudetto consecutivo dei bianconeri: “Ci ha provato il Napoli, che è riuscito per buona parte del campionato a essere protagonista, ma che deve avere un pizzico di continuità maggiore, poi le altre hanno avuto qualche problema, Milan e Inter hanno rinnovato tantissimo, per esempio. Il campionato lo avrebbe potuto perdere solo la Juve. Il gap con le altre nasce dal percorso che la Juve ha cominciato due anni fa, si è portata avanti col lavoro”, ha proseguito Lippi.

In queste ore è ricominciato il tormentone sul numero degli scudetti, sono 29 o 31?

“Giustamente tutta la Juventus, e i suoi tifosi, parlano di 31 scudetti vinti – sostiene l’ex CT – 31 sono quelli vinti poi se qualcuno ha ritenuto di toglierne 1-2 è un altro discorso ma giustamente il popolo bianconero sente di averli vinti sul campo”.

Anche sullo scudetto numero 31 c’è il marchio di Antonio Conte, l’uomo che sta facendo la differenza per la Juventus:

“I meriti di Antonio sono grandissimi, ma da sempre metto prima la società che sceglie l’allenatore – dice Lippi – L’uomo chiave del ritorno della Juventus a un ruolo da protagonista è Conte, ha fatto sentire la juventinità allo spogliatoio, ha portato la sua grinta, il suo entusiasmo, ma lo ha scelto la società. Io vedo un grandissimo feeling tra Conte, Agnelli e Marotta, quelli di Antonio sono messaggi che la società conosce, lui ne avrà già parlato con loro prima che in pubblico e vuole dare la sensazione al popolo juventino che si farà il massimo per essere competitivi a livello internazionale. Sanno quello che è necessario per rinforzare la squadra ma sanno anche che c’è un gap fortissimo nei confronti di squadre come Bayern Monaco, Real Madrid, le inglesi, le cui possibilità economiche sono nettamente diverse. In Champions, poi, per arrivare in fondo serve anche un pizzico di fortuna nei sorteggi, secondo me la Juve poteva giocarsela con Barcellona e Real, ma gli è capitata la squadra più forte che c’è in questo momento”.

Inevitabile il paragone di questa Juve con quella di Lippi:

“Molti accostano questa squadra alla mia degli anni Novanta e in effetti c’è la stessa grande determinazione, questa ferocia, questa unità di intenti, un gruppo solidissimo e certi grandi calciatori. In questa Juve ci sono due fuoriclasse, che sono Buffon e Pirlo, e 3-4 grandissimi protagonisti, Barzagli, Vidal, Marchisio e Chiellini –  aggiunge Lippi – ma le grandi società che operano in maniera seria non vanno a prendere i calciatori di cui si parla così tanto, la Juve prenderà magari qualcuno di non cui si parla molto”.

La chiusura su Marchisio e Del Piero:

“Claudio? È un fuoriclasse, e i fuoriclasse le grandi squadre se li tengono. Del Piero? Come ha detto lo stesso Buffon, ieri è stato il primo scudetto senza Alex, poi arriverà uno scudetto senza Buffon: i calciatori passano e le società rimangono”, conclude l’ex pluridecorato tecnico bianconero.

Un commento

  1. sanguebianconero

    se e quando dovesse andare via Conte perchè non riprendere Lippi ???

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi