Giovinco: "Le critiche? Non mi interessano" | JMania

Giovinco: “Le critiche? Non mi interessano”

Giovinco: “Le critiche? Non mi interessano”

Sebastian Giovinco è andato a segno anche contro il Chelsea: l’esultanza è stata di quelle fuori dal comune con tanto di striptease rabbioso. Nonostante stia segnando abbastanza con frequenza, infatti, la critica evidenzia che i gol sin qui realizzati siano venuti sempre a risultato già acquisito. “Non mi interessano i giudizi. A me importa solo sapere …

Sebastian Giovinco è andato a segno anche contro il Chelsea: l’esultanza è stata di quelle fuori dal comune con tanto di striptease rabbioso. Nonostante stia segnando abbastanza con frequenza, infatti, la critica evidenzia che i gol sin qui realizzati siano venuti sempre a risultato già acquisito. “Non mi interessano i giudizi. A me importa solo sapere che siamo primi in classifica, che abbiamo appena vinto in Champions League contro i Campioni d’Europa, che abbiamo trionfato in Supercoppa e che abbiamo il miglior attacco e la miglior difesa. Credo che tutte queste polemiche siano eccessive, quello che conta è che continuiamo a fare bene”, ha dichiarato la Formica Atomica ai microfoni di ‘Sky Sport’.

Giovinco fa poi un passo indietro tornando sulla vittoria contro il Chelsea: “È stata una vittoria importante, fondamentale per il cammino in Europa. Noi vogliamo essere protagonisti in tutte le competizioni e naturalmente anche in Champions League. L’esultanza per il gol? Mi è venuto istintivo togliermi la maglia, è la prima cosa che mi è passata per la testa, non c’era nessun sassolino da togliermi”. Ora sotto con il Milan, tra le cui fila El Shaarawy si sta affermando sempre più come top player: “È il Milan di El Shaarawy? È lui che sta facendo la differenza, quindi direi di sì”, conclude Giovinco.

10 commenti

  1. Secondo me un po’ tutti i Tifosi Juventini (le maiuscole non sono a caso) si stanno progressivamente ammalando o stanno cronicizzando la sindrome da Top Player … e speriamo di intravedere in Giovinco qsa che non c’è … e probabilmente non ci sarà mai. Non è Messi, non è Cavani, non è Falcao e via dicendo … ma è Giovinco … un buon giocatore che se utilizzato al meglio può aiutare la Juve ad essere un Top Team … si … perchè è questo a cui dobbiamo puntare con o senza Top Player.
    Conte non si discute, anche quando prende decisioni così così … è una spanna sopra gli altri … pensate quale squadra con il proprio allenatore in tribuna poteva giocare come stiamo facendo noi per mesi …
    Giovinco cmq sia si porta dietro sempre 2/3 difensori … e quando riesce a far passare la palla siamo in superiorità numerica … solitamente in area o al limite … Giovinco è funzionale al gioco della Juve … non è uno spaccapartite … ma sono convinto che prima o poi (spero prima) comincerà a centrare la porta con più continuità e allora cominceremo a incensarlo a sprecare paragoni e paroloni … lasciamolo giocare, lasciamo che la Juve si esprima col suo gioco (perchè un gioco ce l’ha … e non è poco) poi vedrete che i nostri buoni giocatori faranno la differenza.

    Per la cronaca … non sono un fan di Giovinco … ma rispetto il suo impegno e dedizione … dovrebbe sciogliersi un po’ … ma se attorno a lui il clima è ostile non è facile …

  2. Io ho sempre detto che non avrei voluto Seba nuovamente alla Juve ma sinceramente tante critiche son fatte giusto perchè bisogna per forza trovare qualcosa che non va.Che non fosse un uomo da 20 goal a stagione si sapeva, ha sbagliato goal fatti come qualsiasi altro attaccante che tira spesso in porta, quando bisogna fare la differenza soffre? E STI CAZZI, ogni fottutissimo giorno metà dei tifosi della Juve lo confrontano o con Del Piero o con Cavani …mo l’egiziano, se tira è no stronzo perchè tira e sbaglia, se passa è un pavido perchè non ha il coraggio giusto, se segna… sempre a risultato acqusito.E’ perchè si sente meno sotto pressione che segna a giochi chiusi, una prova che avrebbe bisogno che almeno noi juventini la smettessimo di trattarlo da bersaglio mobile.
    Ripeto che non sono mai stao un suo estimatore ma allo stato attuale lo capisco …è come se doveste trombare con lei-lui che vi fissano e vi dicono “l’altro avrebbe fatto meglio, il mio ex era più bravo-a” diamogli serenità, non sta facendo male, non gioca in una squada da contropiede, gioca in un orologio bianconero che gira a mille.non sarà Le Roi ma per l’impegno che ci sta mettendo per guadagnarsi la sua-nostra Juve merita sostegno.
    P.s.
    Gioca pure in un ruolo non propriamente suo.

  3. Teniamo sempre conto che giocano in maniera molto diversa nei rispettivi schieramenti…Giovinco deve giocare per la squadra, l’altro è “IL” finalizzatore.. sicuramente il faraone è un vero killer d’area!!

  4. Giovinco deve solo capire che basta fare, non importa stra-fare.
    Detto questo spero per la Juve che in un qualche modo esploda e faccia la fortuna della juve.

  5. Non so voi ma a me El Shaarawy ricorda tanto il capitano. Si vedeva gia al Padova che era un fenomeno. Pecato sia andato al Milan.

  6. Avete colto il segno.

    Io per questo non ho mai avuto fiducia in Giovinco in quanto “top player”.

    El Shaarawy è sbucato fuori dal nulla ed è diventato titolare inamovibile del Milan.

    Altro che Pato, altro che Robinho, altro che Bojan: si è preso le luci della ribalta e quasi tutti i punti fatti dal Milan sono merito di questo ragazzo.

    Giovinco?
    Ha 6 anni in più di lui, ha già fallito la prima volta alla Juventus, si è imposto a Parma ed ora, dopo quasi metà stagione, è ancora un elemento che non ha dato quel qualcosa in più, non come ci si aspettava quantomeno.

    Diamogli ancora tempo, a Giugno tireremo le somme.

  7. capitan sparrow

    Penso che la differenza stia solo nelk fatto che El Sharawi è arrivato al Milan al momento giusto e ha saputo coglierlo, mentre quando il momento di giocare è arrivato per Giovinco i dirigenti della Juve di allora hanno preferito ingaggiare Diego e mandare lui in prestito.

  8. @Redazione JM
    eh… se ce lo vendessero, non ci farebbe schifo…
    Ma credo che sia fantacalcio!

  9. Tenete conto che Giovinco ha 6 anni in più di El Shaarawy e tirate le somme…

  10. Giovinco non è El Shaarawy!
    Tecnicamente sono uguali. Fisicamente no, mentalmente no.
    Il nostro non è ancora maturato o si agita molto e non quaglia!
    Se vogliamo si tratta di un limite caratteriale e nervoso.

    El Shaarawy, invece, ha capito il momento delicato del club ed è riuscito a farsi carico dell’attacco abbandonando ogni “pippa mentale”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi