Incredibile: giocatori dello Shakhtar scambiati per clandestini. Cacciati da Harrods! | JMania

Incredibile: giocatori dello Shakhtar scambiati per clandestini. Cacciati da Harrods!

Ieri a Londra è avvenuto un incidente diplomatico alla vigilia del match di Europa League tra Fulham e Shakhtar Donetsk. Ai giocatori dello Shakhtar è stato negato l’ingresso ai magazzini ‘Harrods‘, di proprietà del patron del Fulham, Mohamed Al Fayed, poiché ritenuti troppo trasandati e sospetti, nonostante indossassero le divise ufficiali del club. L’episodio non …

shakhtar-donetsk-advances-with-ease-in-uefa-cup_1Ieri a Londra è avvenuto un incidente diplomatico alla vigilia del match di Europa League tra Fulham e Shakhtar Donetsk. Ai giocatori dello Shakhtar è stato negato l’ingresso ai magazzini ‘Harrods‘, di proprietà del patron del Fulham, Mohamed Al Fayed, poiché ritenuti troppo trasandati e sospetti, nonostante indossassero le divise ufficiali del club.
L’episodio non è andato giù allo Shakhtar che si è lamentato a mezzo di comunicato stampa. «I giocatori avevano deciso di aumentare i profitti di uno dei negozi più famosi di Londra: Harrods -si legge nella nota- I calciatori avevano i soldi ed erano intenzionati a spendere parecchio, ma non gli è stato permesso l’accesso al negozio. Tutti indossavano le tutte ufficiali e hanno spiegato di essere una squadra di calcio, e di non avere l’abitudine di mettere lo smoking per andare a fare shopping. La spiegazione non è bastata. I nostri giocatori hanno, quindi, deciso di continuare il loro shopping in un altro negozio il cui proprietario è stato molto felice».
Un portavoce di Harrods ha replicato che la misura è stata presa «nell’interesse della sicurezza e della salute comune». Ironico, invece, il tecnico del Fulham, l’ex interista Roy Hodgson: «Sono sorpreso da questo episodio. Solitamente il nostro presidente ama le persone che spendono i soldi nei suoi negozi!».

2 commenti

  1. Flash News Theme. It’s not free!

  2. I love the theme you are using, I run a blog as well, and I would like to use this theme. Anyway you can tell me what its called?

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi