Juve, torna la mentalità vincente | JMania

Juve, torna la mentalità vincente

Adesso abbiamo la conferma: la Juventus è tornata. La partita di sabato con la Lazio ne è la prova: la squadra di Ferrara è più forte di quella di Ranieri non solo perchè ha aggiunto dei campioni in tutti i reparti, ma soprattutto perchè ha ritrovato l’anima vincente che aveva caratterizzato i successi degli ultimi …

ciro ferraraAdesso abbiamo la conferma: la Juventus è tornata. La partita di sabato con la Lazio ne è la prova: la squadra di Ferrara è più forte di quella di Ranieri non solo perchè ha aggiunto dei campioni in tutti i reparti, ma soprattutto perchè ha ritrovato l’anima vincente che aveva caratterizzato i successi degli ultimi 15 anni. Se infatti, la vittoria con la Roma è stata propiziata proprio dai nuovi acquisti Diego e Felipe Melo, la vittoria sulla Lazio è frutto di 90 minuti di corsa e cuore. Adesso giocare nella Juventus significa vivere con l’ossessione della vittoria, di cercare sempre e comunque. E Ferrara alimenta questo nuovo modo di pensare, in cui non sono concessi cali di tensione : ” Abbiamo vinto? bravi, ma non serve a niente se non si vince la prossima”. Adesso si riparte, domani sera c’è l’esordio in Champions League contro il Bordeaux di Blanc e dell’ex rossonero Gourcuff. Un’altra occasione per dimostrare che la Juve è tornata.

Un commento

  1. Voi mi dite che la juve è cambiata?Io vi rispondo che rispetto allo scorso anno,al momento abbiamo vinto con il Chievo in casa 1 a 0.
    L’anno scorso siamo andati a vincere a Roma contro la Roma dominando (in circostanze simili a quelle attuali,una roma a pezzi)ed abbiamo vinto contro la Lazio soffrendo(l’anno scorso c’era un Rocchi e Zarate in piu’).
    Non mi sento ancora pronto ad indicare la Juve come nuova protagonista del campionato,al momento vedo ancora un Inter favorita(grazie ai singoli..prima Ibra oggi Eto’o),un Milan alla ricerca dello sponsor perduto,ed una Juve con Melo al posto di Sissoko.
    Di Diego abbiamo visto solo 20 minuti di Roma e qualche dribbling nel trofeo Berlusconi…Grosso come cross ha pareggiato le zappate di Molinaro,forse l’unico buono è stata qualle bomba in diagonale che ha sfiorato la testa di Amauri.Sulla destra Caceres o Grygera che sia ha sofferto la prepotenza di Kolarov(miglior terzino sinistro europeo),Melo una diga come Sissoko.Marchisio 7 polmoni ed Amauri e Trezegol ad aspettare un cross da buttar dentro.
    Di nuovo vedo solo Ferrara sulla panca ed uno spirito diverso,quello d’inizio stagione,dove siamo tutti belli e forti!
    La rpudenza non fa’ mai male..ed io dopo un bel vino Boerdeaux ed un giro a Marassi,sono pronto a sbilanciarmi un po’ di piu’ sulla Juve.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi