Giovinco e la storia della discriminazione juventina | JMania

Giovinco e la storia della discriminazione juventina

Giovinco e la storia della discriminazione juventina

(Di Alessandro Magno) Questa mattina apro il giornale e come capita spesso trovo la solita intervista di Seba Giovinco, in cui parla male della Juventus. Ormai è una consuetudine, ogni volta che va in Nazionale viene fuori questa storia. Le dichiarazioni di quest’oggi sono grosso modo: “Sono arrabbiato con la Juve perché qualcuno li non …

(Di Alessandro Magno) Questa mattina apro il giornale e come capita spesso trovo la solita intervista di Seba Giovinco, in cui parla male della Juventus. Ormai è una consuetudine, ogni volta che va in Nazionale viene fuori questa storia. Le dichiarazioni di quest’oggi sono grosso modo: “Sono arrabbiato con la Juve perché qualcuno li non ha creduto in me”. Non so voi ma io di queste dichiarazioni ne ho piene le scatole. Oggi voglio scrivere di Giovinco per chiarire un poco a chi non è della provincia di Torino (come lo siamo io e Giovinco) come è quanto deve Giovinco alla FC Juventus.
Partiamo da questa premessa: ritengo Giovinco un buonissimo giocatore, non un fenomeno ma sicuramente un buonissimo giocatore. Un giocatore che sicuramente nella Juve di Conte ci potrebbe stare bene. Ritengo anche che la Juventus in questi anni non abbia preso giocatori tanto più forti di Giovinco e l’ho scritto proprio quando hanno preso Elia. Ma questa è una nota di demerito della Juventus non è certo la certificazione che in giro giocatori meglio di Giovinco non ce ne siano. Se avessimo preso Aguero o Rossi non credo che qualcuno oggi avrebbe rimpianto Seba. Lo stesso Quagliarella  (a posto) a parere mio è più forte di Giovinco e lo dicono le statistiche dei gol realizzati. Concludo la premessa aggiungendo che è anche vero che Marotta con la cessione in comproprietà di questo giocatore al il Parma ha commesso un grosso errore di cifre, e dico questo perché la metà del cartellino è stata praticamente regalata al club emiliano. Mi pare di aver detto tutto. Ora veniamo alla (molto) presunta discriminazione che Giovinco avrebbe subito.
Innanzitutto Giovinco ha avuto la fortuna di fare quasi tutte le giovanili nella Juventus. Non è da tutti. Sicuramente aveva delle doti fuori dal comune, ma se pensate che sia stato l’unico bambino bravo che gioca nelle giovanili della Juve vi sbagliate di grosso. Qui a Torino arrivano ragazzi da tutta Italia e vi assicuro che hanno tutti doti fuori dal comune. Giovinco non solo è stato cresciuto nelle giovanili della Juve, è stato amato, coccolato, vezzeggiato e pure viziato. Chi è di Torino sa benissimo che si parlava di Giovinco già quando aveva 16-17 anni. La Juventus gli ha fatto il primo contratto da professionista e lo ha dato in prestito poi all’Empoli, facendogli giocare il campionato di serie A a 19 anni. Grazie alla sua bravura è al fatto di giocare nella Juventus, Giovinco ha potuto frequentare tutte la Nazionali fin dalla Under16. Grazie alla Juventus è potuto rientrare alla casa madre e giocarsi le sue opportunità in prima squadra, cosa che non capita a moltissimi del settore giovanile. La Juventus dopo qualche tempo gli ha rinnovato il contratto portandolo a un milione di euro l’anno rendendolo oltretutto un giovane ragazzo ricco. Non sono informatissimo sul contratto che la Juve ha stipulato con il Parma, ma non mi stupirei se parte di quei soldi il Signor Giovinco li percepisce ancora dalla Juventus. Grazie alla Juventus, Giovinco ha esordito nella Under 21 diventandone anche un punto fermo. Grazie alla Juve, Giovinco è stato ceduto in prestito (e ora in comproprietà)  al Parma, squadra di seria A e non al Caltagirone o al Canicattì, e grazie al Parma, dove appunto lo ha mandato la Juventus, ha potuto rilanciarsi e arrivare anche alla Nazionale. Tra l’altro è certo che la nuova Juventus di Conte lo rivolesse indietro quest’anno per dargli la seconda opportunità – cosa che nella storia della Juventus è capitata a pochissimi giocatori – ma un po’ per qualche problema fra le società e un po’  per la sua poca voglia di ritornare e rimettersi in gioco, questo non è potuto avvenire.
In definitiva tutto quello che Giovinco ha fatto e\o vinto è stato fatto con la Juventus, eccetto l’approdo in Nazionale maggiore che è avvenuto con il Parma.
Con cosa è stata ripagata la Juventus di tutto questo investimento verso questo ragazzo? 34 presenze e 3 gol .
Ripeto per chi non avesse capito, 34 presenze in maglia bianconera e soli 3 gol ( e in verità anche una manciata di assist) per un ragazzo su cui la Juventus ci lavorava da 6-7 anni?
Altro che lamentarsi, Giovinco ci sarebbe da chiedergli i danni.
Mi sbaglierò, ma a parere mio è più Giovinco che deve alla Juve di quanto la Juve debba a Giovinco.

30 commenti

  1. E poi scusate,se dobbiamo parlare di Juventinità…penso che lo sia al pari di Marchsio e De Ceglie…e questo mi basta per renderlo un giocatore da Juve.

  2. La differenza tra Giovinco e Marchisio per esempio?Giovinco aveva davanti Del Piero,Marchisio no!Facile.Invertiamo i ruoli e oggi avremmo Giovinco titolare con il numero 8 e Marchisio al Parma.

  3. Concordo sul giudizio complessivo rispetto ai rapporti juve-giocatore, meno sul resto.
    Una società che deve necessariamente sostituire una bandiera, ormai logora, come Del Piero e ha in casa il possibile sostituto, non va ad infilarsi in un ‘cul de sac’ come quello in cui si è infilato Marotta. Solo per questo grave errore non sarebbe da Juve….A me sembra il re delle svendite. Si spendono 20 milioni lordi di ingaggio per tre giocatori mai convocati, Amauri, Iaquinta e Toni, e si regala la comproprietà di un talento, magari ancora inespresso, a 3 milioni, una follia, anche nel mondo inderminato del calcio e e allora lo scrissi. Non occorreva essere maghi per sapere che sarebbe finita così…..Il giocatore è già perso, a meno di un grosso sacrificio che la società non potrà o vorrà fare…

  4. il quadro che viene fuori e’ quello di uno che ha un caratteraccio, se sta in panca mugugna, se gioca male non va rimproverato ne sostiutito ma coccolato se no se la prende,ha la lingua lunga , dovrebbe venire in una squadra come la juve di conte dove probabilmente serve schierato a sinistra ruolo che lui odia essendo una mezza punta (a parma non gioca trequartista) che pero si sente trequartista in una squadra che probabilmente non giocera’ mai col trequartista visto che gioca gia’ con un regista arretrato.
    E tutto sto ambaradan non essendo messi.
    E scusate raga ma alla juve chi glielo fa fare di prendersi tutte ste rogne?
    L’anno prossimo puntiamo al recupero psicologico di giovinco o allo scudetto?

    Ovviamente sto esagerando ma e’ solo per farvi capire che l
    E’ giovinco che deve vedere se vuole ancora la juve e non il contrario. Ragazzi di giovinco e’ pieno il mondo. ragazzi talentusi ce ne sono un infinita’ poi solo pochi diventano anche campioni.

  5. Giovinco purtroppo e’ ancora una testa calda, non ancora maturo psicologicamente parlando. Deve crescere a livello caratteriale, farsi dominare meno dalle sue emozioni ed usare un po’ di piu’ la testa, in modo da essere piu’ freddo e raziolnale, penso che gli gioverebbe pure a livello di rendimento in campo, troppe volte l’ho visto sbagliare gol facili davanti alla porta a causa, secondo me, di questo suo difetto caratteriale…..per quanto riguarda il talento, credo che giovinco sotto questo aspetto non si discute, anche se ovviamente non e’ messi….poi il paragone con quagliarella non e’ proponibile….il quaglia e’ un attaccante, giovinco un puro trequartista….forza juve

  6. onestamente se proprio deve venire un rompicoyones preferisco Tevez. 😀

  7. drugo ultras curva sud

    io non sono daccordo sul perdonare niente a nessuno. tutti si devon guadagnare il posto. Se uno non ha carattere non e’ da juve. mi piace conte perche’ ha messo in discussione tutti.(Forse eccetto pirlo) Vidal se la guadagna marchisio pure. Chiello e’ stato spostato bonucci e’ partito dalla panca e pure matri. Quaglia ancora deve esordire. Elia sta zitto e lavora. Krasic e’ uno dei piu’ cazziati e probabilmente fra poco siedera’ in panca. Son sicuro che se giovinco torna con Conte se la gioca con gli altri. Mi stupirei se uno come conte desse garanzie di titolarita’ a uno come Giovinco (che non e’ Pirlo)

  8. Io concordo con LUCA e TREDIX, e lo sanno tutti qui dal momento che ho sempre sostenuto che si sia sbagliato molto con Giovinco.

    Purtroppo non si vuole capire che per certi giocatori la serenità è una base imprescindibile per poter esprimersi al massimo.
    Pensate che se un giocatore ha i piedi vellutati e la fantasia di un fuoriclasse in automatico debba avere un carattere che mangia la faccia a tutti?

    Giovinco preferì allenarsi alla Juve che giocare in prestito! Un giovane che ragiona così e così attaccato alla maglia (fino a che la stessa maglia l’ha preso a calci nel didietro) noi siamo riusciti a bruciarlo.
    Si pretende tutto e subito e nella nostra situazione si poteva anche capire, ma dobbiamo capire anche che quel comportamento non porta da nessuna parte perchè giudizi frettolosi e pressione eccessiva su alcuni giocatori non fanno che mettere in crisi i giocatori stessi.
    L’ultimo periodo buono di Amauri è stato quando Givinco gli pennellava sulla testa i cross. E non dico altro.

    Certo, Sebastian si è messo in una posizione scomoda, ora, perchè anche se tornasse troverebbe una piazza che gli porge il conto ad ogni partita. Della serie “hai voluto la bicicletta?”.
    Io spero che dirigenza e mister capiscano che è un giocatore da riportare indietro, coccolare e far sentire a casa, alla faccia di chi perdona 110% ad alcuni e nemmeno il 10% ad altri.

    E, passando all’aspetto tattico, mi auguro con tutto il cuore che Conte lo veda come seconda punta e non come esterno perchè QUELLO è il suo ruolo.

  9. sono daccordissimo con te arpaharazon sulla politica sbagliata dei giovani. ma sul calciomercato in generale sai che da sempre son molto critico con marotta. Uno che ha comprato martinez a 15 milioni non puo esser perdonato tanto facilmente. Ma questa e’ un altra storia.
    Drugo curva sud questo e’ il punto. Giovinco si scorda completamente di quello che ha fatto la juve per lui evidentemente e’ arrivato in serie A unto dal Signore.

  10. drugo ultras curva sud

    pienamente daccordo con l’articolo.
    Giovinco si dovrebbe ricordare anche di quei 6-7 anni in cui hanno creduto in lui alla grande. Troppo comodo ora sputare nel piatto dove si e’ mangiato. Che gli piaccia o no lo ha tirato su la juve. Ne il milan ne l’inter ne altri.
    Oggi e’ un buon giocatore ma non certo uno da sognare. Se devo sognare allora preferisco sognare rIbery o tevez.

  11. Ovviamente ritengo Giovinco meritevole di giocare alla Juve,non è Messi ma con tutto il rispetto nemmeno Pellisier.E’ un bravissimo giocatore (ieri non ha giocato benissimo)che tra l’altro nella Juve odierna ci starebbe benissimo,visto che non c’è nessun giocatore con la sua imprevedibilità.Bisogna ricordare che fino adesso in campionato ha fatto ben 5 goals pur non essendo dotato di un fisico straordinario,però c’è da dire è dotato di una tecnica non comune.Quindi speriamo torni a casa come Immobile e Pasquato!

  12. Giusto Alessandro hai detto bene:Giovinco deve far parlare il campo e non la bocca,ma certi dirigenti devono far funzionare il cervello(saranno i caldi estivi che li mette in difficoltà?!)in merito alla gestione di autentici patrimoni,economici ed umani, che gradiremmo non venissero scialacquati in questo modo!Con tutto il rispetto ma sembra che certa gente non capisca un cavolo cappuccio di calcio e il bello è che se ne accorge pure un tifoso qualsiasi!

  13. arpharazon@ sono stato duro perche’ qualcuno gli deve far capire a giovinco che deve far parlare il campo e non la bocca. A parma molti sono forti pure amauri. Come lo e’ miccoli a palermo pellisier a chievo e cosi via. Ieri ad esempio ha giocato da titolare contro l’irlanda del nord non contro la francia o la germania e credo di poter dire che non e’ che ha fatto gramc he’ 5,5 – 6? …..penso di si dai.
    Ovviamente come hai ben capito il mio citare il Caltagiorne e il Canicatti era un ipotesi inverosimile . Eh eh.
    Onore al Caltagirone e al Canicatti.
    Ci mancherebbe. 😉

  14. @Alessandro Magno.Stavolta credo ci sia andato un pò duro su Giovinco.Mi spiego.Credo che sia giusto e vero che Giovinco esagera a dire e ricordare sempre il modo in cui la Juve lo ha trattato,ormai sembra una cantilena che però lui ripete stimolato dai giornalisti.Potrebbe quindi evitare considerando che alla Juve potrebbe tornare,l’importante è che si metta in testa che non parte titolare perchè si chiama Giovinco(tanto con Conte non succederebbe).Tuttavia è necessario ricordare la mancanza di lungimiranza che più di una volta la società Juventus FC ha dimostrato nei confronti dei suoi primavera,mi riferisco al caso Criscito(uno scandalo lasciarlo andare in compropietà per prendere Grosso),Nocerino(ceduto nell’affare Amauri e sostituito con udite udite Poulsen),Balzaretti e Cassani(ceduti per poi ritrovarsi nell’ordine Grygera Motta Zebina)oltre al sudetto Giovinco che richiamato alla base dopo l’esperienza empolese la Juve ha provveduto a mettergli concorrenza con il doppione/pippone superpagato(25mln di euri!)Diego.La mia preoccupazione in quest’ottica è che fine faranno con questi intelligentoni di dirigenti(ricordiamo che questa politica ha creato 90 mln di euro di buco!)i vari Immobile Pasquato Marrone Rossi Sorensen Pinsoglio?Purtroppo questa mancanza di fiducia nei giovani u21 italiani accomuna tutte le squadre italiane e Giovinco come altri è vittima di questo sistema stupido e balordo che ci sta facendo crollare in tutte le classifiche UEFA,per non parlare dei conti delle società di calcio e delle cattive figure rimediate in campo internazionale dai presunti TOP TEAMS.

    ps:con tutto il rispetto per il Parma,ma il Caltagirone è un’ottima squadra oltre ad essere una bella cittadina e Giovinco dovrebbe sentirsi onarato se ci venisse a giocare…ahahahahah :-)!

  15. tredix i gusti son gusti non li metto in dubbio ma sei sicuro che stiamo parlando dello stesso giovinco?
    Al chelsea li ha fatti cosi impazzire che dubito se lo ricordino. In nazionale e’ titolare ? Non mi pare proprio e davanti a rossi balottelli e cassano con tutto il rispetto per il primo non e’ che gli altri due siano del piero totti baggio o zola.
    Il paragone con quagliarella e’ cosi sbagliato che di fatto tu stesso dici che Giovinco non e’ un esterno. Infatti e’ una mezza punta come il quaglia. Poi non e’ che i giocatori son fatti con lo stampo. Posson avere lo stesso ruolo ma caratteristiche diverse. ibra e’ un centrvanti e pure inzaghi lo e’ e han caratteristiche direi opposte.
    Su pasquato si son fatte tante belle parole perche’ pasquato e’ una promessa . Se fra 5 anni e’ come giovinco non ho difficolta a dire che non e’ un giocatore da strapparsi i capelli.

  16. Concordo totalmente con Alessandro Magno e dissento dalla posizione di Tredix. Ne faccio una questione caratteriale e se una persona non è in grado di essere critica con se stessa non riuscirà mai a migliorarsi. Non è stata la Juve a scaricarlo ma gli allenatori che lo hanno gestito in primis Ranieri. Possibile che non considera che nel momento in cui poteva essere il suo turno Alex vinse la classifica dei cannonieri nel campionato di serie A dopo la caduta in B. Poiché occupava la stessa posizione era difficile anche per lo stesso Ranieri fare spazio a Giovinco e quando lo fece i risultati non furono esaltanti (mi ricordo un Napoli-Juventus, forse di Coppa Italia in cui Montervini non ebbe alcuna difficoltà a neutralizzarlo con le buone o le cattive). Ne mi pare, se non mi sbaglio, che l’anno dopo Ferrara è riuscito nell’intento.
    Poiché non ritengo Marotta e soci degli sprovveduti, sono convinto che l’attuale dirigenza verso Giovinco si sia comportata nel modo più giusto per dargli una opportunità: con lo stipendio che Giovinco prendeva dalla Juventus, ovvero 1 Milione l’anno, il Parma avrebbe fatto fatica ad assumersi un costo della comproprietà in linea con la corretta valutazione del giocatore e proprio per dare questa opportunità la Juve si è accontentata di meno proprio per mettere in pratica la sua rivalutazione (salvo eventuali accordi correlati al ritorno del calciatore all’ovile).
    Per concludere o Giovinco da un taglio a questo comportamento da fenomeno incompreso e prova a rimettersi in discussione e non pretendere il posto fisso in squadra (cosa ammissibile solamente per Messi e non per esempio per uno come Lavezzi nell’Argentina) oppure la Juventus ne potrà facilmente fare a meno, cosi come nel tempo a fatto a meno di Inzaghi, Zidane e tanti altri campionissimi.

  17. Pezzo completamente sballato.. Giovinco deve dire grazie, per dove è arrivato (o sta arrivando) solo a se stesso! Al suo lavoro, alla sua caparbietà, alla sua voglia di dimostrare a chi non credeva in lui che nonostante l’altezza lui sarebbe arrivato in alto.. La Juve naturalmente porta notorietà ai suoi giocatori, ma da questi lei ne trae (o ne dovrebbe trarne) benefici. Quindi non mi venite a dire che Giovinco debba ringraziare la Juventus.
    Il paragone con Quagliarella poi non mi pare affatto azzeccato, viste le caratteristiche completamente diverse dei giocatori. Uno gioca in velocità e dribbling, l’altro di sponda, di fisico, di testa. Ecco, se vogliamo trovare proprio un difetto a Giovinco questo è rappresentato dagli infortuni, questo si.
    La verità è che a chi diceva “Giovinco sta al parma che quella è la tua dimensione” brucia vedere questo piccoletto (che qualche anno fa ha fatto ammattire il Chelsea, non PizzaeFichi) che gioca in Nazionale, che ha il dente avvelenato contro una squadra che l’ha cresciuto finchè tutti avevano la sua stessa altezza e dopo l’ha scaricato senza dargli troppo spazio, nonostante quando scendeva in campo faceva il suo sporco lavoro.. E le statistiche presenze/gol fanno ridere, visto che spesso entrava negli ultimi minuti e giocava quasi sempre sulla fascia.
    Il bello è leggere in estate poi tutti quei complimentoni a Pasquato (che arrivi lontano anche lui) che di Giovinco non ha la metà del talento…
    Abbiamo preso Giaccherini (bravo ragazzo per carità) quando Giovinco che è almeno alla pari con Giac l’abbiamo regalato per metà al Parma.. Ora prepariamoci a cacciare i bigliettoni per riprenderci quel giocatore la cui dimensione è Parma…

  18. luca concordo con te che la scoieta’ qualcosa ha sbagliato e nell’articolo c’e’ concordo anche che spesso questi vanno ignorati infatti non ho scritto articoli ne su zebina ne su miccoli e ho ignorato giovinco fino ad oggi ma francamente ora mi pare che il ragazzo con la teoria della discriminazione stia esagerando, mi sembra come la discriminazione di zeman che non allenato le grandi per colpe di altri e non perche’ e’ obbiettivamente scarso. Io un minimo di riconoscenza da giovinco me l’aspetterei per i motivi scritti nell’articolo. E anche un minimo di autocritica. Ripeto ad oggi giovinco non ha dimostrato di piu di un mascara un doni un diamanti. Anche questi fan dei bei gol ogni tanto eppure non giocano alla juve.
    Ma pensiamo a marchisio? Quante critiche ha avuto? In quanti ruoli si e’ dovuto adattare? Non ha mai proferito parola ne accampato scuse se giocava male e ha avuto anche offerte per andare via ma ha preferito rimanere anche se molti quest’anno non lo davano titolare con l’arrivo di pirlo e vidal.
    Io non ho nulla contro il ritorno di giovinco ma torni senza pretese di avere un posto fisso che conte non glielo puo garantire.
    E quando e’ chiamato in causa faccia parlare il campo se e’ capace perche’ ultimamente mi pare che il meglio di se lo da in conferenza stampa.

  19. Darrell Abbott

    Io non sono un grande estimatore di Giovinco,ma a mio avviso un’altra opportuntità gli dovrebbe essere data,e soprattutto andrebbe schierato con costanza.Va da se che se questa volta dovesse sbagliare,dovrà beatamente togliersi dagli zebedei,senza tirar fuori la storiella di Del Piero che offusca il suo talento.Potrei fare qualche nome di qualche giocatore che con il capitano non ha avuto problemi,ma non è il caso.Giovinco ti aspettiamo,sperando che tu possa essere decisivo.

  20. Se la vogliamo buttare sul piano della riconoscenza, per me può anche andar bene ma non è che la Juve dell’Uno e Trino (e mai rimpianto!) abbia brillato per correttezza e savoir faire verso i propri tesserati.

    Probabilmente qualcosa ha sbagliato anche la società.

    Poi il giocatore potrebbe anche fare a meno di esternare il proprio pensiero a ogni occasione.

    Faccio notare che lo stesso atteggiamento lo hanno avuto anche altri, come ad esempio Zebina.
    Non sarebbe meglio, a un certo punto, ignorarli?

  21. Il presidente gialloblù: «Dà soddisfazione sapere che sul ragazzo sono puntati gli occhi di club internazionali, vuol dire che abbiamo fatto un buon investimento». e se questo non è prendere la juve a pesci in faccia ditemi cos’è.

  22. beh, evidentemente il signorino si considera un top player per cui la cessione al parma è un atto di lesa maestà. certo che l’aria di parma non gli poteva stimolare sensi di riconoscenza, visto il comportamento vergognoso dei dirigenti. mi chiedo cosa spinga marotta a continuare ad averci a che fare.

  23. buon giorno a tutti. Il mio e’ un discorso sulla riconoscienza non sulle qualita’ tecniche che in verita’ mi paiono buone ma non eccelse (ieri altra partitona di seba in Nazionale e dal primo minuto!!!).
    Il discorso e’ sulla riconoscienza appunto.
    Ci son tantissimi giocatori che son cresciuti nella juventus Rocchi, Perrotta; De Santis , Sorrentino , Nocerino , Rigoni a altri e non hanno avuto 34 opportunita’ per dimostrare il loro valore e non vanno a rompere le citrole in giro ogni volta.
    Ci sono alcuni anzi come Maresca o Palladino o lo stesso Nocerino che ringraziano ancora la Juventus per averci comunque militato.
    L’unico che non ringrazia la Juve e’ questo signorino.
    Io fossi in lui mi guarderei allo specchio e mi direi “forse se non ho dimostrato tutto il mio valore alla juve e’ pure colpa mia”.
    Ha avuto 34 opportunita’ non mi pare proprio poco.
    Diegol ha fatto mi pare 38 presenze e 6 gol ed e’ considerato giustamente un fallimento. Giovinco con 34 prsenze e 3 gol va rimpianto.
    Amauri va a parma e segna 6 – 7 gol tutti su azione e da gennaio a giugno ed e’ giustamente uno “da parma”, giovinco fa piu o meno gli stessi gol di cui 5 su rigore e uno su punizione ma in un intera stagione e va rimpianto.
    Mah.
    .

  24. il rapporto tra la juve e il parma rimane per me un mistero doloroso. più gli regaliamo giocatori e più i dirigenti del parma ci pigliano a pesci in faccia. che qualcuno di loro abbia la moglie bona?

  25. Resta a Parma: quella, evidentemente, è la tua dimensione. Alla Juve, dopo averti ferito, potrebbero ammazzarti: si sa che alla Juve ci sono pericolosi assassini.
    A Parma potrai fare il gigante ed anche blaterare contro la Juve, altrimenti di cosa potresti lamentarti?
    A Parma potrai aspettare tranquillo che ti richieda il Barcellona per sostituire Messi.

  26. Non sono affatto d’accordo.
    Per me Giovinco andava fatto giocare.
    Non vuoi tenerlo in prima squadra? lo mandi in prestito.
    Ma non è stato corretto illuderlo e tenerlo fermo in panchina per tanto tempo.
    A 19 anni, non 15.

  27. ohhhhhhh….finalmente …. concordo pienamente….giovinco farebbe meglio a tenere la bocca chiusa….
    io lo reputo solo un bambino viziato_!

  28. Il caro sig Giovinco e solo un ingrato.stop .la cosa Che piu mi rattrista e Che molti di noi vedono ancora I calciatori in modo “romantico”. I calciatori quando dicono ” mi hanno fortemente voluto…” significa solo Che gli han Dato un ingaggio da sogno. Questo e il fine di Giovinco Farsi dare un bell ingaggio…auguri seba

  29. A me Giovinco è sembra piaciuto molto e sicuramente poteva avere più spazio nella Juve del passato …… non so quanto in questa ……………. Diego, ad esempio, non era più forte ……………….. l’unica cosa insopportabile è questo suo atteggiamento infantile e lamentoso …….. condivido che era adorato dai tifosi, ora forse un pò meno

  30. Vecchia Viareggio

    secondo me Giovinco quest’anno avrebbe fatto piu’ che comodo, è anche vero che in maglia bianconera ha dimostrato poco poco, e credo che eravamo in tanti a tifare perche’ facesse bene, ma puntualmente quando giocava deludeva, e parecchio!
    e si è anche montato un po’ la testa, tutto per un anno discreto a Parma, dove la maglia “non pesa”, la dimostrazione? er crociera!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi