Giovinco: "So che Conte mi stima e lo ringrazio" | JMania

Giovinco: “So che Conte mi stima e lo ringrazio”

Giovinco: “So che Conte mi stima e lo ringrazio”

“I giocatori piccoli, veloci di qualità tornano di moda? È un po’ tardi, poteva succedere prima, ma per fortuna adesso è così e dobbiamo continuare”. Così Sebastian Giovinco è il giocatore più piccolo dell’Italia di Prandelli, ma non per questo si sente inferiore ad alcuno. ”Il Barcellona sicuramente è stato un arma in più per …

I giocatori piccoli, veloci di qualità tornano di moda? È un po’ tardi, poteva succedere prima, ma per fortuna adesso è così e dobbiamo continuare”. Così Sebastian Giovinco è il giocatore più piccolo dell’Italia di Prandelli, ma non per questo si sente inferiore ad alcuno. ”Il Barcellona sicuramente è stato un arma in più per giocatori come me – ha continuato Giovinco – Prandelli ha preso la palla al balzo e, come si è visto contro l’Estonia, ha creato questa squadra. Si può dire che piccolo è bello? Piccolo sì, bello è un’altra cosa”. Giovinco è per metà ancora della Juventus ma… ”Io non so se chi non ha avuto fiducia in me adesso si deve ricredere, di sicuro ora sto raccogliendo i frutti. Ringrazio il neo allenatore della Juve che so che ha molta stima nei miei confronti, ma io l’anno prossimo voglio giocare. Le voci sul Napoli? Può succedere di tutto, ripeto, io voglio continuità e ora come ora è Parma la squadra dove giocherò l’anno prossimo”.

3 commenti

  1. No caro Seba non hai capito …Conte ti voleva prendere per metterti in giardino con gli altri 6 per completare la collezzione, ti ha messo sulla lista della spesa subito dopo pisolo e mammolo.

  2. In realtà il contesto fa molto la differenza. Qui in Italia si è andati avanti a coltivare la parte atletica, più di quella tecnica, facendo si che il livello medio nel fondamentale del palleggio si abbassasse e non di poco: di Bruno Conti, Roberto Donadoni e Roberto Baggio non se ne vedono tutti i giorni, certo, ma neanche i buoni registi sembrano scomparsi da 10 anni ormai. In questo senso, Giovinco è uno dei pochi (l’altro credo sia Rossi) ad avere una tecnica molto elevata. Se si guarda agli under 25 spagnoli, francesi, tedeschi, slavi, la tecnica appare meglio curata. Ed è inoltre vero che il Barcellona ha non poco aiutato in questo approccio: basta leggere la biografia di Cruyff per rendersene conto.
    Al di là di questo, resta comunque corretto, da parte di Giovinco, chiedere continuità nel proprio utilizzo e, nel caso non fosse possibile, rendere palese la necessità di essere ceduto.

  3. é meglio che giochi di più e chiaccheri meno..e lascia stare il barcellona per cortesia, avessi 1/4 della grinta e della classe di Messi……

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi