Juve-Napoli poteva essere uno spot per il calcio, invece... | JMania

Juve-Napoli poteva essere uno spot per il calcio, invece…

Juve-Napoli poteva essere uno spot per il calcio, invece…

(Di Gaver) Ci sono eventi, a prescindere dalla loro natura, che ti lasciano dentro un senso di smarrimento, ti impediscono di ragionare con la mente lucida e ti spingono ad ogni imprevedibile pensiero. Forse un evento di sport non dovrebbe spingere a simili pensieri, è comunque un gioco e tale dovrebbe rimanere, ciò per il …

(Di Gaver) Ci sono eventi, a prescindere dalla loro natura, che ti lasciano dentro un senso di smarrimento, ti impediscono di ragionare con la mente lucida e ti spingono ad ogni imprevedibile pensiero.
Forse un evento di sport non dovrebbe spingere a simili pensieri, è comunque un gioco e tale dovrebbe rimanere, ciò per il puro ed ingenuo divertimento di tutti; ma appare evidente come quel “tutti” non comprenda quei “molti” che evidentemente non concepiscono l’essenza vera dello sport.
Stamani le solite testate giornalistiche si son alquanto sbizzarrite, con esclusione sorprendente della rosea milanese che forse ha dovuto arrendersi all’evidenza; ma molti altri, con le solite direttive romane in primis, non han perso tempo per cavalcare una battaglia che, molto sinceramente, inizia a sembra l’apoteosi del ridicolo.
Ieri il calcio Italiano aveva l’occasione per esportare e riabilitare un prodotto piu volte bistrattato negli ultimi anni; è stata, in una veloce analisi, una partita diciamo abbastanza onesta, una Juve con ottimo possesso palla ed un Napoli che ripartiva molto bene, nonostante la forma non sia per entrambe ancora la migliore, diversi interventi agonisticamente sopra le righe (che sinceramente non condanno, è pur sempre il calcio) ed atleti che nonostante la pioggia ed il momento di rodaggio stavano dando vita ad un match soddisfacente.

Come anticipavo prima, poteva essere uno spot positivo per il nostro calcio; ma è bastato poco, veramente poco, per ricadere nella nostra infima natura di cultori del sospetto unidirezionale. Ovvero, se accade a me è errore, se è per gli altri è malafede e (udite udite) premeditazione.
Beh, io sono stanco di questo nostro mondo pallonaro; gente che pensa di essere il pozzo della sapienza (che fa il paio con arroganza?) solo per qualche euro in piu posseduto, addetti ai lavori che agiscono in personalistica professionalità (ma il canone Rai non è per tutti uguale? O gli Juventini pagano meno?), giornali e narratori che assistono all’evento con occhi che stridono con quella che poi è la vera dinamica dei fatti.
Dovremmo fare tutti un passo indietro, prima di vedere sprofondare questo nostro amato calcio nel baratro, prima che sia davvero troppo tardi. Qualcuno ha urlato allo scandalo per un rigore netto, una doppia ammonizione da regolamento ed una espulsione che (stando a quanto asserito dall’organo arbitrale) che è sancita sempre da quel famoso regolamento.
Ma se questo può essere un problema, si può sempre proporre di andare in deroga alle regole quando si gioca contro la Juve, facendo si che ai nostri avversari tutto sia permesso.
Qualcuno poi fa battute su Conte  e sulla sua figura di effettivo allenatore della Juve nonostante la squalifica, dimenticando che Grava e Cannavaro, per quella citata cultura del sospetto e per quanto verificatosi in queste settimane, forse non avevano tutto il diritto di star lì ieri.
Qualcuno va via sbattendo porte e rifiutando strette di mano (sig. Mazzarri, ma come si fa a non stringerla ad un Signore come Carrera?), omettendo poi alla propria mente che nella finale di Coppa Italia, per citare un dato recente, e nonostante un fallo da rigore nettissimo su Marchisio, i giocatori della Juve a fine partita hanno applaudito gli avversari; beh, questione di stile, non c’è che dire!

Ma poi, sig. de Laurentis, con l’esclusione del suo gruppo dalla premiazione, lei che è un cultore dell’estero, che razza di figura ha fatto fare alla sua squadra ed alla sua città? Guardi che altrove di queste accuse basate sul nulla non vogliono proprio saperne, ed in un Paese come la Cina la ricorderanno sempre come colui il quale è fuggito in maniera poco sportiva, non rispettando il pubblico. E per gli ospiti è cosa grave!
I giornali intanto, alcuni ma non tutti a dire il vero, proseguono la loro personalissima battaglia contro il “mostro” chiamato Juventus! Ma state tranquilli, come scritto altrove, è solo un modo per vendere qualche copia in più.
Juve è prodotto che “tira”, purtroppo o per fortuna. Certo, è assurdo vedere uno come il dott. De Paola, attuale direttore del Corsport(?), battagliare per roma, napoli e contro la juve mentre fino a due mesi fa faceva (o fingeva di fare) lotte projuve.
Per dirla in breve, è colui il quale il giorno prima rivendicava i 30 titoli ed il giorno dopo li contestava; siete davvero in grado di leggere un giornale cosi? Se ne siate capaci, beati voi!
Ma poi, battaglie per cosa? Ce lo spieghino, i sig. de paola &co, con dati di fatto però e non con mere barzellette che stanno davvero iniziando a stancare; e si facciano anche un esame di coscienza se è davvero il caso, in assenza di dati di fatto tangibili e seri, continuare con questa loro battaglia di fumo. L’importante poi è che non ci si lamenti della violenza negli stadi, perché sono anche atteggiamenti lessicali di questo genere che la alimentano.
Un ultimo ringraziamento alla finalmente ritrovata serietà della Figc: che ieri, con professionalità ed acume d’altri tempi, ha provveduto ad impedire ogni accesso a campo e spogliatoi ad Antonio Conte, come da regolamento, impiegando appositi addetti.
Peccato che in altri momenti si sia permesso a diversi tesserati (anche presidenti) di recarsi persino vicino alle panchine. Ma so che la mia è malafede, ci mancherebbe!!!

10 commenti

  1. Adesso a tutte queste belle vostre dimostranze immaginate per un’attimo e dico solo per un’attimo, di capovolgere la situazione (tipo 1998 juve-Lazio) non stareste quà a fare i moralisti. Riflettete gente riflettete….

  2. Mi fanno ridere lasciare che rosichino tanto la cappa non l’hanno vinta.

    Poi De Laurentis che dice : “la supercoppa non vale niente quindi l’arrabbiatura mi è passata 5 minuti dopo”

    Mi fa scompisciare.

    De Laurentis l’hai letta la favola della volte e dell’uva?

  3. Ho deciso non guarderò più partite alla rai nè coppa italia nè supercoppa

  4. Si,può allenarla. L’inibizione è solo per la panchina durante gli incontri.

  5. Una domanda che non c’entra molto!…
    Ma conte può ufficialmente allenare la juve durante la settimana?

  6. @magic66
    concordo in pieno,la tua analisi non fa una piega.Se continueranno così in Italia io temo distruggeranno questo sport.

  7. Bisogna dire che abbiamo un movimento calcistico completamente marcio a livello dirigenziale e gestionale…..si parla di ultras, di violenza negli stadi, di tessera del tifoso, di punire duramente gli ultras piu’ violenti e tutto il resto ecc… ecc….e chi sono quelli che si lavano la bocca con tante belle parole gettate al vento???…..Sono gli stessi padroni del calcio, i moratti i galliani, che controllano il calcio attraverso le loro tv e giornali, con tutta una serie di manichini pennivendoli, che guarda caso, sono i primi ad incitare i tifosi alla violenza ed a creare un clima di tensione insopportabile…..tutta gente senza dignita’ asserviti al potere, che si sentono autorizzati e supportati a scrivere menzogne e schifezze di ogni tipo, perche’ e’ questo che petrucci, abete, la lega, la pseudoGS, moratti, galliani delamentis, baldini ecc…ecc… vogliono piu’ di ogni altra cosa…..quindi sono loro che vogliono questo clima, ed e’ quello che sta accadendo esattamente….probabilmente ancora pensano che ci possa essere qualche vantaggio da una politica di questo tipo, ma ormai, in realta’, sta diventando un boomerang terribile che gli sta tornando indietro con conseguenze disastrose per il nostro calcio ma anche eccezzionalmente purificatrici, di tutta questa classe dirigente in palese malafede, e solo capace di comploottare, confabulare, istigare e vendere fumo…..i giocatori e i tifosi veri non meritano questa dirigenza da voltastomaco…..forza juve

  8. A Napoli si fanno solo: “Sceneggiate Napoletane”

    Vergogna per alcune Testaste Girnalistiche che continuano a non dimostrare lealtà e senso sportività.

    Tutti hanno riconosciuto il dominio Juve in campo con traversa, rigore negato, bel calcio fatti da fraseggi ed eleganza di giuoco e non caccia all’uomo, ingiurie all’arbitro, gomitate al setto nasale (vedi Bonucci),senso di antisportività, mancata stretta di mano a Carrera, non rendere gli onori ai veri vincitori della Supercoppa.

    Tutto questo mostra un neo, per la Napoli Sportiva e il rispetto per gli sportivi paganti allo stadio.

    Dobbiamo progredire per essere più leali e non fare polemiche su errori marginali che inducono alla violenza.

    Anche per la coppa Italia c’era un rigore evidente su Marchisio che poteva cambiare le sorti della Partita ma, la Juve era in campo ad applaudire il Napoli.

    Ormai dopo “Farsopoli” e “Scommettopoli” la gente ha capito che è stato montato tutto un castello di sabbia ed alcuni giornalisti sia televisivi che della carta stampata si sono squalificati,continuando una lotta contro i mulini al vento che li rende ridicoli e creando un danno sia alla testata del loro giornale a cui lavorano che alle continue disdette degli abbonamenti tv su cui operano..

    La gente, ormai, sa dove leggere le notizie e vedere le partite con giornalisti seri ed imparziali.

    Forza Juve, Ora e Sempre.

  9. al di la degli episodi che non hanno nulla di scandaloso se non per gli antijuventini, come sempre, e considerata la preparazione ancora indietro, la juve con i nazionali , a parte buffon,palesemente e logicamente imballati, senza chiellini caceres pepe e isla oltre a conte, bravo comunque carrera, e proveniente da un mese a dir poco infuocato sotto il profilo psicologico, la juve ha giocato una buona partita contro un napoli al gran completo. basta guardare lo score delle situazioni di gioco, impietoso per il napoli, su tutti il possesso palla 68& a 32%. secondo me, almeno in italia, il divario fra la juve e le altre sulla carta si e’ ampliato di molto.temo che questo , qualora fosse confermato in campionato,creera’ tensioni sempre piu’ fequenti,anche presso la classe arbitrale ed ogni episodio dubbio pro juve sara’ oggetto di sospetti e accuse amplificati ad arte dai media, come sempre. de laurentis ce ne ha dato un’assaggio ieri impedendo alla squadra di partecipare alla premiazione. un’antipasto di quello che sara’ il motivo conduttore del prossimo torneo. la caccia all’uomo in campo e l’atteggiamento intimidatorio di giocatori e dirigenti del napoli deve far riflettere la FIGC, prima che il prossimo campionato si trasformi in una guerra di tutti contro la juve, sarebbe l’inizio di un calvario senza fine.

  10. Vorrei che qualcuno provasse a spiegarmi le ragioni di così tanto odio.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi