Juve festa rovinata a Corato: Conte, Bonucci e Marchisio costretti alla fuga | JMania

Juve festa rovinata a Corato: Conte, Bonucci e Marchisio costretti alla fuga

Juve festa rovinata a Corato: Conte, Bonucci e Marchisio costretti alla fuga

Corato (BA). Avrebbe dovuto essere una serata di festa, invece si è trasformata in un incubo per Antonio Conte, Claudio Marchisio e Leonardo Bonucci costretti a scappare da una festa organizzata da un club di tifosi bianconeri per il 31° scudetto. Secondo quanto riferisce ‘Parliamodicalcio’, nel programma era previsto che per la cifra di 50 …

Juventus v Cagliari Calcio - Serie ACorato (BA). Avrebbe dovuto essere una serata di festa, invece si è trasformata in un incubo per Antonio Conte, Claudio Marchisio e Leonardo Bonucci costretti a scappare da una festa organizzata da un club di tifosi bianconeri per il 31° scudetto. Secondo quanto riferisce ‘Parliamodicalcio’, nel programma era previsto che per la cifra di 50 euro, i tifosi potessero partecipare ad un buffet con i calciatori e scattare anche qualche foto. L’organizzazione dell’evento però ha fatto flop e i tre tesserati della Juventus si sono trovati in mezzo ad una sala con ben 2.500 presenti. Inevitabile la fuga e le scuse giunta via Twitter.

Marchisio: “@ClaMarchisio8: Peccato per questa sera! Purtroppo siamo dovuti andare via per la mancata organizzazione. Ci dispiace molto!”.

Bonucci: “@bonucci_leo19: Volevamo festeggiare con i tanti tifosi accorsi ma a causa della scarsa organizzazione questo non è stato possibile”.

In giornata, intanto, sono giunte le scuse dell’Associazione Bianconeri d’Italia. Ecco il comunicato ufficiale:

“L’evento è stato organizzato in modo che gli ospiti , forniti di tagliando, potessero interagire con i propri beniamini, come da programma.  Il cocktail previsto è stato regolarmente servito in modalità apericena, nella zona adiacente la piscina. Inizialmente i giocatori ed il mister si sono presentati sul terrazzo della struttura per un primo saluto e successivamente accompagnati sul palco per le foto di rito. I nostri campioni sono stati poi accompagnati all’interno della struttura al fine di offrire la possibilità, a tutti, muniti di secondo tagliando, di poter incontrare i propri idoli. Ciò non si è potuto verificare per l’intemperanza di numerosi ospiti/tifosi. Ci scusiamo con le tante persone civili che hanno partecipato al nostro evento, inclusi famiglie e bambini. Occorre precisare che l’evento era stato organizzato con destinazione degli introiti a scopo benefico. L’esito della serata ha stravolto tale destinazione. Pertanto sarà disposto un rimborso nominativo che sarà comunicato nei prossimi giorni”.

2 commenti

  1. Ero presente. Si sono dette ( o voluto dire) tante inesattezze ma quello che recita il comunicato dell’organizzazione è VERGOGNOSO.
    Innanzitutto il famoso aperitivo erano due stuzzichini che per andare a prendere dovevi fare una fila di mezzo chilometro, mentre al momento della vendita dei biglietti si parlava di “ricco buffet”. Poi sapevano benissimo dell’enorme afflusso e quindi dovevano organizzarsi in modo diverso. Certamente essere presi in giro in quel modo ed aver speso soldi, tempo e chilometri d’auto avrà certo surriscaldato qualche animo, ma la gente era avvilita ed arrabbiata per come era stata organizzata la serata. Infine un appunto: l’introito andava a scopo benefico sapete a chi ? alla stessa associazione che ha , se così si può dire, organizzato l’evento ed ha preso in giro tante persone per bene.

  2. Innanzitutto è da rettificare il fatto che fossero presenti 2500 all’interno della sala. E’ falso.
    Io ero lì ieri sera. Tutto si è svolto come doveva: Conte, Bonucci e Marchisio che si affacciano con la coppa; scendono per star tra di noi e commentare un po’ il campionato.
    I problemi sono sorti nel momento in cui i fantomatici gruppi di persone sarebbero dovuti entrare, poco per volta, all’interno del ristorante per strappare qualche foto e autografo.
    Gli organizzatori (per ovvia, pura ed unica speculazione e la poca “destrezza” con i numeri) hanno incassato comunque i 50 euro, ma senza capire che se la capienza è 10, non possono entrarci 50. Quindi capite bene che l’umore di molta gente, fuori ed ammassata, mutasse in peggio mentre vedeva gente all’interno del ristorante perchè dotata di Pass (Pass di cui non ci è stato parlato il giorno in cui abbiam acquistato i biglietti), con il tempo che passava senza che nessuno dicesse nulla.
    Il nervosismo, misto a rabbia, ha scatenato “qualche” personaggio lì presente.
    Infine lo speaker ha parlato di un probabile rimborso. Staremo a vedere, aspettiamo il bollettino ufficiale.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi