Juve | Kwadwo Asamoah | "Padroni del nostro destino"

Juve, Kwadwo Asamoah: “Padroni del nostro destino in campionato e Champions”

Juve, Kwadwo Asamoah: “Padroni del nostro destino in campionato e Champions”

Kwadwo Asamoah, centrocampista ghanese della Juve, è stato protagonista oggi del Filo Diretto su JTV. Reduce dalla sconfitta in Champions League contro l’Olympiacos e indiziato di tornare in panchina contro il Palermo in campionato, Asamoah ha detto la sua sul momento della Vecchia Signora: “Domenica vogliamo vincere contro il Palermo per rimanere in cima alla …

asamoah-juventus-2014Kwadwo Asamoah, centrocampista ghanese della Juve, è stato protagonista oggi del Filo Diretto su JTV. Reduce dalla sconfitta in Champions League contro l’Olympiacos e indiziato di tornare in panchina contro il Palermo in campionato, Asamoah ha detto la sua sul momento della Vecchia Signora: “Domenica vogliamo vincere contro il Palermo per rimanere in cima alla classifica. Tutte le avversarie sono temibili con squadre compatte in difesa. In Serie A – prosegue – possono succedere tante cose ma tutto dipende da noi, alla fine”.

Secondo Platini, ex numero 10 della Juventus, i bianconeri hanno solo il 30% di passare il turno in Champions League. Ecco cosa ne pensa Asamoah:

Siamo consapevoli che possiamo passare il turno, ma dobbiamo cambiare atteggiamento e cattiveria. In Champions affrontiamo squadre forti: fin dal 1° minuto dobbiamo essere consci della nostra forza e crescere. Dopo la pausa delle nazionali abbiamo un po’ perso il ritmo – ammette – , ora dobbiamo riprenderlo subito.

Quanto al perché abbia scelto il numero 22, il calciatore rivela:

Il 20 era il mio porta fortuna, ma era preso allora ho scelto il 22: mi piaceva molto da giovane.

2 commenti

  1. Altro giocatore inutile perchè mal utilizzato. L’unica cosa che gli riesce bene da esterno è quella di ripassare il pallone indietro., quando ad un esterno si chiede di partire in velocità e saltare l’avversario (se ci riesce…) fino a sfornare cross decenti in area.. Giocando così diventa del tutto inutile la sua presenza. Provvedere a cambiargli il ruolo ( farlo rigiocare come nell’udinese) o venderlo e trovare un degno sostituto.

    • pure io sono d’accordo, è incredibile ne avevamo un solo in grado di saltare qualche volta il proprio avversario e lo hanno venduto…! parlo del Jak….se avessimo due frecce sulle fasce sarebbero veramente dolori x tutti.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi