Ibrahimovic choc dal ritiro della Nazionale svedese: "questo calcio mi ha nauseato" | JMania

Ibrahimovic choc dal ritiro della Nazionale svedese: “questo calcio mi ha nauseato”

Ibrahimovic choc dal ritiro della Nazionale svedese: “questo calcio mi ha nauseato”

Zlatan Ibrahimovic, lo ‘zingaro del calcio’, adesso è nauseato. Nessuno avrebbe immaginato di trovarselo di fronte così: stanco del calcio e desideroso di scoprire altri interessi. Invece, attraverso uno sfogo «esistenzialista», Ibrahimovic ha scvelato un lato di sé sconosciuto al mondo. Chi ha negli occhi l’Ibra combattente disposto a tutto per far fuori un avversario, …

Zlatan Ibrahimovic, lo ‘zingaro del calcio’, adesso è nauseato. Nessuno avrebbe immaginato di trovarselo di fronte così: stanco del calcio e desideroso di scoprire altri interessi. Invece, attraverso uno sfogo «esistenzialista», Ibrahimovic ha scvelato un lato di sé sconosciuto al mondo. Chi ha negli occhi l’Ibra combattente disposto a tutto per far fuori un avversario, ieri in conferenza stampa con la nazionale svedese, ha pensato ad uno scambio di persona. Zlatan, infatti, ha rivelato di essere stanco e di soffrire di una sorta di rifiuto per quella che per molti anni è stata la sua unica passione. «Quando ero giovane, il calcio era tutto per me e ogni cosa gli ruotava attorno – ha confidato al punto che capitava pure di non andare a scuola . Il calcio prima era divertimento: prendevamo un pallone, andavamo fuori e ci scatenavamo. Adesso, invece, è routine che hai nel corpo». Lo sfogo è ricco di particolari: «Vai fuori, ti riscaldi, ti alleni e poi torni a casa. Prima, invece, ti fermavi perché c’era sempre qualcosa da fare che riguardava il pallone».

Ibra che sgomita, Ibra che dice di essere il migliore del mondo, Ibra che si incavola con il compagno di squadra per un passaggio sbagliato. Tutte queste immagini hanno caratterizzato la sua esistenza e adesso rischiano di diventare merce rara: «La carriera di un calciatore dura 10-15 anni e occorre ricavarne il massimo nel momento in cui si sviluppa. Non mi vedrete correre sul campo con i capelli grigi. Ho sempre pensato che è meglio fermarsi quando sei al massimo. Non so ancora se lo farò o no, ma di sicuro non giocherò a lungo. Il calcio non fa più bruciare dentro come succedeva in passato». Sembra impossibile che uno come lui possa risparmiarsi, visto che in allenamento ha sempre trascinato il gruppo facendo fare gli straordinari anche a Cassano. La sua malinconia però rischia di far saltare più di un meccanismo. Nel calcio business non c’è spazio per le emozioni. Il Milan non può fare a meno di lui e lo si è visto anche in questo avvio di campionato. Senza dimenticare che Allegri l’anno scorso grazie ai suoi gol ha conquistato uno scudetto.

Cosa sta succedendo allo sfrontato Ibra? Forse sono stati gli infortuni a renderlo vulnerabile o forse per la prima volta si è stancato anche delle vittorie. Qualche anno fa gli stimoli riapparivano grazie al portafoglio, adesso, invece, neppure i soldi sembrano bastare. Ibra non vuole più s c a p p a r e , chiuderà la sua carriera a Milanello. Ma ad oggi è difficile prevedere un suo rinnovo. Tra due anni e mezzo quando gli scadrà il contratto molto probabilmente si fermerà, sempre che non decida di farlo prima. «Ci sono talmente tante cose nuove da scoprire in una vita e io voglio farlo. Prima per me c’era soltanto il calcio adesso non è più così, voglio pensare ad altro», ha dichiarato. Il disamore è talmente pressante da coinvolgere anche le persone care: «Non sono io che dico ai miei figli andiamo fuori e giochiamo a pallone, vado con loro solo se me lo chiedono», ha detto ai giornalisti svedesi. Il resto della storia la racconterà nella sua autobiografia che uscirà nei prossimi mesi. Adesso la “routine” gli impone di giocare due gare con la Svezia contro Finlandia e Olanda e poi di ritornare in Italia per la ripresa del campionato. Il Milan si augura di ritrovarlo con il sorriso altrimenti, ma senza far drammi, correrà ai ripari.

Credits: La Stampa
Fracassi Enrico

17 commenti

  1. @Darrel… ma nemmeno per idea gia me lo immagino come ha detto il buon luke ibrahimovic e giovinco di punta il gigante e il piccoletto da sempre la miglior coppia assortita della storia del calcio ma magari !!!!
    E cmq nn posso far altro che quotare marduk su tutta la linea.. cioe io c’é l’avrei molto di piu con thuram e zambrotta per esempio,che con cannavaro,emerson e ibrahimovic per nn parlare di vieira che era da noi sono da 1 anno scarso… zambrotta erano 7 anni o 8 d juve… thuram 6 insomma molto di piu di ibra di fabio o del puma… poi se vuoi/volete odiare ha priori quello “zingaro” di ibrahimovic o quell “napoletanaccio” di cannavaro fate pure…

  2. Darrell Abbott

    mi dispiace marduk,ma non sono per niente d’accordo.Il punto non è Ibra che va via,d’altronde è normale che un giocatore possa chiedere di andarsene,serie b o no,ma il fatto che nel giorno della sua presentazione con la maglia”onesta”,lui dichiarò di essere tifoso interista dalla nascita,quando dopo un gol in maglia bianconera urlò,davanti a tutti i tifosi che riempivano lo stadio,”JUVE!”.Probabilmente avrebbe dovuto ricordare che tale Luciano Moggi gli aveva permesso di venire in Italia permettendogli così di fare il salto di qualità,avrebbe dovuto avere un attimino di rispetto in più per quei colori che avevano iniziato a dargli un po di gloria e fama a livello mondiale.La dirigenza?certo,una roba vergognosa,ma dubito che quei dirigenti avessero chiesto a Ibra di dichiarare di essere sempre stato interista.Mi dispiace,ma per questo mercenario non posso che provare solo disprezzo,e come me molti,ma molti altri tifosi della Juve,fidati.

  3. …sul comportamento di Ibra nel 2006 io francamente non sono per nulla d’accordo con chi da’ addosso allo Svedese.
    Riassumiamo: Ibra era da 2 anni alla Juventus (non da una vita calcistica), dove, nonostante la sua innegabile forza, diverse volte LO SI FISCHIAVA PERCHE’ SEGNAVA POCO; la Società era quella dello smile, quella che accettò supinamente di farsi spedire in serie B senza aver commesso nulla, ed anzi con un presidente che parlava a vanvera di fantomatiche espiazioni di non si sa cosa.
    prima ancora del verdetto di 2° grado della (in)giustizia sportiva avevano già smantellato più di mezza squadra; mi spiegate per quale dannato motivo Ibra avrebbe dovuto rimanere a Torino????
    per la bella faccia degli pseudo tifosi che allo stadio avevano il coraggio di fischiarlo??
    o forse per la bella faccia di cobolli gigli, blin blun blanc e l’eredepercaso che gli scudetti che abbiamo vinti noi sappiamo che abbiamo vinto????
    Ibra è un mercenario??? e perchè, dove starebbero nel calcio moderno i calciatori non mercenari, quelli che si attaccano alla maglia???
    Ormai i giocatori bandiera sono sempre meno e nel futuro scompariranno del tutto, quindi trovo del tutto fuori luogo le critiche basate su questo tipo di argomentazione.
    Per quanto mi riguarda, rispetto a quello che è avvenuto nel 2006, il rancore e la rabbia ce l’ho, oltre che per quelli che hanno inventato ed alimentato farsopoli (leggi magistratura partenopea e carabinieri farmacisti e, soprattutto, media e giornalistuncoli antijuventini di m.rda), per chi allora aveva in mano le redini della Società ed ha di fatto avallato farsopoli, buttando nel c..sso 110 anni di storia accettando delle condanne assurde basate sul nulla, certamente non per quel “cattivone” di Ibra che non volle venire ad “espiare” non si sa cosa con noi in serie B (e perchè mai lui sì e quelli che avevano frettolosamente ceduto prima della sentenza di secondo grado no?!?!?).

  4. Guardando alla TECNICA DI BASE di Krasic o Giak (comunque non male)… Giovinco se li porterebbe a scuola e in un 4-3-3….. mamma mia….

  5. Darrell Abbott

    Guarda,su Giovinco sono d’accordo quasi su tutto:magari il prossimo anno lo riprendiamo,fa una grande stagione,ed io sarò qui a dire”felice di aver avuto torto”…..ma su DelPiero sai bene che non la vedo allo stesso modo.Alla prox….SEMPRE FORZA JUVE!

  6. @Darrell: ho letto ora la tua risposta.
    Io dal 2006 non compro più la Mazzetta dello Sporc e odio profondamente Moratto e la compagnia dei prescritti, odio la roma, per me l’altra vera burattinaia della vicenda, odio una marea di pseudo-giornalisti, odio i “notiziari sportivi” più noti, sono arrivato ad odiare Gene Gnocchi! Odio Baldini e sì, anche il suo compare Capello…
    …ma per questo dovrei odiare i giocatori che erano alla Juve e che, volente o nolente, sono dovuti andare via? Tu sai fin dove è stata la società a voler vendere e dove è cominciata la volontà dei giocatori di andarsene? Sì, nel caso di Ibra quasi sicuramente ha colto la palla al balzo…ma come l’ha colta nell’andare al Barça e al Milan.
    Se lo vediamo in una prospettiva più ampia notiamo che il suo è un modus operandi piuttosto che una semplice “negazione del passato bianconero”.
    Se poi vogliamo dar peso alle sue dichiarazioni d’amore, beh, allora o da piccolo soffriva di bi-tri-tetra bipolarismo o più semplicemente è un modo di ingraziarsi le nuove tifoserie che si vedono arrivare un campione indiscusso ma troppo avezzo a cambiare maglia.

    Come juventino, insomma, non mi sento tradito da lui.

  7. @Darrell: concludo un pensiero che ho dimenticato di mettere riguardo Giovinco.

    “Giovinco non è da Juve”. Premettendo che è uno da sempre legatissimo alla nostra maglia e che ha preferito stare in panca alla Juve piuttosto che giocare in prestito altrove, come si fa a decidere se un giovane è da Juve?

    Disse bene Marchisio:”fortuna per noi giovani che c’è stata calciopoli”, ovviamente instesa come opportunità per alcuni giovani del nostro vivaio di inserirsi nei buchi lasciati dal fuggi fuggi (o vendi vendi) generale.

    Perchè a De Ceglie sono state ripetutamente offerte possibilità, a Marchisio idem (e per fortuna) e a Sebastian è stato dato il ben servito con tanto di calcio in culo? E non ti dico il nervoso che mi hanno procurato i fischi contro di lui in Juve-Parma.

    Io un’idea ben precisa ce l’ho, Numero7 la conosce e non vorrei riesporla perchè poi si scatenerebbe l’ennesima battaglia tra DelPieristi e non (che poi non è proprio così).
    Fatto sta che va in una piazza dove è coccolato e messo in condizione di giocare tranquillo e ti mostra quello che può fare davvero.

    Ora lo si vuole riportare all’ovile grazie a Conte? Bene, lo si paga, dato che è in comproprietà.
    Quindi che senso aveva trattarlo così e soprattutto con una valutazione così superficiale?

    Certi giocatori hanno bisogno di sentire fiducia intorno a loro, non tutti hanno genio e palle di imporsi. E non è questione di “essere da Juve” o meno, si tratta di sfumature caratteriali. Così come Conte è riuscito a rivitalizzare gente che sembrava perduta e ora siamo pronti, giustamente, ad osannarlo, perchè con Sebastian non c’è la predisposizione, che il suo talento giustificherebbe, a riaccettarlo e vederlo titolare o quantomeno messo alla pari degli altri compagni di reparto?

    Io una risposta ce l’ho e si chiama Del Piero. Allo stato attuale delle cose più per colpa di certi tifosi che non del capitano, dato che da un po’ s’è calato nella veste più utile per la Juve ovvero quella del leader indiscusso ma silenzioso ed umile.

  8. Darrell Abbott

    beh che dire….abbiamo visioni completamente diverse….certo,nessuno mette in dubbio l’abilità tecnica di ibra,non sono cieco,e chiaramente tu vuoi una grande Juve con dei grandi giocatori,è normale e legittimo….ma vedi,il 2006 e tutto ciò che successe in quell’estate proprio non riesco a rimuoverlo….e non vale solo per ibra eh,capello viene prima di lui.Di rado porto rancore…..ma il 2006…beh….

  9. Zara: e se fosse francese? 🙂

  10. off topic, non mi stancherò mai di ridere sui titoli dov’è presente la parola SHOCK, non di rado scritta CHOC anche su giornali importanti!..

  11. @Darrell: ma ho capito. Io per amore del calcio in sè lo rivorrei, ben sapendo che è una prostituta del calcio stesso. Tu, magari più idealista di me, vuoi un giocatore che creda nei nostri colori come prima cosa.
    Piuttosto che vedere Zanetti, Materazzi o altri lebbrosi in bianconero mi strapperei gli occhi, ovviamente, ma Ibra va preso per quello che è e apprezzato per il gran campione che ha dimostrato di essere.

  12. Darrell Abbott

    Su Giovinco spero anch’io di sbagliarmi,anzi,ne sarei felicissimo,nonostante continui a credere che non sia da Juve….ma ripeto,se dovesse smentirmi,sarei il primo a scusarmie a dire”mi ero sbagliato”.Su Ibra….beh,mi dispiace….certo,è un gran calciatore,ma per come la vedo io,un calciatore della Juve deve essere anche un grande uomo.Parlare a posteriori è comodo,facile dire”gli scudetti vinti con la Juve li sento miei”.Non funziona così.Numero7,ti ricordi cosa fece questo grande uomo quando seppe che lo voleva l’inter?

  13. @Darrell: essì, su Giovinco sono sicuro di non sbagliarmi…

    …e su Ibra…

    Ragionando per assurdo: tu te la prendi se la tua prostituta preferita, perchè la più brava, va con altri clienti?
    Ibra è così, è il più forte e completo attaccante in circolazione, sa di esserlo e per questo è un mercenario come molti altri. Immaginarlo al posto di Vucinic (senza nulla togliere al montenegrino, ovviamente) domenica sera mi ha fatto intuire quanto saremmo forti se lì davanti avessimo ‘sto zingaro cazzuto 😉

    Che ti devo dire, io Ibra lo accoglierei a braccia aperte, non ha mai criticato la Juve e, anzi, ha definito suo quel beneamato scudetto in più di un’occasione.
    Che sia uno zingaro…vabbè, è nel suo dna. A me basterebbero i suoi gol ed il suo gioco.

  14. Darrell Abbott

    Luke-Sun_Tzu,posso capire Giovinco,ma davvero rivuoi Mr.”da piccolo tifavo inter”alla Juve?Oh….Ibra è nauseato…..ma che peccato…..secondo me,quando passa a ritirare lo stipendio la nausea gli passa,ne sono sicuro.Mercenario eri,mercenario sei,mercenario sarai.

  15. mitico del piero

    i Troppi soldi lo hanno rovinato, non gli manca nulla!
    Povero Ibra se rimanevi alla Juve con nedved e del Piero quanto meglio era! forse la tua chempion tanto sognata e mai vinta la potevi vincere!

  16. Beh…magari respirando l’aria della nostra nuova casa in veste di figliol prodigo…

    Lo zingaro e la formica lì davanti *_*

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi