I bianconeri sconfitti a Milano, sfogano la rabbia su porte e muri | JMania

I bianconeri sconfitti a Milano, sfogano la rabbia su porte e muri

Due porte prese a calci un muro da riverniciare: questo il bollettino delle pedate degli juventini nel post partita di venerdì’ scorso contro l’Inter a San Siro. Fabbri e vetrai sono già al lavoro per ripristinare gli spogliatoi in vista del match di domani sera tra nerazzuri e Barcellona. «Non possono che essere stati i …

calcio al muroDue porte prese a calci un muro da riverniciare: questo il bollettino delle pedate degli juventini nel post partita di venerdì’ scorso contro l’Inter a San Siro. Fabbri e vetrai sono già al lavoro per ripristinare gli spogliatoi in vista del match di domani sera tra nerazzuri e Barcellona. «Non possono che essere stati i giocatori bianconeri. Evidentemente erano un po’ nervosetti per il risultato del campo», dice Paolo Belotti, direttore di San Siro 2000, il consorzio che gestisce lo stadio Meazza al ‘Corriere dello Sport’. Quale prova del nervosismo bianconero nello spogliatoio ospite è rimasto anche un tacchetto d’acciaio trovato conficcato in una delle porte rimaste danneggiate. Ma a quanto ammonterebbero i danni? «Il conto finale non è ancora arrivato. Ma alla fine ce la caveremo con qualche migliaia di euro – continua Belo- In dieci anni di servizio non era mai capitato di vedere  queste
cose. E di partite tese con Milan e Inter ne abbiamo viste parecchie. Certi Vandalismi sono ingiustificabili»
. Gesto deplorevole per carità soprattutto quando i protagonisti sono coloro i quali dovrebbero dare l’esempio, ma Belotti, che è anche un tifoso  bianconero, dovrebbe ricordare che a San Siro si sono viste in passato scene molto più censurabili, al di fuori degli spogliatoi. Si veda la voce “motorini volanti”.

6 commenti

  1. Mi sa che state rosicando voi, visto che mai come in questo periodo visitate e commentate siti bianconeri… e quando vi portano degli argomenti… cambiate strada… Siete l’unica squadra di cui ci sono intercettazioni con gli arbitri in persona (facchetti – de santis) e nessuno di voi mi ha ancora spiegato perché non siete stati sanzionati visto che con i designatori si poteva parlare ma con gli arbitri era assolutamente vietato da una norma FIGC…

  2. E’ sempre un piacere parlare con qualcuno che difende le proprie idee e ti spiega le sue scelte..complimenti..continua a rosicare mi raccomando..

  3. Mirko Nicolino

    Un altro che la scuola l’ha fatta in sala giochi…

  4. Tu invece sei in mala fede..o sei solo un classico tifoso gobbo..mi spieghi cosa ci azzecca il riferimento finale?
    Li erano i tifosi..qui i giocatori..ci arrivi da solo che sono due cose diverse oppure ti faccio un disegnino?

  5. Torna a scuola e impara l’italiano somaro (in senso scolastico). Ho scritto “Gesto deplorevole per carità soprattutto quando i protagonisti sono coloro i quali dovrebbero dare l’esempio”. Capisci l’italiano???

  6. Ormai è diventato il vostro cavallo di battaglia: “visto che loro hanno fatto, allora anche noi”.
    Il fatto che degli pseudo tifosi abbiamo commesso gravi atti vandalici autorizza i vostri giocatori a farne a loro volta.
    Bravi.
    Sempre più ridicoli.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi