Il processo a Conte e le liti tra le mogli | JMania

Il processo a Conte e le liti tra le mogli

Il processo a Conte e le liti tra le mogli

La Stampa di oggi riporta le idee secondo le quali il procuratore federale Stefano Palazzi è propenso a pensare che, a muovere i racconti di Filippo Carobbio, l’accusatore di Antonio Conte, non è stato forse il rancore personale, ma una lite fra le rispettive mogli. IL PERMESSO NEGATO PER IL RITORNO A CASA – Carobbio …

La Stampa di oggi riporta le idee secondo le quali il procuratore federale Stefano Palazzi è propenso a pensare che, a muovere i racconti di Filippo Carobbio, l’accusatore di Antonio Conte, non è stato forse il rancore personale, ma una lite fra le rispettive mogli.

IL PERMESSO NEGATO PER IL RITORNO A CASA – Carobbio rivela a Palazzi ed ai suoi cosa accadde in occasione della nascita della figlia Adelaide, giorno il 21 settembre del 2010: «…avendo appreso da mia moglie che stava andando all’ospedale, chiesi il permesso all’allenatore per poterla raggiungere a Bergamo e con l’impegno di rientrare il giorno successivo per recuperare, nel pomeriggio, l’allenamento svolto dal resto della squadra al mattino. Il mister – afferma Carobbio – non fu d’accordo con tale proposta, affermando che la mattina dopo non poteva fare a meno della mia presenza in allenamento in vista della partita che si sarebbe disputata il venerdì successivo sul campo di Piacenza…».

LE CONSORTI SUL RING – Conte, davanti a Palazzi nell’interrogatorio di due settimane fa afferma. «…In occasione di Juventus-Siena, successivamente alle notizie relative all’indagine di Cremona, la mia compagna mi ha riferito di un colloquio avuto in tribuna con la moglie di Vergassola, durante il quale la medesima gli diceva testualmente “hai visto, quello ve la sta facendo pagare”. Successivamente a tale incontro, la mia compagna ritenne di raccontarmi quanto accaduto in occasione della festa di Brienza quando la moglie di Carobbio si era lamentata con lei con tono alterato, additandola in quanto, a suo dire, ed a causa del diniego del permesso al marito in occasione della nascita della figlia, aveva dovuto sostenere una spesa di 1500 euro…», così si è espresso Antonio Conte di fronte agli investigatori della Figc.

LARRONDO CONTESO – Nell’atto di ricostruire le sue accuse a Conte in merito a Novara-Siena, Carobbio si sofferma su un particolare consegnato alla procura federale. «… al discorso di Conte che ci informava del pareggio concordato, nessuno di noi si stupì più di tanto… ricordo che, durante la gara, mentre mi scaldavo insieme al mio compagno Larrondo, egli, essendo giovane e straniero, mi chiese, alla luce di quanto riferito da Conte nella riunione tecnica, come si doveva comportare se l’allenatore l’avesse fatto entrare in campo. Lo tranquillizzai dicendogli di fare movimento senza segnare…». Larrondo, convocato da Palazzi tre giorni dopo, negherà tutto, affermando. «… ricordo la partita Novara-Siena. Ricordo che giocai pochi minuti finali: nella riunione tecnica pre gara l’allenatore ci disse che voleva vincere a ogni costo. Non ricordo di aver parlato con Carobbio a bordo campo…».

A fine articolo del bravissimo GUGLIELMO BUCCHERI mi chiedo e Vi chiedo: E’ attendibile un processo che si basi su queste prerogative? Il principio di innocenza che il nostro Sistema Penale vuole rendere sempre piu inattaccabile(a torto o a ragione non sta a me giudicarlo), non viene forse messo qui in notevole discussione? E’ evidente che chi sostiene la tesi del linciaggio mediatico non stia andando molto lontano dalla realtà, per un solo e semplice motivo: vengono citati, come parte in caua in queste controversie, numerosi soggetti, dei quali però non vi è poi traccia in Procura, un processo giusto non dovrebbe forse essere alimentato dalla disquisizione e dall’analisi di ogni singolo e minimo particolare?


15 commenti

  1. Conte NON DEVE PATTEGGIARE!MAI E POI MAI!!!

  2. TRIADE_FOREVER

    E’ l’ennesima dimostrazione che Moggi ha SEMPRE AVUTO RAGIONE.

    2 anni per scrivere una relazione: questo è il suo biglietto da visita.

    VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA.

    PALAZZI E ABETE DEVONO ANDARE A CASA.

  3. maiellabianconera

    sono, in parte, d’accordo con magic66.Certo quelle accuse di mafioso al”pelato” qualche reazione l’ha provvocato.Tuttavia ho qualche dubbio che questi non sia solo.Secondo il mio parere ci sono più persone “occulte” che manovrano la FIGC, poi mettiamoci le elezioni che dovranno essere fatte, si capisce che coloro che vogliono essere rieletti/o, si prestano al gioco.Che dite forse mi sbaglio?Credo proprio di no.

  4. Rettifico…errore…PALAZZI È PARZIALE A FAVORE DI TUTTE LE MILANESI E DEI LRO COMPARI….

  5. PALAZZI È UN INDIVIDUO INDEGNO CHE VA INCRIMINATO E CONDANNATO…PER ABUSO DI POTERE,OMISSIONI GRAVISSIME E DISARITA OLOSE I TATTAMENTO…! In un TRIBUNALE PENALE verrebbe condannato…viste le innumerevoli vittime del suo malcostume i inquirente non parziale!!!

  6. una domanda… ma se Conte patteggia, di conseguenza verranno denunciati tutti gli altri calciatori del Siena presenti nello spogliatoio per l’omessa denuncia, no?

  7. @Pavel1989……Ricordi qundo conte nell’intervallo di milan juve diede del mafioso a qualcuno?……il pelato e’ il regista occulto di tutte le nefandezze che sono/stanno accadendo……d’altronde lui, il servo del nano, non dorme mai……forza juve

  8. Io fossi conte chiederei 1 milione di euro di danni a carciobbio e quella z… della sua

    cosi impara a dire eresie. Uno contro 29 non è attendibile e il caso delle mogli è piu che sufficiente a destare sospetto… insifficienza di prove assoluta

  9. quello che e’ sconcertante, amico ZEBRATO , e’ che certamente ci sono persone equilibrate, giuristi con gli attributi che potrebbero denunciare, diritto alla mano, simili violazioni dei diritti, ma c’e’ un’omerta’ diffusa che non riesco a comprendere. forse perche’ siamo, appunto, in italia.

  10. Come è possibile che a queste deduzioni logiche, ci arriviamo tutti tranne Palazzi?
    Come è possibile che NESSUNO riesca a dimostrare queste verità?
    Come è possibile che il difensore di Conte, ritiene positivo il fatto che il suo assistito sia accusato di “omessa denuncia” anzichè di “illecito”? Non sarebbe stato più giusto, “non deferito”?
    Come è possibile che sono stati deferiti 43 tesserati e su giornali e TV, vengono menzionati SOLO, Conte, Bonucci e Pepe?
    Come è possibile che, dopo calciopoli, a comandare e dettare leggi, siano sempre i soliti: Petrucci, Abete, Palazzi ecc. ecc.
    Se tutto questo è possibile, vuol dire che …….. siamo in Italia!

  11. carobbio, masiello e volpe palazzi, 3 individui falliti nelle rispettive carriere. carobbio chi lo conosceva prima di questa storia? masiello era conosciuto solo perche’ cresciuto nelle giovanili della juve, quanto a palazzi, ma signori, costui ha iniziato la sua fulgida carriera spaccando i co…..ni alla juve nel 2006 e ce lo troviamo ancora a rompere i co….ni nel 2012. fatalmente un trio di falliti si sono trovati a decidere le sorti di professionisti come conte e bonucci che potevano e possono nel caso di bonucci troncarne le carriere, per che cosa, per delle semplici ed evidenti questioni personali che nulla hanno a che vedere con fatti concreti, basati su affermazioni smentite da 40 giocatori nel caso di conte e, nel caso bonucci dalla parola di un deficiente, ma lo avete guardato masiello in faccia,accettate da EINSTEIN PALAZZI come VERBUS DEI senza riscontri concreti.ma stiamo scherzando, ma come si puo’ mettere nelle mani di una simile COSCA DI FALLITI la reputazione, la carriera e la vita di persone oneste e professionisti seri. e quello che e’ piu’ drammatico e’ che l’altro genio, PETRUCCI si e’ detto orgoglioso dell’operato dei magistrati. figurati una m…..da come palazzi come ci sguazza. ma possibile che quell’idiota di palazzi non si sia accorto che e’ stato coinvolto da 2 delinquenti comuni in una cosa piu’ grande di lui? e la federazione, ma da quali MOSTRI e’ composta? possibile che non ci sia una persona che con un sussulto di dignita dica BASTA BASTA BASTA BASTA…FINITELA.

  12. Mi fanno cagare tutti.
    Come al solito.
    I pentiti e i super testimoni (si veda i processi per mafia falsati) sono sempre stati dei buffoni.

    Carobbio non fa eccezione, che integrità morale ha un tizio che ha venduto partite per 2 anni? per 50 lire venderebbe la madre uno cosi’.
    Basta che un qualsiasi cretino gli abbia promesso 3 euro per infangare la juve che questo ha tirato fuori subito i nomi giusti nel posto giusto.

    poi fra x anni salterà fuori che l’avevano pagato/ricattato per fare il nome di Conte ma sarà tutto prescritto un’altra volta.

    Ripeto io non patteggerei per partito preso. Perchè sono cose che non stanno ne in cielo ne in terra.

  13. il motore della Juve oggi è Conte, per bloccare il mezzo si interviene sull’elemento determinante al funzionamento, sottoscrivo in pieno la tesi di Pavel1989

  14. Siamo proprio sicuri che Carrobio stia mettendo nei guai Conte solo per vendetta? Io nn ne sn così sicuro secondo me sotto ci sta qualcosa di losco come nel 2006 con l’OPERAZIONE LADRONI che era condotta in maniera diretta da Moratti e Facchetti (coloro che si aggiudicarono il nome degli “ONESTI”). Poi ripeterò sempre all’ infinito come mai la tesi di Carrobio viene giudicata credibile mentre quella di Conte no?? Ci sono state diverse smentite sulla tesi di Carrobio e la si ritiene credibile? Cosa ci sta sotto? E’ l’ ennesimo tentativo di fermare la juve che come nel 2006 nn ha rivali? E da quando le chiacchiere sono diventate PROVE?

  15. Ovviamente tutto ciò come dico da mesi non sarebbe venuto a galla se non si trattasse di tesserati della juventus…. come mai non vi è nessun altro mister nonostante le squadre coinvolte siano tantissime? come mai anche lo stesso mezzaroma è stato prosciolto? Veramente ridicolo il modo di infangare una squadra grazie alla quale tanti successi hanno portato anche all’italia (ogni campionato del mondo vinto l’ossatura della squadra era juventina)….

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi