Highlights Serie A Napoli-Juventus 1-1: commento, tabellino e video gol Chiellini e Inler | JMania

Highlights Serie A Napoli-Juventus 1-1: commento, tabellino e video gol Chiellini e Inler

Highlights Serie A Napoli-Juventus 1-1: commento, tabellino e video gol Chiellini e Inler

La Juventus esce indenne dal San Paolo di Napoli portando a casa un pareggio che vale tanto. Non fosse altro perché i bianconeri, a +6 sui partenopei mantengono inalterato il distacco scudetto. La partita si mette subito bene per Conte e soci che vanno in vantaggio con un gran colpo di testa del rientrante Chiellini …

napoli-juve-video-streamingLa Juventus esce indenne dal San Paolo di Napoli portando a casa un pareggio che vale tanto. Non fosse altro perché i bianconeri, a +6 sui partenopei mantengono inalterato il distacco scudetto. La partita si mette subito bene per Conte e soci che vanno in vantaggio con un gran colpo di testa del rientrante Chiellini al 10′. Il primo tempo è equilibrato con un pressing alto da entrambe le parti che rende molto stretti gli spazi. Imprecisi i partenopei che perdono molti più palloni rispetto alla Juve. Dopo il gol la Signora rallennta un po’ il gioco e, dopo una clamorosa palla gol sprecata da Vucinic, viene ripresa prima della fine della prima frazione di gioco con un tiro di Inler deviato da Bonucci alle spalle di Buffon al 43′. Ripresa meno brillante, con il Napoli più lucido dalla trequarti in su e Buffon che ci mette una pezza in almeno un paio di occasioni. La Juventus controlla ma non punge fino alla fine della sfida. La partita è stata comunque pesanetemente condizionata da due decisioni arbitrali: nel primo tempo Orsato prima non concede il rigore ai bianconeri per fallo su Lichtsteiner di Inler, poi non espelle Cavani per una violenta gomitata a Chiellini.

NAPOLI-JUVENTUS 1- 1: IL TABELLINO

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos (Dzemaili, min.1 st); Maggio, Behrami, Inler (Armero, min.39 st), Zuniga; Hamsik; Cavani, Pandev (Insigne, min.21 st). Allenatore: Mazzarri.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio (Padoin, min.46 st), Peluso; Giovinco (Matri, min.29 st), Vucinic (Pogba, min.40 st). Allenatore: Conte.

Arbitro: Daniele Orsato.

Ammoniti: Vidal, Cavani, Behrami, Cannavaro, Zuniga, Peluso

Marcatori: 0-1, min.10 pt, Chiellini, 1-1, min.43 pt, Inler

30 commenti

  1. Anche, ovviamente con te @Medmar!!!!!

  2. Marcello, d’accordissimo con te!!!!!!!!

  3. ѕσυтн-ραяк

    Ecco il video che era stato rimosso.

    2:16 di assoluta e triste verità. Ma tanto a chi importa, quello che conta è il “pupone” ed il suo record. Fanbocca..

  4. E’ stato un piacere anche per me. L’unico modo che abbiamo di salvare il calcio è riportare tutto nell’ambito della civiltà e del divertimeno sventolando bandiere di colore diverso, nel rispetto reciproco
    Un saluto

  5. Ciao Marcello, come vedi chiunque voglia discutere civilmente con noi, è sempre il benvenuto. Qualunque bandiera porti.

  6. @Medmar, sono assolutamnete d’accordo con te e mi dissocio totalmente da quanti inneggiano a pulizie Vesuviane (per non dire Etniche l’allusione al vulcano dei nostri cuginetti catanesi potrebbe essere fuori luogo)una esplosione del genere sarebbe un evento talmente nefasto che ne risentirebbe tutto il paese, con la morte immediata di almeno 500.000 persone. Sperimo NOI TUTTI DI NON VEDERE MAI QUEL GIORNO CHE SECONDO GLI ESPERTI NON SAREBBE NEMMENO COSI’ LONTANO.
    Hysel va condannata nella stessa maniera COME CONDANNO GLI ACCOLTELLAMENTI DI ROMA e i facinorosi che hanno devastato il vostro stadio o le macchine parcheggite qui a Napoli. La violenza non dovrebbe mai entrare in uno stadio a qualsiasi titolo, anche solo per lo scoppio di un petardo.
    E’ stato piacevole poter discutere serenamente con te, un saluto da Napoli
    LA MIA STUPENDA CITTA’

  7. A parte il fatto che dopo Pechino io Presidente della Juve a Napoli avrei mandato al massimo la Primavera per un buon allenamento e visto che non abbiamo le “palle” per gesti veramente forti andiamo pure avanti a farci devastare la parte ospiti del nostro stadio, a far scegliere l’arbitro agli altri, a non farci dormire la notte in albergo, a farci prendere per i fondelli dal primo minuto al novantesimo da un somaro coadivato da asini.

    Sopratutto passiamo sopra con il sorriso fra i denti al fatto di averci rotto un finestrino del pulman che è arrivato alla stadio solo grazie all’intervento dei celerini.

    Se non abbiamo girato il pulman allora non lamentiamoci più se tutti e dico tutti in italia praticano quello che è diventato il vero sport nazionale :sputarci addosso.

  8. ѕσυтн-ραяк

    il video è stato rimosso.

  9. @ Armando
    Eccoti un estratto del Regolamento del gioco del calcio:

    Infrazioni passibili di espulsione
    Un calciatore titolare, di riserva o sostituito deve essere espulso se commette una delle sette infrazioni seguenti:
    1) è colpevole di un grave fallo di gioco;
    2) è colpevole di condotta violenta;
    3) sputa contro un avversario o qualsiasi altra persona;
    4) impedisce alla squadra avversaria la segnatura di una rete o un’evidente opportunità di segnare una rete, toccando volontariamente il pallone con le mani (ciò non si applica al portiere dentro la propria area di rigore);
    5) impedisce un’evidente opportunità di segnare una rete ad un avversario che si dirige verso la porta, commettendo un’infrazione punibile con un calcio di punizione o di rigore;
    6) usa un linguaggio o fa dei gesti offensivi, ingiuriosi o minacciosi;
    7) riceve una seconda ammonizione nella medesima gara.

    In base a quale articolo doveva essere espulso Chiellini? Personalmente vedo molto bene Cavani nel numero 2

  10. ѕσυтн-ραяк

    2:16 di assoluta e triste verità. Ma tanto a chi importa, quello che conta è il “pupone” ed il suo record. Fanbocca..

  11. @armando:
    la prova TV è stata richiesta per sanzionare Chiellini, per Cavani non si farà niente.

    Da quando in qua trattenere un giocatore (non ricordo se fosse in area o fuori) è un fallo da espulsione?

  12. Cavani andava espulso:
    ma se fosse stato espulso 30 secondi prima Chiellini,e calcio di rigore contro, Cavani avrebbe potuto dare la gomitata??
    e chiedete la prove tivu per Cavani, ma da sportivi chiedetela anche per chiellini un attimo prima no??lo so che siete più forti! ma non digerisco la vs arroganza…….

  13. Esatto, Ciro, le regole devono valere per tutti. Gli hi-lights di fine partita hanno mostrato anche diverse trattenute nell’area del Napoli; sono tutti rigori? Bene, ieri sera ce n’erano almeno quindici, distribuiti fra le due squadre. Se riguardi la partita, ti rendi conto che Chiellini aveva subito una manata volontaria in faccia anche da Behrami, senza che l’arbitro lo sanzionasse, una gomitata sempre da Cavani che cercava di liberarsi in area, facendolo cadere a terra, e una doppia gomitata sul petto e sula schiena in un’altra occasione (ha cioè sempre risposto a una trattenuta con una gomitata). Poi la tirata di capelli, che è stata sapientemente (e in maniera subdolamente scorretta) messa in relazione con la gomitata di Cavani, mentre era accaduta in un’altra azione di gioco; se guardi l’azione della mancata espulsione di Cavani, vedi che il vostro centravanti si trova a due metri da Chiellini, in campo aperto, quando si avvicina al nostro difensore senza esserne nemmeno sfiorato, prende la mira e assesta una gomitata in pieno viso. Se non dai rosso qui, quando espelli un giocatore? Quando entra in campo armato? Le trattenute di Chiellini erano tutti interventi (fallosi o no, lo giudica l’arbitro) volti a impedire all’attaccante avversario di rendersi pericoloso; le gomitate di Behrami e di Cavani sono falli fatti per far male, quindi da cartellino rosso. Così dice il regolamento. A proposito di regolamento, cosa deve fare Inler per essere ammonito? Ti ricordi il fallo a metà campo su Giovinco, che lo salta e Inler da terra alza il piede colpendolo sulla punta del piede per farlo cadere?

  14. Caro Marcello,
    chissà se le persone che sono finite in ospedale per gli accoltellamenti pensano che si tratti di retorica; se magari condannassi questi comportamenti saresti più credibile. Credo di averti spiegato cosa penso di Napoli, e non mi sognerei mai di dire “lavali col fuoco” proprio perché la cultura napoletana è parte importante di quella italiana e assolutamente unica al mondo. Non ho però letto da parte tua una condanna ai cori e agli striscioni “-39”; vedi, Marcello, io ero all’Heysel e ho visto quasi tutti quei morti, nel disperato tentativo di portare soccorso, per questo ti dico che il riferimento continuo a quei poveri disgraziati è scandaloso. Se volete che smettano i cori “lavali col fuoco” iniziate a smettere col dileggio di morti per lo più di 20-30 anni con la stessa passione per il calcio che avete voi, anche se di colore diverso. Ripeto, a scanso di equivoci, che io condanno fermamente il coro “lavali col fuoco” così come tutti i cori razzisti e quelli che vanno al di là di un normale sfottò sportivo.
    Quanto alla partita, rispetto il tuo parere e ti dico il mio: ieri sera il risultato è stato giusto, con un tempo per uno, nel primo voi non ci avete capito niente, nel secondo siete stati molto più pericolosi; l’unico errore arbitrale è stata la mancata espulsione di Cavani (che fa il paio con quella di Totti). Penso pertanto che il pareggio sia giusto, così come era stato giusto il 2-0 dell’andata. Visto che tu parli della Juve, permettimi di dirti che in Chelsea che vedi ora è molto diverso da quello che abbiamo battuto noi; prova ne è il fatto che i suoi tifosi manifestano ogni partita per il ritorno di Di Matteo. Quanto al Celtic, essendo stato a Glasgow ti posso testimoniare la sportività , la correttezza e la spettacolarità del calorosissimo tifo degli scozzesi. Certo, non pretendo che i tifosi napoletani lancino le sciarpe agli avversari come hanno fatto gli scozzesi ma un po’ di sportività in più vi renderebbe certo più simpatici.
    Ti saluto cordialmente

  15. Ribadisco il concetto forse poco espresso nei miei precedenti interventi, in quanto A sagacia tattica ieri si e’ vista una buona juve, ma non crediate che sia finita qui. Avete battuto un chelsea che le sta prendeendo da tutti, avete vinto bene ma con squadre di caratura medio-bassa, appena incontrate una formazione che giochicchia un po’rischiate di non vincere.Ieri nel secondo tempo non c’e’stata partita (gioco)eravamo sempre nella vostra mata’ campo. Detto cio’ la juve e’ senz’altro la migliore del nostro modesto campionato,tecnica e precisione ,ma se fossimo stati un po meno stanchi ed imprecisi avreste perso sicuramente. Ora inutile recriminare,va bene cosi’ tanto anche se ieri avessimo battuto la vecchia signora avremmo poi perso punti a chievo o chesso’ in casa col cagliari….
    SEMPRE e comunque FORZA NAPOLI.
    Arrivederci!!M.

  16. Tanto rispetto per il gol fatto da Chiellini.
    Ma come giocatore, profittando che gli arbitri in area di rigore quando si battono i calci d’angolo o le punizioni non fischiamo se non in favore della difesa, si permette di fare dei falli che sono da rigore e da espulsione. Non mi sono piaciuti i commenti dei commentatori Sky che avrebbero voluto l’espulsione di Cavani che dopo tanti falli subiti in area da Chiellini gli ha quasi dato una gomitata, in questo caso vista benissimo dal l’arbito di linea
    Perchè reputato fallo di reazione. Ma ifalli in area commessi dai difensori secondo il regolamento sono falli oppure no? Cosa deve fare un giocatore strattonato per tutta la partita. Gli sono stati perfino tirati i capelli.Le regole o vangono per tutti o sicrea il caos.

  17. X Marcellino

    Noi siamo stati pericolosi su degli errori, bene, ma voi avete trovato il pareggio su un autogol, all’unico tiro che avete fatto nel primo tempo dopo avervi palesemente dominato.
    Il secondo tempo, se c’era un arbitro normale, andava benissimo anche uno da seconda categoria amatoriale, dovevi giocare in dieci senza il vostro Matador, visto che doveva essere portato via da una volante dopo il fallo da criminale su Chiellini, e non venire a raccontarmi della tirata dei capelli, perche era massimo da giallo usando lo stesso metro di giudizio, secondo voi perfetto, del giudicare la reazione del vostro giocatore nella partita contro il Catania.

    Saluti.

  18. In risposta agli”amici” juventini, qui si parla di juve e non di Napoli, Non mi metto a far retorica sui vandalismi, gli accoltellamenti di Roma o i “lavali col fuoco”uditi un po’ dovunque in italia (e mai sanzionati), i delinquenti, le corruzioni, la criminalita’ (E LE DISCARICHE) ci sono ovunque,basta informarsi (…chissa perche’i drughi fanno puro rifermento ai violenti di arancia meccanica esponendo tanto di striscione….)Le mie riflessioni si portavano su questo sito perche’ la juve vista ieri non mi e’ sembrata affatto travolgente ed irresistibile, e i tre punti li potevamo portare tranquillamente a casa, a fine partita eravate cotti peggio di noi.
    Altro che simpson, quella vista ieri era proprio la vostra squadra.Ma giustamente i Campioni siete voi, se ieri pero’perdevate la partita non sarebbe stato affatto uno scandalo. Vi siete resi pericolosi SEMPRE e dico sempre su errori di gente come Cannavaro, Inler, o Maggio che ormai anche ieri hanno palesato tutti i loro limiti. Anche se voi avevate un giorno e mezzo in piu’di recupero non mi pare che
    avete fatto sfracelli. APPENA SI CAMBIA MODULO TATTICO IN CORSA CONTE VA NEL PANICO TOTALE,
    BEH A NOI VA BENE COSI’ ANCHE SE IL SECONDO POSTO NON E’ COSA FACILE DA MANTENERE.
    PER I RIFERIMENTI STORICI AD UNA CITTA’ LA CUI CIVILTA'(E SOTTOLINEO CIVILTA’QUELLA ELLENICA PER L’ESATTEZZA) SI E’ SVILUPPATA BEN PRIMA DELL’AVVENTO DEI ROMANI (ALMENO 1000 ANNI)E’D’OBBLIGO VISTO CHE SI TRATTA ANCHE DELLA COSTRUZIONE DELLA STORIA E DELL’IDENTITA’DI UN INTERO POPOLO, RADICATA E FORTE
    COME NON MAI.

  19. Scusate, i tifosi del Liverpool sono stati aggrediti dai laziali, non dai napoletani. In Europa però si parla di italiani. E quando parlavo di popolo napoletano violento, parlavo ovviamente della tifoseria.

  20. Benvenuto Marcello
    In effetti siamo ripartiti da Napoli carichi di meraviglie: puoi vederle sul nostro pullman. Le stesse meraviglie le avevamo viste all’andata, stavolta nei bagni del nostro stadio. A Roma, dopo la finale di Coppa Italia, eravate stati meno “magnanimi”, riservando le meraviglie solo a pochi tifosi juventini http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/coppa_italia_rissa_tra_tifosi_del_napoli_e_juventini_due_accoltellati/notizie/197535.shtml
    Ma veniamo alla superiorità: la prossima volta non accendere la televisione alla fine del primo tempo, ma guarda la partita dall’inizio. Dovete ringraziare Vucinic se dopo mezz’ora non eravamo 3-0. Chiellini da espellere? Rigori da dare? Ma scherziamo? Cavani aveva tirato una gomitata a Chiellini già dieci minuti prima (il commento di Caressa è stato” il povero Chiellini è molto sensibile in quella zona del viso, dove ha già subito cinque interventi”; già, sensibile, specialmente se un gomito ci sbatte contro) e Inler doveva essere ammonito due volte nei primi venti minuti.
    Infine, caro Marcello, personalmente adoro Napoli e vengo spesso nella tua splendida città. Trovo i napoletani (ho molti amici a Napoli e dintorni) estremamente ospitali, aperti e dotati di una filosofia di vita e di un senso dell’umorismo fuori dal comune. Solo un invito ho sempre rifiutato: quello di venire al San Paolo per vedere Juve Napoli. Perché vedi, quell’ironia e quella filosofia di cui ti parlavo prima scompaiono quando si parla di calcio, e diventate un popolo di piagnoni, presuntuosi e (chiedi ai tifosi del Bayern, del Manchester, del Liverpool, dell’Aik Solna e del Viktoria Plzen) violenti.

  21. @Marcello:
    …e nel 2013 siete la discarica dell’Italia, oltre che la città col più alto tasso di disoccupazione, di analfabetismo e di criminalità. Il fatto stesso che Napoli sia una città dalla storia importantissima rende ciò ancor più grave, ed è l’attività marcia condotta negli ultimi decenni da una grossa parte della popolazione (lungi da me fare di tutta un’erba un fascio) che ha portato a questo declino che ha pochi eguali in tutto il mondo.

    Tornando alla partita, neanche io ho visto una Juve sontuosa, specie nella ripresa. Diciamo che l’ 1-1 ci và di lusso!

    Assenti Vucinic e Marchisio, ottimi Chiellini e Peluso.

    Giovinco s’è sicuramente impegnato nel primo tempo, ma ancora una volta l’azione del gol avversario nasce da una palla persa da lui per essersi intestardito ancora una volta in un dribbling di troppo… ed è una cosa che FA SEMPRE!!! E’ questa testardaggine che mi fa imbufalire anche quando, come ieri sera, disputa una buona partita.

  22. caro marcello.. senza offese!! si consigliano occhiali da vista e mischiare il vino.. guarda che non stavi guardando i simpson

  23. @marcello, sei roba da 3- ccani!

  24. ..Volevo Rispondere al “colto” piemontese che evidentemente conosce solo i “fasti” della juve (sempre che non si tratti di un meridionale sradicato), che gia’ nel 354 A.C. NAPOLI ERA UNA “POLIS GRECA”(che vuol dire citta’) con un proprio popolo
    E NEL SEICENTO era gia’ una capitale con una popolazione ed estensione territoriale superiore a quella di Parigi. Un paio di migliaia di anni dopo i “pastori” piemontesi dovettero cedere a Roma il passo (oltre che alla Roma) e capitolare.Nacque cosi’Julia Augusta l’attuale terronia…

  25. Bonucci la deve smettere di deviare i tiri avversari alla sperindio,l anno scorso ci è costato almeno 3 o 4 gol quest anno siamo sulla stessa strada..non capisce che se la prende di striscio come al solito non fa altro che ingannare buffon..fosse successo 2 volte direi che è un caso ma 5,6 volte vuol dire 1 che sei sfigato 2 che metterti davanti al tiro non è cosa tua anzi,se la prossima volta ti levi dal czz sarebbe meglio sono sicuro che anche buffon ringrazierebbe…per il resto,la partita è stata una delusione..pensavo che saremmo andati a PRENDERCI lo scudetto con prestazione sontuosa e invece è stata una partita moscia, tattica, accorta, priva di quella cattiveria agonistica che ti fa vincere le partite ,hanno fatto tutti il compitino senza provare mai veramente a vincerla a parte qualche occasione nel 1 tempo quanto i napoletani erano ancora in bambola dopo il gol di chiello…sembra proprio che siamo andati là cercando più che altro di non perderla(che ci è mancato poco)visto che nel 2 tempo abbiamo lasciato il pallino a loro e ci hanno preso a pallonate…se guardiamo la classifica tutto ok ma se guardiamo tutto il resto non c è tanto da sorridere…stavolta abbiamo riposato di sicuro sul piano della corsa,dell agonismo,della mentalità mi aspettavo molto di più…

  26. Ma superiore de che, che tra andata e ritorno avete fatto quattro tiri, nel secondo tempo vi abbiamo asfaltati e ringraziate la pochezza di acuni nostri giocatori che devono rifare la convergenza
    altrimenti ieri ve ne andavate da napoli carichi di meraviglie!!!
    Cavani e’ stato strattonato anche per i capelli da quel gran giocatore di chiellini e all’arbitro e’ stato detto, Stainer si e’ tuffato meglio di cagnotto, e l’arbitro era a tre metri, Quella di ieri sera e’ la juve irresistibile? Ah ah aha ha…..FORZA NAPOLI

  27. Asino chi contesta l´allenatore: Siamo primi, 6 punti sulla seconda, senza apendere tante energie, e dopo un periodo (Gennaio) difficile. E avanti in C.Campioni pure. Asino chi continua a Contestare Conte. Anche io avrei piacere di veder giocare il Quaglia, il Giak e altri. Ma Viene prima la JUVE, e Conte lo sa.

  28. ѕσυтн-ραяк

    Juve superiore, Cavani graziato. E Napoli si vergogni.

    Ci sarebbe da commentare un pareggio che apparentemente lascia tutto invariato.
    In realtà Conte acquisisce il vantaggio dello scontro diretto e la sua squadra lascia sul campo un’impressione di superiorità nei confronti di chi è stato investito dai media del ruolo di anti-Juve.
    Un ruolo che a mio parere è stato assegnato più per l’esigenza di trovare qualche argomento su cui dibattere che per effettiva convinzione.
    Perché la Juventus rimane di un altro Pianeta rispetto a questo Napoli.
    Il primo tempo dei bianconeri è dominante sul piano del gioco e delle occasioni e il rammarico per non aver chiuso la partita (sciagurato Vucinic, stasera da censura) è grande.
    C’erano gli estremi per chiudere il discorso nei primi 45 minuti, quando il Napoli sembrava la solita squadra dipendente da due ottimi giocatori – neppure troppo in palla – ma decisamente mediocre nel resto dell’organico.
    La Juventus si muoveva in maniera perfetta: chiudendosi a riccio senza rischiare niente e ripartendo con ordine faceva quasi sempre male ad una difesa soprattutto fisica, poco agile e con evidenti limiti tecnici.
    Sotto tono Marchisio, fanno bene Vidal, Pirlo, Lichtsteiner e Giovinco, ben supportati da una difesa attenta e brava ad impostare, e voglio spendere alcune parole per Peluso, che sta piano piano fugando i dubbi generati nelle sue prime apparizioni.
    Gli attaccanti del Napoli non creavano nulla, si innervosivano e tiravano gomitate, ma di questo scriverò dopo.
    La sfortunata deviazione di Bonucci sul tiro di Inler (a proposito: ringraziamo chi, a suo tempo, scelse Vidal e non il turco-svizzero) rimetteva in gioco una partita che in quel momento avrebbe meritato di essere già chiusa e strachiusa.
    Nella ripresa la Juve ha creato poco, un tiro di Vucinic respinto con qualche difficoltà da De Sanctis e un paio di contropiede mal finalizzati.
    Ma gli uomini di Conte controllavano senza rischiare troppo, mentre il Napoli viveva di folate e cresceva sul piano agonistico sino a sfiorare il gol in un paio di occasioni, con azioni nate da tiri da lontano.
    E’ finita 1-1 e, sebbene possa andar bene, qualcosa non quadra.
    Non quadra il solito Mazzarri, oggi più che mai principe dei piagnoni, coraggioso a tal punto da rivendicare meriti per un successo che “il Napoli avrebbe meritato”.
    Dopo essersi appigliato all’alibi del “campo indecente” (Napoli-Samp), e vista l’impossibilità di riutilizzarlo stasera (vista la recente rizollatura del San Paolo), l’allenatore toscano stavolta ha farneticato di “due rigori chiesti dai miei giocatori”.
    Fantastico.
    Di sicuro ci vuole un gran coraggio, perché se c’è una squadra che può recriminare un calcio di rigore è la Juventus (Inler su Lichtsteiner, metà primo tempo) ma nessuno dei bianconeri ha fiatato: né durante, né dopo la partita.
    Se Mazzarri si deve vergognare, lo stesso dovrebbe fare Cavani, e a nulla valgono le fastidiose arrampicate sugli specchi per giustificare la gomitata che l’uruguagio ha rifilato a Chiellini.
    Eppure ho sentito opinionisti lautamente retribuiti dire che “Orsato è stato intelligente a non rovinare la partita”, altri che: “In fondo, rivisto bene, il giallo ci può stare” fino ai più creativi: “Cavani e Chiellini andavano espulsi. Entrambi”.
    Senza giri di parole: uno schifo assoluto.
    E fu così che Cavani – come Totti quindici giorni fa – viene graziato e anche in questo caso l’indulgenza arbitrale falsa la partita.
    Fortuna nostra che il Matador, a secco ormai da qualche settimana, non è risultato decisivo come lo fu invece il capitano della Roma.
    Ma la direzione di Orsato è largamente insufficiente, e la designazione pilotata dal “sentimento popolare” griffato Corriere dello Sport (vedi campagna anti-Rizzoli) è a dir poco vergognosa.
    E’ singolare che a Napoli da anni succedano cose strane quando gioca la Juventus.
    Simulazioni e interventi fallosi commessi dagli attaccanti napoletani sono stati convertiti in calci di rigore per il Ciuccio.
    Gol regolari della Juventus annullati causa – inesistenti – cariche al portiere avversario.
    Non ci siamo fatti mancare neppure un frettoloso rinvio di una partita per “maltempo”, nonostante il sole avesse fatto capolino diverse ore prima del match.
    E, tornando al campo e alla stretta attualità, l’unico rigore che doveva essere fischiato oggi – con buona pace di Mazzarri – è quello, citato, su Lichtsteiner.
    Ma è soprattutto la mancata espulsione di Cavani a gridare vendetta.
    Facciamo il solito giochino: immaginiamo anche in questo caso che le decisioni di Orsato fossero state prese a “maglie invertite”.
    Apriti cielo!
    Per i paladini del calcio pulito certe pressioni riportano d’attualità un interrogativo su ciò che è stata effettivamente Calciopoli.
    Chi condiziona e condizionava i campionati?
    Se vogliamo comportarci da persone serie evitiamo le chiacchiere da bar e concentriamoci sui media “che orientano” (vedi campagna anti-designazioni di certi arbitri) e – non meno influenti – le dichiarazioni dei tesserati, tutti bravi a lamentarsi quando viene invaso il proprio orticello, ancora più subdoli quando le lamentele sono preventive.
    Postilla sul tifo napoletano, da sempre in prima linea quanto a vittimismo.
    I carissimi ultras partenopei all’andata furono responsabili della distruzione dei bagni dello Juventus Stadium.
    Contemporaneamente si resero protagonisti di denunce – alcune ai limiti del ridicolo – per tutelare la loro “dignità di popolo” (da quando i napoletani sono un “popolo”?) da cori tipo “Oh Vesuvio, lavali col fuoco!”.
    Ma in questo weekend hanno superato se stessi, e se trascorrere una notte a schiamazzare davanti all’albergo che ospitava i giocatori avversari è esercizio antipatico ma già visto, le sassate contro il pullman juventino – uno di questi ha sfondato il vetro in prossimità del sedile di Asamoah – sono segno di assoluta inciviltà.
    Senza dimenticare i riferimenti ormai abituali ai morti dell’Heysel (“-39”) e alla disgrazia di Pessotto.
    Niente male per un gruppo di svergognati che girano l’Italia a lamentarsi delle vessazioni del tifo altrui, segnatamente di quello juventino.
    Ma è ancora più bello che la Juventus non si sia abbassata a considerare Asamoah un novello-Marini (per informazioni: stagione 1982/83, Juventus-Inter 3-3, poi 0-2 a tavolino. Ovviamente…) e che agli sproloqui di mister Lacrimafacile Mazzarri il nostro Mister abbia risposto con serenità e ironia.
    Perché come dice quella scritta sulla nostra maglia, noi vinciamo sul campo.
    Sempre.

    Fonte

  29. Ma io dico, gente come Giaccherini e Quagliarella, cosa gli hanno fatto di tanto male a Conte? Giak lo si è visto anche nell’ultima partita, ha mostrato di essere in forma più di tanti titolari e Quagliarella non avrebbe fatto peggio di Giovinco. Vucinic purtroppo si sta dimostrando un giocatore discontinuo: avessimo avuto altra gente lì davanti, la partita finiva già nel primo tempo. Quella della Juve è stata una gara troppo attendista. Il Napoli lo puoi battere solo aggredendolo e il Viktoria Plzen l’ha dimostrato. Il gioco troppo lento della Juve favoriva le loro ripartenze in velocità e solo qualche miracolo (parate di Buffon e tiro sbilenco di Dzemaili )ci hanno consentito di portare a casa il risultato. Urge trovare soluzioni per l’attacco futuro e soprattutto voglio rivedere la Juve che aggrediva gli avversari come lo scorso campionato. Adesso attenri al Celtic, le sorprese potrebbero essere dietro l’angolo…

  30. risultato che ci può stare vista la partita…siamo ancora primi, a 6 punti da loro e con il vantaggio dello scontro diretto…ma qualche considerazione va fatta, per onestà:
    – la squadra nel secondo tempo ha rischiato troppo, forse la stanchezza richiedeva qualche cambio in anticipo
    – marchisio poco in forma, forse era meglio provare Pogba
    – passare al 4-5-1 a più di 15 minuti dalla fine è rischioso e segno di debolezza verso gli avversari, che dobbiamo dire sono tutt’altro che irresistibili…
    Cavani andava espulso, ma mi dispiace anche l’atteggiamento di Chiellini, magari in area ci si strattona e forse Giorgione ha risposto alle provocazioni; ma sull’episodio Cavani spero ci sia anche prova tv…si vede che dà la gomitata con violenza, sono spot che non fanno bene al calcio.

    Chicca da Caressa. Stasera Bergomi era più obiettivo del solito anche a dover dare ragione alla juve, incredibile. Caressa a fine partita, tanto c’ha provato e gufato per far vincere il napoli, che al triplice fischio dice ‘Napoli BATTE Juve 1-1’ troppo da ridere…e l’altra proprio sulla gomitata di cavani: ‘sai beppe che c’è sempre il discorso pugno chiuso o mano aperta in questi casi’ cioè Cavani molla una GOMITATA che è distante di almeno 30 cm dalla mano, e lui discute su mano aperta e mano chiusa…

    ps peccato per le palle non entrate che sono capitate a Mirko…Giovinco stasera più in palla di lui sicuramente…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi