Interviste Juventus-Celtic Conte: "Ora pensiamo al Catania" | JMania

Interviste Juventus-Celtic Conte: “Ora pensiamo al Catania”

Interviste Juventus-Celtic Conte: “Ora pensiamo al Catania”

Felice a fine gara anche il tecnico Antonio Conte. L’allenatore bianconero voleva dai suoi un ulteriore prova di maturità dopo la larga vittoria dell’andata e avuto buone risposte dai suoi giocatori, anche da chi viene impiegato generalmente di meno «Non era facile affrontare questa gara dopo il risultato dell’andata e siamo stati bravi. Nel primo …

antonio-conte-intervista-hdFelice a fine gara anche il tecnico Antonio Conte. L’allenatore bianconero voleva dai suoi un ulteriore prova di maturità dopo la larga vittoria dell’andata e avuto buone risposte dai suoi giocatori, anche da chi viene impiegato generalmente di meno «Non era facile affrontare questa gara dopo il risultato dell’andata e siamo stati bravi. Nel primo tempo ci siamo abbassati un po’ troppo sulle fasce e questo ci ha portato scompensi. Nella ripresa siamo stati più aggressivi e siamo andati meglio. Oggi abbiamo cambiato tanto e sono contento della prestazione di chi ha giocato. Ci siamo qualificati senza subire reti e abbiamo fatto gol con gli attaccanti. Complimenti ai ragazzi per quanto fatto finora, ma anche ai tifosi per il sostegno che ci hanno dato, anche a quelli del Celtic che sono stati un esempio per come hanno incitato i loro fino alla fine. Ora i quarti, la Champions è un sogno che vogliamo continuare a cullare. Ma prima pensiamo al Catania. In campionato siamo favoriti, è giusto che sia così, ma ci aspettano ancora tanti impegni per cui avrò più che mai bisogno di tutti». Questo il pensiero di Conte al termine del match contro il Celtic rilasciato a Juventus.com

Al posto giusto, nel momento giusto. Fabio Quagliarella è tornato a giocare titolare dopo tanto tempo e contro il Celtic ha sfruttato la sua nuova occasione. Un match fatto di sacrificio, di corsa e dinamismo. Ma non è mancata anche la pericolosità offensiva. Si è visto in campo un Quagliarella determinato a fare bene, a sfruttare la chances concessagli da Conte. Un goal propiziato, quello di Matri, e un goal segnato facile facile su assist di Vidal: «E’ stata un’ottima partita, ho fatto gol e ne ho fatto fare un altro. Sono molto soddisfatto. Per me era importante, perché ci tengo a farmi trovare pronto quando vengo chiamato in causa». Così la punta di Castellamare di Stabia a Juventus.com.

«E’ un sogno che continua». Leonardo Bonucci è raggiante per la conquista dei quarti di finale di Champions e guarda avanti: «Arrivati a questo punto tutto è possibile, serve solo un po’ di fortuna per arrivare sino in fondo. Un’avversaria ora vale l’altra, sono tutte fortissime, anche se sulla carta Shalke, Galatasaray, Porto e Malaga sembrano più abbordabili, ogni partita andrà affrontata al 100%».

Una Juve che, anche per merito delle prestazioni del difensore laziale, continua a non subire goal mantenendo standard elevatissimi in difesa: «Il merito è di tutti. Anche oggi gli attaccanti hanno fatto un grande lavoro, permettendoci di essere aggressivi e di tenere alta la squadra. Il Celtic cercava il gol per riaprire la partita con i palloni alti per Samaras, ma li abbiamo controllati bene e siamo stati bravi a colpire. E poi c’è Gigi, che ha fatto anche questa sera una grande parata».

E ora fari puntati sul campionato: «Ora arriva il Catania e non possiamo distrarci. Abbiamo sei punti di vantaggio in classifica, ma lo scorso anno eravamo a meno sette e poi abbiamo vinto lo scudetto. Quindi massima umiltà e concentrazione, contro una squadra che sta facendo un grande campionato». Questo il pensiero di Leonardo Bonucci ai microfoni di Juventus.com

3 commenti

  1. Rem voglio dirti una cosa ….La fortuna c’è stata ma non fai 5 a 0 solo con quella ,
    inoltre la Juve ha vinto fuori casa anche con lo shaktar , erano 2 campi molto difficili.

    Il Barcellona testa di serie ha perso a Glasgow e a Milano, ora io credo che il Barca può ancora passare il turno e anche puntare a vincere la Champions……..ma se possono farlo loro ci possiamo provare anche noi,
    non abbiamo ancora perso e chi crede di vinere facilmente con la Juve fà male i conti come aveva fatto Lennon

  2. sono d’accordo che i giocatori del celtic sono “quasi” modesti, però ricordo che hanno vinto contro il barcellona!!!Quindi poi tanto modesti non sono.C’è da riconoscere che la juve, messa bene in campo dal mister, in entrambe le partite ha lasciato loro poche possibilità.Una sola parata vera da parte di Buffon, ieri sera.Se abbiamo segnato 5 goal qualche motivo ci sarà.
    Comunque la CL si vince anche, e non solo, con una buona dose di fortuna nel contesto della partita. A questo punto ciò che verrà (speriamo shalke o4)sarà ben accetto. Sempre forza Juve

  3. Bisogna anche essere onesti.
    Abbiamo nettamente meritato noi di passare e a livello di singoli i nostri hanno fatto prove strabilianti (vd. Barzagli e Vidal nelle due partite, ma anche i vari Pirlo, Peluso, Marrone ieri sera,ecc.).
    Però occorre anche obiettivamente riconoscere che loro non hanno segnato nemmeno 1 gol per molta sfortuna, abbiamo avuto cu*o diverse volte quando la palla è finita in area o si sono create situazioni pericolose.
    Bisogna soprattutto riconoscere che nei momenti in cui loro hanno spinto a mille (primo tempo di Glasgow e primi venti minuti ieri sera) noi abbiamo fatto fatica a superare la metà campo, se non con lanci lunghi (vd. gol di Matri all’andata) e/o qualche sporadico contropiede.
    Poi, ma solo poi, è venuta fuori la nostra maggiore qualità e organizzazione in campo.
    Questo per non sminuire quello che ha fatto il Celtic e per non far credere al mondo che noi possiamo vincere la Champions.
    Di pagnotte ne dobbiamo mangiare ancora moltissime a livello europeo e si vede; e soprattutto non siamo invincibili.
    Se siamo sempre così fortunati come col Celitc possiamo andare avanti fino alle semifinali. Oltre non credo.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi