Heysel: Juve, riportali a casa | JMania

Heysel: Juve, riportali a casa

Heysel: Juve, riportali a casa

C’è un motto latino che usano gli uomini per fare di se stessi e delle proprie miserie qualcosa di più complesso e talvolta duraturo chiamato civiltà. Questo motto recita in due parole, “Parce sepulto”, un concetto molto più simile ad una speranza che a un esercizio di stile. Dai pace a chi non è più. …

C’è un motto latino che usano gli uomini per fare di se stessi e delle proprie miserie qualcosa di più complesso e talvolta duraturo chiamato civiltà. Questo motto recita in due parole, “Parce sepulto”, un concetto molto più simile ad una speranza che a un esercizio di stile. Dai pace a chi non è più. Tienili fuori dalle beghe di chi rimane. Perdona loro l’assenza e se puoi non perdonarla a chi resta. L’atteggiamento verso l’Heysel a distanza di ventisei anni non è mai cambiato. E’ quello dei poliziotti allo stadio. S’è visto la gente morire. S’è respinto con forza chi ha cercato di segnalare quanto successo. Forse perché l’Heysel è una storia dove non si salva nessuno e allora non si salvi nemmeno il ricordo. Lei, Andrea Agnelli, avrà mille scuse per non rispondere a questa come alle altre lettere come questa. Gliele anticipo io. Vedremo. Faremo qualcosa in merito. Anzi. Stiamo già facendo. Anzi. E’ stato già fatto. Anzi e per questo. La lettera è inutile. Non rispondiamo. Tanto che rispondiamo a fare. Si tranquillizzi. Non sarebbe una novità. Risponderne quando si parla d’Heysel è l’ultima cosa che la gente s’aspetta. Stia sereno dunque. Renda inutile semmai il consiglio dei tanti professionisti d’uomini e business che vestiti di pelo s’affretteranno a metterla in guardia. Lei è uomo d’affari cresciuto a corte. Un uomo così non ha bisogno d’aiuto per non dare aiuto. Un uomo del tipo suo è una garanzia in materia. Conosce tanto. Conosce il potere sin dalla culla, la vacuità delle parole da quando non ha mantenuto le proprie e si vive uguale, il cinismo delle promesse vane a fin di bene sin da quando per illuder davvero nessuno ha perduto le sue di illusioni. Conosce bene l’indifferenza alla morte da quando l’ha vista a casa sua. Non c’è bisogno le insegnino la smemoratezza. Il ricordo dei morti ma come, quelli che hanno mentito quando giuravi non moriranno, quelli che in fondo han tradito promesse che non hanno mai fatto. Se poi si ricorda, li riporti a casa. E se le viene più facile messa così, se ne freghi anche del motto latino. Se ne freghi pure dei morti, quegli scappati, che quelli la pace ce l’hanno comunque. Faccia così. Dia pace a quelli rimasti. Altro che risparmiare. Come fosse una vendetta. La prenda come una cosa solo per vivi.

 

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE ANDREA AGNELLI IN MEMORIA DEI 39 CADUTI DELL’HEYSEL

 

Egr. Presidente Dott. Andrea Agnelli,

 

in occasione del 25° anniversario della strage dello stadio Heysel, il 29 maggio 2010, davanti ai familiari delle vittime, aveva promesso “un luogo per ricordare queste persone“, da crearsi “nella nostra nuova casa”, ovvero nel nuovo stadio di ormai prossima inaugurazione.

 

Alle sue promesse hanno fatto seguito, durante i lavori dell’assemblea societaria al Lingotto, lo scorso 27 Ottobre 2010, quelle dell’Amministratore delegato Jean Claude Blanc che, rispondendo all’osservazione di un azionista del club, affermava che nel nuovo complesso sarebbe sorto “un monumento” a ricordo di quei morti. Dalle vostre parole si evidenzia, in entrambi, la volontà di dare finalmente il giusto tributo a quei 39 caduti di Bruxelles, per sempre nel cuore della nostra tifoseria.

 

Giunti, però, ad ormai pochi mesi dall’inaugurazione del nuovo stadio, su periodici e organi massmediatici si parla spesso delle nuove strutture integrate al complesso, tra cui supermercati, sale cinematografiche e luoghi simili, ma della ‘sala della memoria’ non abbiamo più sentito notizie in merito.

 

Sig. Presidente, tutti i tifosi juventini Le chiedono di onorare la promessa fatta, a riprova di quello stile che si chiama ‘Juventus’.

 

Per evitare di farLe pervenire molteplici lettere con identica richiesta, abbiamo raccolto in calce alla presente, le firme dei gruppi più significativi che hanno aderito singolarmente all’iniziativa, e non solo: familiari delle vittime, associazioni e spazi web tra i più importanti e conosciuti, che raccolgono decine di migliaia di iscritti. Non, pertanto, una coalizione di gruppi racchiusi sotto un’unica sigla, ma la richiesta di tutti i singoli gruppi ultras, oltre al resto del tifo bianconero, che Le rivolgono il medesimo appello: la creazione della sala della memoria nel nuovo stadio di Torino dedicata ai nostri 39 angeli, con ingresso libero, al fine di onorarne il martirio e tramandare ai posteri un insegnamento di umana civiltà contro la barbarie.

 

Nel frattempo, sarebbe cosa doverosa aggiungere nel sito ufficiale della Juventus Football Club una pagina dedicata all’Heysel, dove non solo ricordare degnamente i 39 tifosi Juventini morti nel modo tragico in cui tutti sappiamo, ma anche tenere aggiornati i tifosi su quanto state, sicuramente, prevedendo nel nuovo stadio e sulle vostre iniziative in merito agli anniversari a seguire, ogni 29 maggio, per onorare la memoria di un evento così tragico della storia bianconera.

 

In attesa di un Suo gradito riscontro, cordialmente La salutiamo.

 

 

Promotori :

Gruppo FB “Via Filadelfia 88”

Saladellamemoriaheysel.it

OrgoglioGobbo

Radiojuveweb.com

 

Firmatari :

 

Famiglia Lorentini

Famiglia Casula

Famiglia Gonnelli

Famiglia Russo

La mamma di Claudio, Adele Fontana, ved. Zavaroni

Vivella Zavaroni

Maria Zavaroni

Famiglia Landini

Famiglia Salvi

Comitato Heysel Reggio Emilia

Associazione “Amici di Claudio” (Zavaroni)

Francesco Caremani

 

 

Gruppi Ultras :

 

Bravi Ragazzi

Drughi Bianconeri

Nucleo 1985

Viking Curva Nord

Tradizione

Antichi Valori

 

Spazi Web e Associazioni :

Uccellinodidelpiero.com

VecchiaSignora.com

Juvemania.it

tuttojuve.com

TifosiBianconeri.com

Combriccola Romana della trasmissione

TUTTI PAZZI PER LA JUVE.

GLMDJ – Ass. Giu Le Mani dalla Juventus

DNA GOBBO – Gruppo FB e Forum

Juvefans.org

juventusfans.forumcommunity.net

ilblogdialessandromagno.it

OBN Orgoglio bianconero gruppo FB.

“StileJuventus” trasmissione radiofonica di Nicola De Bonis

ladivinajuventus.com

 

 

3 commenti

  1. hello there and thank you for your information – I’ve certainly picked up something new from right here. I did however expertise some technical points using this site, as I experienced to reload the website a lot of times previous to I could get it to load correctly. I had been wondering if your web host is OK? Not that I am complaining, but slow loading instances times will sometimes affect your placement in google and can damage your high-quality score if ads and marketing with Adwords. Anyway I am adding this RSS to my email and can look out for much more of your respective exciting content. Ensure that you update this again soon..

  2. aderito e iniziato a diffondere

  3. questa lettera mi era sfuggita se no avrei aderito senza dubbio all’iniziativa.
    La diffonderm’.

    Onore ai caduti all’heysel

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi