Highlights Juventus-Sampdoria 1-2: cronaca, tabellino e video gol | JMania

Highlights Juventus-Sampdoria 1-2: cronaca, tabellino e video gol

Highlights Juventus-Sampdoria 1-2: cronaca, tabellino e video gol

Una Juventus irriconoscibile cede in casa alla Sampdoria per 1-2. Una sconfitta a dir poco sorprendente per come si era messa la partita. I bianconeri, infatti, vanno in vantaggio al 24’ con Giovinco, che trasforma un rigore procurato da Marchisio atterrato da Berardi. Lo stesso Berardi, ammonito, commette un fallaccio su Barzagli guadagnandosi la via …

antonio-conte-serioUna Juventus irriconoscibile cede in casa alla Sampdoria per 1-2. Una sconfitta a dir poco sorprendente per come si era messa la partita. I bianconeri, infatti, vanno in vantaggio al 24’ con Giovinco, che trasforma un rigore procurato da Marchisio atterrato da Berardi. Lo stesso Berardi, ammonito, commette un fallaccio su Barzagli guadagnandosi la via degli spogliatoi al 31’. Da quel momento in poi la Juventus potrebbe dilagare, anche perché può recriminare per altre due azioni molto dubbie nell’area dei doriani: nulla da fare, Valeri non concede altri penalty.

Nella ripresa, la squadra di Conte anziché controllare la partita ed eventualmente ampliare il vantaggio, subisce le ripartenze dei blucerchiati che approfittano della lentezza di manovra bianconera. Così, è il giovane argentino Icardi, oggetto del desiderio della Juve sul mercato, a punire Conte e soci: prima con un diagonale che trova la collaborazione di Buffon, poi approfittando di una mancata chiusura di Peluso con una bomba da posizione defilata. Da lì in poi sarà infruttuoso ogni forcing della Juventus. Il risultato non cambia, la Juve dei marziani torna sulla terra.

TABELLINO JUVENTUS-SAMPDORIA (PRIMO TEMPO 1-0)

Marcatori: 24′ Giovinco (rig.) (J); 53′ 69′ Icardi (S)

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Peluso; Padoin, Pogba (71′ Giaccherini), Pirlo, Marchisio, De Ceglie (62′ Vucinic); Matri (62′ Quagliarella), Giovinco. A disp.: Storari, Branescu, Caceres, Marrone, Isla, Vidal, Giaccherini, Quagliarella, Vucinic. All.: Conte

SAMPDORIA (3-5-2): Romero; Gastaldello, Palombo, Costa; Berardi, Obiang, Poli, Kristicic (80′ Tissone), Estigarribia (46′ De Silvestri); Eder, Icardi. A disp.: Berni, Da Costa, De Silvestri, Castellini, Mustafi, Poulsen, Munari, Rossini, Tissone, Renan, Savic. All.: Rossi

Note: Ammoniti: Pogba, Bonucci, Peluso, Pirlo (J); Poli, Berardi, Kristicic, Romero, Icardi (S). Espulsi: Berardi (S) per doppia ammonizione al 31′.

Arbitro: Valeri

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xwioq5_giovinco-spherachannel_sport[/dailymotion] [dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xwipqq_icardi-spherachannel_sport[/dailymotion] [dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xwiq1y_doblete-de-icardi-spherachannel_sport[/dailymotion]

8 commenti

  1. non sono gli errori a condizionare la partita ma le scelte arbitrali.
    quando impareranno a portarsi dietro un tablet con l’azione da seguire e dire se è rigore o no allora il calcio si aggiusta, io tra samp a juve ho visto 5 rigori netti a favore della juve non dati, 2 atterraggi e 3 falli di mano che l arbrito non vede perche vede solo i soldi ricevuti dalla samp

  2. ѕσυтн-ραяк

    È andata così. Troppi errori sotto porta (alcuni clamorosi) le assurdità di Valeri e la cazzata di Buffon hanno confezionato il regalino. Pace, indietro non si torna. Brucia, questo sì, ma il bruciore (infortuni permettendo) si deve trasformare in cattiveria. Mercoledì c’è il Bilan, e Domenica si va a Parma. Non c’è tempo per “piangere”, bisogna lottare.

  3. E’ inutile arrabbiarsi con gli arbitri! Le disposizioni federali parlano massimo di un rigore a partita, da assegnare alla Juventus. La sapete l’ultima? Sembra che agli opinionisti di Sky, per tacitare i tumulti di piazza, sia stato fornito(credo sia un invenzione elaborata negli ambienti milanesi) un apparecchio che misura la potenza delle braccia e dell’addome degli avversari, nei contatti con i giocatori juventini. Dalle risultanze di questa apparecchiatura, il sig. Valeri non ha concesso il penalty nei falli su Matri e Bonucci.

  4. Condivido South Park e non mi fascio la testa pur analizzando una partita che era quasi impossibile da perdere al 45°…ci siam riusciti!
    Leggo che pero’ anche Conte la vede a modo mio…
    Noi avevamo certamente molte assenze ma ricordo: al 34° eravamo 11 vs 10, giocavamo in casa ed eravamo in vantaggio…cos’altro chiedere?! Forse che un arbitro più coraggioso fischi un secondo rigore e seconda espulsione a nostro favore, pur evidenti??? Certo, che Valeri li ha visti…gli son tremate le gambe dalla PAURA.
    Le stesse gambe che son tremate a Vucinic dinanzi la porta…ed è grave perché il nostro giocatore offensivo di maggior talento è quello che realizza meno?!
    Gli infortuni…fossimo stati in vantaggio, Conte avrebbe gestito diversamente Marchisio…invece…invece, niente e ci potev andar malissimo!
    Ripeto, lanciare titolare la coppia De Ceglie-Peluso è stata una scommessa di Conte…persa, purtroppo, ed i replay son implacabili poiché si denota la mancanza di coordinamento del reparto e nella marcatura di Icardi mapazienza: Peluso è validissimo e va difeso a spada tratta, sarà importante nella stagione.
    Non nascondiam la testa nella sabbia…oggi, tutti hanno commesso errori, proprio tutti…d’altronde è cosi che siam riusciti in un’impresa altrimenti impossibile: perdere oggi contro la Sampdoria.

  5. ѕσυтн-ραяк

    Enrico, nessuno ti vieta un’attenta analisi, è legittimo. 🙂 Perdere (in questo modo) non fa mai piacere. Quando si perde le colpe sono di tutti. Punto. Personalmente non faccio drammi. Una cosa mi rattrista: le troppe assenze precedenti al match e quelle future. Perdere ci può stare, avere tanti infortuni mi fa incazzare. 🙁

    «Facciamo i complimenti alla Samp che è stata brava e fortunata. Non è mai facile vincere in casa nostra, ma noi dovremo fare delle analisi approfondite per capire cos’è successo. Non esiste non vincere una partita dominata per larghi tratti, in cui si chiude il primo tempo avanti di un gol e in cui si gioca 11 contro 10. Gli episodi arbitrali del primo tempo? C’era un rigore netto su Matri, con conseguente espulsione di Palombo, e un altro su Bonucci prima dell’intervallo. Sono episodi e possono capitare, ma diciamo tra la partita di oggi e quella con il Cagliari siamo a credito. A parte questo, sono comunque molto deluso per questa sconfitta, ma non dobbiamo dimenticare che stiamo proseguendo in un percorso di crescita. Non siamo certo marziani, dobbiamo continuare a stare con i piedi per terra. Soprattutto ora che ci attende un mese e mezzo con tanti impegni da affrontare con assenze importanti».

    Antonio Conte

  6. @South Park: accettare la sconfitta certamente, analizzarla fondamentale: la “sfiga” spesso la trovi quando la si cerca ripetutamente…Vucinic sbaglia da pochi metri ben due volte, come Buffon…sarebbe “sfiga”?! L’infortunio di Marchisio sarebbe “sfiga”…?!
    Accetto che i nostri migliori giocatori che tante volte ci han regalato sorrisi e soddisfazioni sbaglino ma, attenzione…attenzione.
    Ripeto che lanciare, poi, il duo De Ceglie-Peluso titolare dopo pochi allenamenti non mi pare idea accellente ma rispetto le decisioni di Conte…purché si impari dai propri errori…sarà un caso che la Samp NON abbia mai sfondato od attaccato a destra??? Pazienza…brava Samp, male noi, al lavoro…tanto lavoro.

  7. Complimenti alla Sampdoria, cinica e concreta, ma tanti, tantissimi rimproveri alla Juventus che, per una volta, non è stata “squadra” ed ha peccato nelle individialità maggiori come Buffon e Vucinic: il primo sbaglia il solo intervento in 53 minuti ed il secondo sbaglia un tiro al volo clamoroso a pochi metri dalla porta…
    Gli errori in difesa portano, purtroppo, la firma di Peluso che ancora non puo’ essere integrato negli schemi dopo pochi allenamenti e di…purtroppo, si…errori di Antonio Conte che lancia titolare Peluso e De Ceglie e, guarda caso, i problemi vengono dalla fascia sinistra del campo (cosi come i due goals…) e lascia in campo Marchisio che per troppa generosità si infortuna seriamente! Al lavoro…tutti poiché dal lavoro e dagli errori si impara e migliora.

  8. ѕσυтн-ραяк

    Nessuna recriminazione. Il calcio è così. Se sbagli tanto ed hai anche un po’ di sfiga, perdi. Brava Samp, il massimo con il minimo sforzo. Accettare la sconfitta (se pur immeritata) è da Juve. Le altre si lamentano, noi NO!! Si volta pagina.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi