Calciopoli & Co Interviste

Ibrahimovic: “Calciopoli? Tutte balle, eravamo i migliori e dovevano affondarci”

Scritto da Redazione JM

Trapelano ancora nuove indiscrezioni dalla biografica pubblicata di recente da Zlatan Ibrahimovic, l’attaccante svedese attualmente in forza al Milan. Ibra, in un capitolo del suo libro, torna a parlare della sua avventura alla Juventus di Capello, soffermandosi anche sulle vicende di Calciopoli: “Erano balle, almeno per la gran parte. Arbitri che ci favorivano? Ma andiamo! Avevamo lottato duramente, là in campo. Avevamo rischiato le nostre gambe, e senza avere nessun aiuto dagli arbitri, queste sono balle”, insiste Zlatan, che poi ricorda alcuni particolari della farsa appena scoppiata. Moggi si recò dai giocatori e “cominciò a piangere, proprio lì, davanti a tutti noi – racconta ancora il fuoriclasse svedese -. Fu come un pugno nello stomaco. Non l’avevo mai visto debole prima. Quell’uomo aveva sempre avuto padronanza di sé, aveva irradiato potere e forza. Adesso all’improvviso, ero io a provare compassione per lui”.

5 Commenti

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi