I peruviani dello Sport Boys con le maglie della Juventus? No, ma... | JMania

I peruviani dello Sport Boys con le maglie della Juventus? No, ma…

I peruviani dello Sport Boys con le maglie della Juventus? No, ma…

Tiene banco da qualche ora un caso che in rete ha scatenato un vero e proprio dibattito: ossia quello delle maglie di calcio i cui template (i modelli del gergo sportivo), spesso vengono ripresentati quasi identici (magari a cambiare sono dei dettagli) e addirittura negli stessi colori, in club anche distanti migliaia e migliaia di …

Tiene banco da qualche ora un caso che in rete ha scatenato un vero e proprio dibattito: ossia quello delle maglie di calcio i cui template (i modelli del gergo sportivo), spesso vengono ripresentati quasi identici (magari a cambiare sono dei dettagli) e addirittura negli stessi colori, in club anche distanti migliaia e migliaia di chilometri, nonostante il marchio sia diverso. Com’è possibile?
Partiamo dal caso delle ultime ore, come dicevamo: il club peruviano degli Sport Boys, ha presentato da qualche giorno le nuove casacche con le quali affronterà il campionato denominato “Torneo Descentralizado”. Come potete vedere dalla foto, le casacche sono quasi identiche alla seconda divisa della Juventus per la stagione 2011-2012. Sì, quasi, perché se guardate bene al materiale noterete in secondo piane delle piccole strisce oblique parallele che si ripetono senza linea di continuità in tutta la casacca. Il particolare di maggiore conto, ovviamente, è il fatto che il marchio presente sulle maglie non è lo stesso del famoso baffo che notate sul petto dei vostri beniamini ogni domenica. Stesso template, dunque, diverso marchio e… diverso materiale. Qualcosa non torna?

Ebbene, chi di voi ha acquistato qualche maglia di calcio originale negli ultimi anni saprà sicuramente che la maggior parte di esse viene prodotta in Paesi asiatici, dalla China a Taiwan, dall’Indonesia allo Sri Lanka, al Vietnam… Ormai praticamente tutti i marchi di prodotti sportivi che troviamo nel nostro mercato e che sono presenti sulle casacche di buona parte dei club europei, anche delle categorie minori, provengono da quelle fabbriche. Senza entrare più di tanto nel merito, nei mesi scorsi ho avuto modo di indagare personalmente sulla produzione di tali maglie arrivando a scoprire che nella stessa fabbrica o in più fabbriche degli stessi produttori (che magari le hanno in diverse locazioni) , vengono prodotti molteplici marchi. Ad esempio, nella fabbrica A situata in Cina vengono prodotti i marchi x,y, e z. Magari poi, la stessa catena di produzione, detiene un’altra fabbrica B (nello stesso Paese, o in altro limitrofo) nella quale vengono prodotti i marchi y, w e j. Una situazione del genere, mi pare chiaro, va a creare commistioni tra i marchi della quale è difficile venirne a capo. Spesso, si può incappare infatti in uno stesso template presente nel catalogo di x e w, ma ciò che cambia è il tipo e la qualità del tessuto stesso. Questi fattori, infatti, dipendono chiaramente dalla richiesta esplicita del committente: nel corso dell’indagine, infatti, è emerso che gli stessi produttori propongono diversi livelli di qualità del tessuto per lo stesso template. Un fattore che ci fa interrogare su un fenomeno che molti di voi conoscono molto bene: da dove provengono quelle magliette così simili a quelle originali acquistabili su eBay o altri store on line molto simili alle originali, ma che spesso differiscono in un piccolo dettaglio o nella qualità del tessuto?

In un contesto di questo tipo, come è evidente, capire chi detiene i diritti dei template è molto difficoltoso. Quindi, tornando a qualcosa che ci tocca più da vicino, non possiamo che chiederci: chi realizzato il template per il marchio che veste la Juventus? C’era un’esclusiva sul template? Il template originale era realmente così come poi è stato realizzato o sono state apportate delle modifiche da parte del committente (come spesso accade)? Sia nell’uno, sia nell’altro caso, chi ha passato lo stesso template ad un altro marchio? Lo si poteva fare, oppure sono stati violati dei diritti di copyright?

Nella prossima puntata:
intervisteremo un designer professionista di template che ci racconterà come avviene la realizzazione di un template e la produzioen di una maglia.

5 commenti

  1. se la maglia rosa vince il campionato, mi va benissimo anche per l’anno prossimo

  2. le seconde maglie della juve son sempre state o blugialle o gialle blu per via dei colori della città che sono questi. il blu stellato poi non ha prezzo.

  3. A me invece piacciono. Il rosa è troppo carico, fosse stato il rosa della maglia celebrativa Juvecentus sarebbe stata favolosa.
    Non mi piace quella bianca col tricolore (sono prevedibile, lo so :)), sembriamo delle Cinquecento.
    Quelle blu con gli stelloni, valore sentimentale a parte, non mi sono mai piaciute, mi sapeva tanto di americanata.

  4. Ah che nostalgia delle casacche blue con lo stellone sulle spalle….. 🙂

  5. Sinceramente questa maglia (parlo dell’originale) mi fa schifo!!!! Fosse per me gli regalerei pozze pozzetti e tutti i diritti. Insomma, che se le tengano pure. Detto questo, ci saranno (forse) delle rivendicazioni in termini di copyright, questo mi pare quasi scontato. Vedremo..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi