Il campionato di Serie A 2012-2013 è falsato | JMania

Il campionato di Serie A 2012-2013 è falsato

Il campionato di Serie A 2012-2013 è falsato

(Di Mirko Nicolino) Il campionato di Serie A 2012-2013 è falsato. E non ho timore di essere smentito. Non mi importa neanche se alla fine a vincerlo sarà la Juventus (oddio, qualcosa mi importerà, ma non nel senso che intendo dargli ora). E’ stata falsata anche la Supercoppa Italiana, l’ho scritto qualche giorno fa, perché …

(Di Mirko Nicolino) Il campionato di Serie A 2012-2013 è falsato. E non ho timore di essere smentito. Non mi importa neanche se alla fine a vincerlo sarà la Juventus (oddio, qualcosa mi importerà, ma non nel senso che intendo dargli ora). E’ stata falsata anche la Supercoppa Italiana, l’ho scritto qualche giorno fa, perché la giustizia sportiva tutto è fuorché giustizia. Non voglio nemmeno entrare nel merito di quanto accaduto oggi a Conte, Bonucci e Pepe: basta leggere le carte, non andare al bar, e non farsi raccontare le verità da nessuno. Qualche giorno fa qualcuno dalla federazione gioco calcio (per alcuni “gioco corrotto”) tuonava: “sentenze per tutti prima dell’inizio dei campionati, si deve garantire l’equità”. Bugia. L’obiettivo era garantire a tutti i costi l’iniquità. Conte è stato processato dalla novella inquisizione e squalificato in primo grado ai primi di agosto e non ha potuto partecipare alla gara di Supercoppa Italiana. Grava e Cannavaro (Napoli) hanno potuto partecipare alla stessa gara nonostante su di loro penda la stessa accusa mossa a Conte e Pepe, ossia omessa denuncia (riporto anche io qualche articolo di giornale in stile Palazzi: “Grava e Cannavaro sono nei guai”).

C’è stata equità? Parità di trattamento? No, la Figc fa sapere che le posizioni di questi tesserati verranno valutate intorno a metà-fine settembre, quando si saranno già giocate un bel po’ di partite. Ma non si doveva giudicare tutti prima “dell’incomincio”? E che ne sarà del laziale Mauri (arrestato, poi ai domiciliari con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva)? E di Palacio (Inter), anch’egli indagato per frode sportiva? Anche per loro il giudizio è rimandato a chissà quando. Magari prima che arrivi la prescrizione.

Questo perché, a differenza di quanto dicono in Figc, la temporalità della giustizia sportiva è alquanto singolare: si predica la totale indipendenza dalla magistratura, ma poi si dice che prima di indagare bisogna attendere gli atti delle procure, che per i tesserati ultimamente citati ancora non ci sono. Ecco perché, facendo il giochino delle buste, tra settembre e ottobre, quando saranno chiamati a giudizio Mauri, Grava, Cannavaro, Palacio  e tutti gli altri al seguito (non me ne voglia nessuno, per me ogni individuo è innocente fino a prova contraria) sui quali stanno indagando le procure di Genova e Roma, la giustizia sportiva avrà davanti tre buste:

La 1: tesserati e rispettivi club assolti, ormai il campionato è iniziato, Conte è stato sistemato, la Juve rubba a chi vuoi importi più di tutti gli altri?

La 2: si sanzionano tesserati e società (responsabilità soggettiva/oggettiva) con pene simboliche giusto per non turbare troppo le acque e finisce lì;

La 3: alcuni giocatori vengono squalificati, le squadre ritenute responsabili sanzionate e sottratti tutti i punti relativi alle partite alle quali i tesserati squalificati hanno preso parte dall’inizio del torneo.

Secondo voi su quale busta ricadrà la scelta? Io un’idea me la sono fatta, d’altronde basta fare due più due: calciatori arrestati sono lì a giocare, un allenatore praticamente archiviato a Cremona e sentito a Bari solo come persona informata dei fatti (mai indagato) ha sul groppone 10 mesi di squalifica.

Questo campionato è già falsato, come fu falsato il campionato 1999-2000 – quello dell’acquazzone di Perugia – e come lo fu quello del 2000-01, quando furono cambiate le regole sugli extracomunitari a poche ore da una sfida scudetto. E guarda caso sempre a danno della stessa squadra. Quella che rubba sempre.

19 commenti

  1. In questo articolo ci sono al 100% tutte le mie considerazioni e sottoscrivo pienamente. In più tengo a precisare una cosa gravissima non ricordata dal bravissimo Mirko Nicolino, che fa riferimento al campionato 1999-2000 perso nell’acquazzone di Perugia. Arbitrava il sig. Collina (l’arbitro che qualunque errore commettesse era giustificabile perché arbitrava lui) e quando appese il fischietto al chiodo si premurò di far sapere a tutti essere TIFOSO DELLA LAZIO. Un comportamento simile a quello di sandulli (e qui il sig. manca non per dimenticanza…) che adesso andrà incontro a provvedimenti disciplinari

  2. juventinodallanascita

    ma perchè Ranocchia ?? che si permette di non dire manco una parola ? se l’ avesse fatto Conte ???

  3. ciao Antonio.. come no!? È da un pezzo che lo penso e lo dico che tutte le competizioni sono sponsorizzate dalla TIM (Moratti).. e di conseguenza è il datore di lavoro.. cmq oltre a non usare schede telefoniche e prodotti TIM, evito distributori IP (Moratti), gomme Pirelli (Sponsor) I***R, Cacchetta dello Sport e tutto ció che possa collegarsi con la secondasquadradimilano!

    SEMPRE e SOLO JUVE, ora piú che mai!

  4. Complimenti per l’articolo, non avrei saputo esprimere meglio quello che penso dall’inizio di tutta questa storia. Solo chi è in malafede può non vedere quanto hai sottolineato e comunque in tutta questa vicenda l’unico vero errore è stato (come ha poi sostenuto lo stesso Conte)aver accettato un patteggiamento che ha avuto solo il risultato umiliante di rinforzare i dubbi di quanti credono a prescindere dai fatti sempre colpevole chiunque rappresenti la Juve. Aggiungerei che nonostante non metta in dubbio la buona fede di Conte, mi lascia molto perplesso la scelta di uno come Stellini come suo secondo, rivelatosi poi il vero cavallo di troia di tutta la questione.

    A mio avviso la cosa più eclatante che giustamente osservi e fai notare sono i tempi quantomeno pilotati dei processi…. per altri bisogna aspettare gli atti delle procure, ma se c’è di mezzo la Juve facciamo il più presto possibile per creare più danni possibili. E per fortuna Bonucci e Pepe non sono cascati nella trappola del patteggiamento.

    @magno concordo con l’idea di iscrivere la squadra in un campionato “normale” in Francia o in Inghilterra, anche se penso non sia possibile per i soliti mille cavilli burocratici…

    Ciao a tutti

  5. @marco……hai detto tutto…..campionato falsato……forza juve

  6. ottimo articolo, fatto da una persona che ama il giornalismo serio e informato che si basa su FATTI che nemmeno il piu’ accanito degli antijuventini puo’ contestare, a meno che non sia in malafede. il problema e’ che chi ha gestito l’informazione negli ultimi vent’anni, stampata e video, checche’ ne dica LUI, ha messo in moto un meccanismo di informazione appunto cosi’ perfetto ed equilibrato fra politica sport ed economia, da renderlo assolutamente asservito ai propri scopi a un livello tale che i suoi interpreti, pur di assecondarne i desideri e mantenere quindi i loro posti privilegiati,sono andati oltre i limiti imposti dall’etica professionale, diventando di fatto suoi portavoce. di conseguenza poi ha invaso tutti gli organi istituzionali, politici, sportivi ed economici, ai quali un’organizzazione sportiva come lo JUVENTUS F.C., organizzata e vincente, non doveva sfuggire perche’ minacciava di oscurare il potere della sua arma politica per accellenza”la sua squadra a strisce rosse e nere”. quando mai si e’ sentita una critica una nei confronti della sua squadra, pulita, sana, onesta sempre vincente e solo sul campo. Per avere un minimo di informazione sui rapporti non proprio idilliaci nello spogliatoio di “questa squadra” ha dovuto pronunciarsi un suo autorevole giocatore, tale gattuso, subito tacciato come traditore e vendicativo.vogliamo ricordare il tentativo goffo e miserevole ma ben riuscito nel 2006, della penalizzazione pilotata per farli rientrare in champions? Tutto questo ha creato uno zoccolo duro in tutti organismi dirigenziali della FIGC, giustizia sportiva in primis. @magno accarezza il sogno di vedere la juve iscritta ad un campionato estero, sogno legittimo per avere un po’ di pace sportiva e vedere riconosciuti i meriti sacrosanti acquisiti sul campo, ma io dico che, con un presidente-guerriero quale sembra essere ANDREA AGNELLI bisogna combattere a tutti i livelli per vedere riconosciuti i propri diritti e spazzare via una volta per tutte questa classe dirigente corrotta e asservita, anche perche’ L’ORSO non fa piu’ paura e sta perdendo gli artigli, diamogli il colpo di grazia. forza andrea e foooooooooooooooorza juve.

  7. L’articolo non fà una grinza! Senza contare il resto!(passaporti,rolex,valigioni di soldi in macchina) ed eccoli ancora tutti lì a fare i moralisti!
    cambiare campionato no,ma alla nazionale i giocatori li vadano a prendere dalle altre squadre (come ha sempre fatto l’inter che negava i giocatori con la scusa di malanni fantasma!!!!)..SIAMO TROPPO BRAVI….NEANCHE UNA MANIFESTAZIONE DI PROTESTA A TORINO…..COSA ASPETTIAMO ?????

  8. Ma non ci pensa mai nessuno che è tutto sponsorizzato da TIM.. Coppa italia TIM .. serie A TIM , supercoppa TIM …. di chi è tim ? .. tronchetto dell’infelicità .. quindi INTER ..

  9. Zebrato…purtroppo la gente usa internet solo per farsi le seghe…..se l’animale che sopra ha parlato si andava a leggere la sentenza del tas di losanna poteva appuarare che anche in quella circostanza hanno cercato di distruggerci facendoci passareper dopati nonostante usavamo farmaci non iscritti nella lista dii sostanze dopanti…..ma purtroppo per lui in ogni campo della sua vita resterà sempre un animale parlante….

  10. @Grillo parlante, se abbiamo bisogno di droghe per i nostri giocatori, chiederemo a Moratti che pillole usava suo padre (dagli anni 60) e quali a lasciato a lui in eredità.
    Se vuoi saperlo anche tu, chiedilo a Ferruccio Mazzola e chiedigli pure quanti sono i morti dopo quelle pillole.
    Stai zitto e aziona il cervello prima di dire scemenze.

  11. grillo parlante…….il tuo nikname parla da solo……..

  12. Questo è un paese malato, a tutti i livelli, per scelta, signori miei, non per caso. Nella confusione prosperano i furbetti. Una Juventus forte da fastidio. Da quando in questo Paese non si muove foglia se Berdlusconi non voglia, tutto fa brodo. Intercettazioni ad ok, filtrate a senso unico, con strane dimenticanza e fatte in una certa Telecom che aveva un certo proprietario….ecc ecc….. e avanti così…..la Fiat oggi è in disgrazia, conta meno di qualche magna magna che sappiamo……è assolutamente normale…..visto che all’estero italiano è spesso sinonimo di mafioso, e non certo per colpa nostra nè della juve. Basta vedere questi giorni, il sig. Monti parla ora di crescita ma l’unica che sa fare è la crescuta della benzina. Avanti così…..perchè stupirsi se si condanna senza un minimo, assolutamente minimo briciolo di prova?

  13. @Andrea, la risposta alla tua domanda te la sei dato te stesso.
    Quelle sono società con dirigenti “intoccabili”.
    Fino a quando non si esce dall’ambito Figc, Coni o addirittura dall’Italia, non si avrà giustizia.
    Rassegniamoci e aspettiamo. Prima o poi, il vento dovrà cambiare!

  14. Ma ancora mi fate vedere quelle facce di me..a. Speriamo gli venga a tutti e tre un coccolone, solo allora festeggerò.

  15. capitan sparrow

    Anch’io, Alessandro Magno. Una bella convenzione con una compagnia aerea low-cost e il gioco è fatto!

  16. La Federazione tutta è da radere al suolo, con Abete e (perchè no) anche Petrucci…

  17. Alessandro Magno

    e come darti torto???

    l’anno scorso i primi a vincere senza sconfitte , quest’anno saremo i primi avincere senza il mister.

    io resto sempre dell’idea di iscriversi a un campionato estero. resta il mio sogno.

  18. In questo mondo calcistico purtroppo sembra che l’abbiano solo ed esclusivamente con la SIGNORA JUVENTUS! Mi domando perche’ Milan ed Inter non vengono mai nominate o tirate in ballo? Forse perche’ chi sta dietro nasconde bene??????

  19. bellissimo articolo. bravo Mirko!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi